Tag: ivo poli

- di Ivano Stefani

Presentato a Barga il libro di Ivo Poli

Nel pomeriggio di sabato 14 dicembre  la Fondazione Ricci ha accolto Ivo Poli con il suo ultimo lavoro “I lamenti di un contadino garfagnino – Esiste ancora il buonsenso?”. Introdotto dalla presidente Cristiana Ricci, il libro è stato presentato con grande professionalità e conoscenza dal sindaco di Camporgiano Francesco Pifferi. In conclusione intervento dell’autore. Il libro tratta del territorio da considerare, come scrive l’autore, una grande risorsa da valorizzare. Il testo è arricchito dalle sagge parole di due vecchi contadini che interloquiscono, con un parlare nostrano, con il Poli. Il libro scorre gradevolmente con dati e leggi, e temi come la scuola, il turismo e l’alimentazione. Una considerazione finale con le parole di Gianni, che insieme a Piè e a Ivo Poli sono i protagonisti: “Io lai, ma se ci siàm passi una volta, allòra siam proprio peggio de muli, lo sapete nò vo, che il mulo in dù casca na volta un ci casca du volte; noaltri invece ci…

- di Redazione

A Barga “Cultura e tradizione” sotto l’Albero di Natale

BARGA – Sabato 14 dicembre il Comune di Barga donerà un giorno dedicato alla cultura e alle tradizioni con un pacchetto natalizio completo di tante iniziative realizzate da importanti realtà del territorio. Alle ore 11 parte l’ultimo percorso del progetto “Le Vie dei Medici” dedicato a “La via del Podestà” dedicata al Museo Civico e ai suoi tesori e guidata dall’esperta Maria Elisa Caproni. Il ritrovo è direttamente al Museo Civico di Barga (Arringo del Duomo) con omaggio alla colonna medicea innalzata dai barghigiana in onore a Cosimo I nel 1548. La cultura prosegue nel pomeriggio alle 16 con la presentazione del libro di Ivo Poli “I lamenti di un Contadino Garfagnino” presso la Fondazione Ricci. Nell’occasione sarà presente il sindaco di Camporgiano, Francesco Pifferi che introdurrà l’autore e il suo volume. Poli attraverso un colloquio che tiene con due esperti contadini garfagnini, racconta i cambiamenti che la società moderna ha provocato all’interno del mondo bucolico-contadino della Garfagnana. Poi alle ore…

- di Redazione

Si presenta il libro “I lamenti di un contadino garfagnino”

“I lamenti di un contadino garfagnino”. Sabato 14 dicembre alla Fondazione Ricci di Barga in via Roma si presenta con l’autore il libro  Ivo Poli. L’iniziativa è organizzata dalla Fondazione in collaborazione con la sezione di Barga dell’Istituto Storico Lucchese. Unitre Barga ed il comune di Barga. Assieme a Poli parleranno del libro il sindaco di Camporgiano Francesco Pifferi. L’appuntamento è alle 16.

- di Redazione

Castagni e problemi. E’ tornato il cinipide, ma la minaccia vera forse è il “marciume delle castagne”

E’ allarme cinipide, di nuovo? E’ presto forse per dirlo ma quel che è certo, e lo hanno notato in tanti anche nella montagna barghigiana, tanto che le segnalazioni che abbiamo ricevuto sono state più di una, è che qualcosa è cambiato nei boschi di castagni. La presenza delle galle di cinipide, quelle specie di bacche rosse che si trovano sui rami dei castagni, è tornata a farsi notare anche sui rami più alti e questo sta causando un po’ di apprensione per uno sgradito, quanto inatteso ai più, ritorno del cinipide galligeno; quella piccola vespa cinese che negli scorsi anni ha praticamente azzerato anche da noi la produzione dei castagni. Che ci sia una ripresa delle attività del cinipide, dopo che l’insetto antagonista lanciato gli scorsi anni, il Torymus sinensis aveva fermato il suo dilagare ed i suoi effetti sui castagni, è una realtà ed in questo confermiamo le impressioni degli abitanti della montagna. Il cinipide è tornato a…

