Tag: serchio

- di Redazione

Progetti e finanziamenti per la scogliera di Gallicano

Nel decreto del 23 febbraio scorso a firma del Ministro degli Interni, si è resa nota la lista dei comuni che hanno beneficiato di finanziamenti che riguardano la messa in sicurezza del territorio e degli edifici.   Si è trattato di un’operazione importante da parte del Ministero degli Interni che in questa prima fase ha finanziato oltre 8000 progetti con 1 miliardo e 850 milioni di Euro, tante le opere finanziate nella nostra provincia e tanti anche i comuni, tra questi c’è Gallicano che ha visto finanziare più progetti, tra cui la messa in sicurezza di quello che rimane della ex scogliera di Gallicano che proteggeva la zona dello stadio Comunale di gallicano e di altri impianti. Da alcuni anni ad ogni piena del Serchio il fiume si è portato via una parte della strada e del parcheggio mettendo così a rischio tutte le attività che si svolgono in questa area.

- di Redazione

Colori del Serchio e i ricordi in bianco e nero

A partire da questa settimana nella trasmissione i Colori del Serchio in onda sabato 20 febbraio (ore 21) torna una rubrica dedicata ai ricordi in bianco e nero, questa settimana andremo a Castelnuovo Garfagnana per incontrare il collezionista Silvio Fioravanti e farvi scoprire foto d’epoca piuttosto rare del capoluogo garfagnino. L’obiettivo della trasmissione è quello di raccontare anche altri luoghi e quindi altri centri o piccoli paesi. 3 anni fa dedicammo alcune puntate a Borgo a Mozzano e oggi riprendiamo questo percorso con la speranza di ricevere l’approvazione e il consenso dei telespettatori. La puntata si aprirà in compagnia di Marco Pardini che ci guiderà alla scoperta della botanica della macchia di Viareggio nel cuore della Città, la puntata si concluderà con lo speciale delle foto in Bianco e Nero.

- di Redazione

Progetto Comune: “Un danno ambientale annunciato”

MOLOGNO – “Un disastro ambientale annunciato”. Così Francesco Feniello, capogruppo di Progetto Comune, schieramento all’opposizione a Barga riferendosi ad una situazione verificatasi sulle sponde del Serchio a Mologno: “A causa dell’inerzia e della poca efficienza del sistema, gli ultimi eventi alluvionali, hanno causato un danno ambientale di notevoli dimensioni che poteva e doveva essere evitato – scrive Feniello che continua –  Le dinamiche d’alveo in poche ore, hanno bonificato l’intera area di discarica di Mologno veicolando la plastica ed altri rifiuti per chilometri lungo le sponde del fiume e sicuramente verso il mare. Come ricorderete, nel mese di Marzo, in piena emergenza covid, l’erosione delle sponde del fiume, in località Mologno, ex area campo sportivo, portarono alla luce una discarica interrata disseminando la plastica lungo il corso d’acqua. Nell’immediato l’Amministrazione Comunale fece un intervento di somma urgenza per la realizzazione di una scogliera provvisoria di protezione per impedire all’acqua di lambire la parte emersa della discarica e disperdere il materiale.…

- di Redazione

Alla riscoperta della Natrice Tassellata

VALLE DEL SERCHIO – Le ricerche del WWF Alta Toscana per la pubblicazione dell’atlante degli anfibi e rettili della provincia di Lucca hanno riservato un’altra interessante scoperta. Dopo la “riscoperta” della Salamandrina dagli occhiali nella piana di Lucca, avvenuta due anni fa a distanza di 140 anni dal precedente rinvenimento, fra giugno e agosto di quest’anno sono stati osservati lungo il medio corso del Serchio alcuni esemplari di Natrice tassellata. Altre notizie sulla presenza della specie sono state raccolte con la preziosa collaborazione di erpetologi e semplici appassionati. Infatti, benchè non nota agli ambienti scientifici, la presenza della specie era ben nota ai più attenti frequentatori del fiume, tanto da avere un nome locale “aspide”. Si tratta di una buona notizia per la salute del fiume. La Natrice tassellata è una specie particolare di biscia d’acqua, che non era mai stata segnalata lungo il Serchio. Questa piccola biscia, non velenosa, lunga in media fra i 50 e gli 80 centimetri,…

