Paura e… ancora paura; la piena del Serchio al Ponte del Diavolo

-

Tra le immagini che meglio riassumono l’eccezionale ondata di maltempo in Valle del Serchio. Le più significative sono quelle offerte sabato sera dalla notevole piena del Serchio a Borgo a Mozzano.

Dopo un’allerta prolungata, i momenti più critici sono stati dalle 19,30 alle 20,30 quando l’ondata di piena ha raggiunto i 940 mc al secondo di portata; è stata così decisa in via precauzionale anche la chiusura della strada del Brennero nei pressi del Ponte del Diavolo. Sul posto, a vigilare il passaggio dell’ondata di piena per quanto riguarda la protezione civile erano appunto i volontari della squadra della Misericordia di Borgo a Mozzano. Come sempre spettacolari, ma anche terribili, le immagini del passaggio della piena sotto l’antico monumento del  Ponte del Diavolo, testimone di tanti eventi come questo, ma mai messo in difficoltà dalla forza delle acque. E’ arrivata qualche ora dopo invece l’ondata di piena della Lima, che è stata attorno alle 23,30 circa con una portata di 350 mc al secondo. Per fortuna le due ondate non sono coincise; l’intervallo assai lungo ha permesso di evitare il rischio di allagamenti. Intanto, tra i danni del maltempo, nel comune di Barga domenica mattina è stata riaperta la strada comunale di Tiglio. Il collegamento era rimasto interrotto dal pomeriggio di sabato dopo lo straripamento del fossato. Era già successo il 4 giugno scorso, nel corso dell’eccezionale ondata di maltempo che causò tanti danni nel comune di Barga. A seguire nei vari centri l’evolversi della situazione sabato le varie organizzazioni di protezione civile dei territori.  In Garfagnana sabato sera era stato anche aperto il centro intercomunale di Ortomurato . L’allerta è comunque definitivamente rientrata durante la nottata.

Tag: , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.