Valorizzare i prodotti a Km Zero della Garfagnana. Un concorso all’alberghiero

-

“Garfagnana a Km Zero. Valorizzare il prodotto tipico”. E’ questa la nuova interessante iniziativa che vede la luce in quel dell’ISI di Barga, la realtà che racchiude le scuole superiori di tutta la Media Valle, fucina di idee e di manifestazioni che coinvolgono gli studenti in un’offerta formativa sempre più aperta, e attenta, al territorio circostante ed alle sue ricchezze.
Si tratta di un concorso interno, riservato agli studenti dell’indirizzo di Ristorazione e Enogastronomia dell’Istituto Alberghiero “F.lli Pieroni”, organizzato insieme all’Accademia Italiana della Cucina, sezione Media Valle e Garfagnana
L’obiettivo è quello di valorizzare maggiormente alcuni prodotti del territorio, mettendo al contempo in evidenza la professionalità e le creatività degli allievi della scuola. Insomma, un modo innovativo e sicuramente coinvolgente per far risaltare le potenzialità degli allievi più brillanti e cominciare a farne conoscere le potenzialità al mondo imprenditoriale del territorio.
Tra i prodotti in evidenza, la pecora bianca garfagnina, il formenton otto file, il farro DOP, la farina di neccio DOP, il fagiolo giallorino della Garfagnana, la patata rossa della Garfagnana, la Mela di Casciana.
Le squadre in gara, composte da tre studenti, dovranno affrontare una prova scritta relativa alle materie di indirizzo (tecniche di cucina e di sala/bar) e cimentarsi nella creazione ed esecuzione di una ricetta ispirata alla cucina semplice e genuina, rivisitata e calibrata, che abbia come alimento base la pecora bianca garfagnina; il piatto dovrà comprendere, inoltre, almeno un altri prodotti tipico previsti.
Importantissimo, per il punteggio finale, anche l’abbinamento con un vino locale ( Valgiano – Palistorti; Merlot e Sirah Lenzini Cabernet Montichiari, Melograno Rosso Podere di Concori) e l’ideazione e preparazione di un cocktail aperitivo inedito con relativa decorazione.
A giudicare i ragazzi una commissione composta da un rappresentante dell’Istituto Alberghiero, dell’Accademia di Cucina, del mondo imprenditoriale e del settore sala bar. Premi in denaro per le prime tre squadre classificate e crediti scolastici in più per tutti i partecipanti, ma soprattutto la soddisfazione di veder presentare le ricette vincitrici a novembre 2014in occasione del Pranzo di Gala dell’Accademia Italiana della Cucina.

Tag: , , , , , , , , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*