- di Redazione

Paura e… ancora paura; la piena del Serchio al Ponte del Diavolo

Tra le immagini che meglio riassumono l’eccezionale ondata di maltempo in Valle del Serchio. Le più significative sono quelle offerte sabato sera dalla notevole piena del Serchio a Borgo a Mozzano. Dopo un’allerta prolungata, i momenti più critici sono stati dalle 19,30 alle 20,30 quando l’ondata di piena ha raggiunto i 940 mc al secondo di portata; è stata così decisa in via precauzionale anche la chiusura della strada del Brennero nei pressi del Ponte del Diavolo. Sul posto, a vigilare il passaggio dell’ondata di piena per quanto riguarda la protezione civile erano appunto i volontari della squadra della Misericordia di Borgo a Mozzano. Come sempre spettacolari, ma anche terribili, le immagini del passaggio della piena sotto l’antico monumento del  Ponte del Diavolo, testimone di tanti eventi come questo, ma mai messo in difficoltà dalla forza delle acque. E’ arrivata qualche ora dopo invece l’ondata di piena della Lima, che è stata attorno alle 23,30 circa con una portata di…

- di Redazione

Marcucci: “Iter facilitato per i lavori di messa in sicurezza e ripristino ambientale sul fiume Serchio, grazie a emendamento”

ROMA – “Ieri notte in Senato è stato approvato un emendamento al Dl semplificazioni che ho fortemente voluto. La norma prevede un iter facilitato per i lavori di messa in sicurezza e ripristino ambientale sul fiume Serchio, che consente di poter superare molte procedure”. Lo afferma il capogruppo Pd a Palazzo Madama Andrea Marcucci Una importante notizia dunque per la salvaguardia e la messa in sicurezza del nostro Fiume Ecco il testo completo 54.8 (testo 2) Bini Apportare le seguenti modificazioni: a) al comma 2, primo periodo, premettere le seguenti parole: “Fermo restando quanto previsto agli articoli 69 e seguenti del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152”. b) dopo il comma 2 inserire i seguenti: « 2-bis. All’articolo 66 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, sono apportate le seguenti modificazioni: 1) al comma 1, dopo le parole: “sono sottoposti” sono aggiunte le seguenti: “alla verifica di assoggettabilità alla valutazione ambientale strategica (VAS), di cui all’articolo 12 del…

- di Redazione

Puliamo il Serchio a Mologno. Buona la prima

MOLOGNO – Una bella quanto utile iniziativa quella che sabato si è svolta a Mologno, lungo le sponde barghigiane del fiume Serchio. L’Osservatorio Rifiuti Zero di Barga, da poco ufficialmente ricostituito, ha dato il vita ad una mattinata dedicata appunto alla pulizia del fiume. L’iniziativa è stata promossa con la collaborazione del Comitato Paesano di Mologno e di Valfreddana Recuperi, gestore dei rifiuti per il comune di Barga che poi si è incaricato dello smaltimento., Lungo il fiume sono stati asportati diversi sacchi di rifiuti, perlopiù plastica, ma anche rifiuti ferrosi e di vario genere. Per quanto è stato possibile è stata fatta anche una differenziazione della plasticava, ed in generale l’iniziativa è stata importante per effettuare una bella pulizia e per lanciare un primo messaggio anche nei confronti dell’opinione pubblica, con un impegno che alla fine può coinvolgere tutti coloro che lo vorranno nel tenere pulito il fiume Serchio. A proposito dell’iniziativa di Puliamo il Serchio, altre iniziative del…

- di Redazione

A Mologno la piena del fiume scopre una discarica interrata

BARGA – Il nostro passato, fatto sicuramente di un’attenzione diversa nei confronti dell’ambiente, torna purtroppo a galla, è proprio il caso di dirlo… La piena dei giorni scorsi del fiume Serchio ha eroso un’altra bella porzione del terreno che fino a qualche anno fa era il campo sportivo di Mologno, sulla sponda quindi sinistra del fiume scendendo a Valle. L’erosione è fenomeno ormai di diversi anni; però stavolta ci ha fatto anche una brutta sorpresa; ha portato alla luce una discarca interrata, forse risalente, stando alle prime ricerche, agli anni ’70; anni in cui era pratica assai diffusa interrare i rifiuti prodotti proprio nei terreni nei pressi dei fiumi. Della discarica si vede adesso solo la parte che costeggia il corso del Serchio; si trova a circa tre metri di profondità e non è molto larga ma per il momento si ignora la sua lunghezza e quindi quanti rifiuti siano effettivamente presenti sotto quel terreno. Al tempo in cui è…

- di Redazione

Enel, traliccio già dismesso; abbattimento e rimozione già programmati da tempo

BARGA – In riferimento alla segnalazione in merito al traliccio pericolante sulla riva del fiume Serchio in località Mologno, nel territorio comunale di Barga, E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione, informa che il sostegno è dismesso da tempo e non ha più alcun conduttore elettrico collegato. La linea elettrica denominata “Barga 2”, infatti, è stata completamente interrata più di un anno fa ed i cavi aerei sono stati eliminati. L’abbattimento e la rimozione del traliccio sono attività già programmate ed assegnate ad un’impresa specializzata e saranno effettuate non appena le condizioni meteorologiche e della sponda fluviale lo consentiranno.

- di Redazione

Di nuovo giù

MOLOGNO – A Mologno, nel comune di Barga, si è ulteriormente aggravata la situazione dell’erosione dell’argine del fiume Serchio presso l’ex scogliera Mordini. A farne le spese ancora una volta il traliccio dell’ENEL. E’ dal 2014 che si parla della questione del traliccio a rischio proprio a causa dell’erosione dei terreni da parte del fiume, già in quegli anni fu necessario, dopo i danni delle piene, lo spostamento del traliccio con la ricostruzione ex novo più all’interno del terreno lungo il fiume. Ora siamo alle solite con anche il nuovo traliccio pericolosamente inclinato ed ormai a pochi metri dalla definitiva caduta. La situazione del traliccio mette in luce il problema di questa area del Serchio più volte sotto i riflettori: qui  l’erosione negli anni ha causato la caduta di due tralicci oltre che la totale sparizione dell’ex campo sportivo. Forse sarebbe il caso di pensare ad un intervento di messa in sicurezza più risolutivo…  

- di Guido Casotti

Torrente Corsonna devia il corso del fiume Serchio; scatta l’allarme

GALLICANO – E’ molto preoccupato Emiliano Fanani per le conseguenze di alcune modifiche fatte in questi ultimi anni al percorso del fiume Serchio nel tratto tra Ponte di Campia e Gallicano. Alcune sarebbero state causate dalle piene del torrente Corsonna che ha depositato il materiale nella foce sul Serchio; altre a causa di lavori di riposizionamente dello stesso materiale sulle sponde del torrente. Fanani da oltre 50 anni gestisce un lago di pesca sportiva e nell’immobile si trova anche un locale con annesso ristorante che oggi si trova esattamente (e pericolosamente) proprio sulla direttiva del serchio. Le preoccupazioni secondo Emiliano Fanani scaturiscono proprio dall’innesto del Corsonna sul Serchio che a suo dire ha deviato il corso del fiume. Infatti, se osserviamo il Serchio dall’alto è molto chiara la curva che nel passato non c’era in questo tratto. Anche i pescatori ricordano di tante “piane di pesca” nel centro del letto del fiume. Emiliano rivolge un caldo invito alle autorità competenti…

- di Redazione

Serchio, sopralluogo di Baccelli e Andreuccetti: “Urgente ripristino viabilità e messa in sicurezza”

Ripristino celere della viabilità, elaborazione di un progetto di messa in sicurezza che presto possa prendere forma per rispondere ai gravi danni subiti. Sono le priorità che sottolineano Stefano Baccelli, consigliere regionale Pd e presidente commissione Ambiente e infrastrutture e Patrizio Andreuccetti, sindaco di Borgo a Mozzano, che oggi hanno svolto un sopralluogo nei luoghi dove maggiori sono stati i danni arrecati dagli eventi alluvionali dei giorni 1, 2 e 3 febbraio scorsi. Baccelli sul tema ha presentato anche una mozione che impegna la Giunta regionale a “decretare lo stato di emergenza regionale per il comune di Borgo a Mozzano e gli altri comuni colpiti, attivarsi presso il CIPE per ottenere l’erogazione dei fondi destinati alla Toscana in particolare per il restauro dello storico ponte della Maddalena, attivarsi presso ANAS per un’immediata messa in sicurezza del movimento franoso tra Corsagna e Anchiano e per riattivare in tempi rapidi la circolazione veicolare, concordare con ANAS l’individuazione di opportune risorse finanziarie per…