- di Redazione

La castagna di scena a Fornaci

Domenica pomeriggio 2 dicembre alla biblioteca Gli Incartati di Fornaci di Barga incontro con Ivo Poli e Francesca Buonagurelli su “La castagna, dal bosco alla tavola”. Dopo l’introduzione di Anna Maria Botti, preceduto dalla lettura di una poesia del maggio 1918 del poeta dialettale Pietro Bonini intitolata “Al castagno!”, un filmato ha raccontato il percorso per arrivare alla farina di neccio viaggiando per immagini e video dentro la Festa della castagna di Lupinaia. Subito dopo è intervenuto Ivo Poli, presidente dell’Associazione Città del castagno, che ha intrattenuto il pubblico presente riferendo, proiettando slide a supporto, su come sia nata l’associazione e il suo percorso fino ad oggi; quale sia stato il difficile iter per arrivare ad avere un disciplinare per la farina di neccio Dop della Garfagnana; su come si stia continuando a lavorare a livello nazionale per migliorare ulteriormente le cultivar e preservare la tradizionale essiccatura della castagna, dalla quale si produce la caratteristica farina, e la commercializzazione della…

- di Redazione

La Valle del Serchio regina al concorso nazionale dolci a base di castagne svoltosi a Bologna

Il 13° concorso nazionale dolci a base di castagne, marroni e farina di castagne, quest’anno si è svolto a FICO Eatealy, a Bologna, il 25 novembre scorso. Al concorso hanno partecipato 68 dolci da tutta Italia, categorie professionisti e non professionisti, con dolci al cucchiaio e lievitati e la Valle del Serchio ha fatto come al solito una gran bella figura. Dalla Valle del Serchio erano presenti oltre venti dolci e sono arrivati molti risultati importanti come ci dice il presidente dell’Associazione Città del Castagno (che organizza il concorso) Ivo Poli:  “Nella categoria professionisti, dolci lievitati si è aggiudicato primo, secondo e terzo premio la pasticceria Fratelli Lucchesi di Barga che poi si è aggiudicato il primo e terzo posto anche nella categoria  dolci al cucchiaio Professionisti. In questa categoria da registrare anche il secondo posto dell’agriturismo il Mulin del Rancone di Camporgiano”. Nei dolci al cucchiaio non professionisti, si è aggiudicato poi il terzo posto l’azienda Agricola Fratelli Filippi…

- di Redazione

Il futuro della castanicoltura in Valle del Serchio, ecco un po’ di dati su passato, presente e futuro

Nei giorni scorsi Ivo Poli, presidente dell’Associazione Città del Castagno, ha parlato della prossima stagione delle castagne dichiarando che sarà un annata record e che forse, la sua era una battuta ed anche una provocazione per riflettere sulla questione, non ci sarebbe stata gente a sufficienza per raccoglierle. Dunque facciamola oggi questa riflessione,  su quale sia l’esatta situazione per quanto riguarda i castanicoltori presenti sul territorio della Valle del Serchio e sul loro futuro. Ce ne parla proprio Ivo Poli in questo lungo intervento. “La mia ovviamente era una battuta, nel senso che oggi saremmo comunque tornati a una produzione in percentuale di alberi di castagno da frutto come un tempo – ci dice Poli –  La diversità è però che 50 anni fa c’erano ancora tanti castagneti ben curati e oggi ne sono rimasti pochi”. “Il problema sta nel fatto che nonostante tutto, anche se le castagne stanno spuntando buoni prezzi non ci sono più giovani che fanno questo…

- di Redazione

Castagne: sarà una grande annata

Buone nuove per la stagione della raccolta delle castagne che prenderà il via tra poche settimane, attorno ai primi di ottobre. Ottima e abbondante viene infatti preannunciata dagli esperti; dopo il periodo nero della malattia del cinipide, la produzione è ripresa alla grande e la maturazione di questa estate promette il miglior raccolto da vent’anni a questa parte. Lo  pensa anche il noto esperto locale, nonché presidente della Associazione Città del castagno, Ivo Poli: “Quest’anno la produzione sarà ottima. Dopo la mancanza di frutti, causa cinipide, in questi ultimi dieci anni, già al 2016 è iniziata la ripresa vegetativa. Discreta era già stata la produzione del 2017 e quest’anno con le piogge frequenti e non disastrose è andata bene la fioritura con ottima allegazione dei frutti e forse non ci sarà nemmeno un a grande infestazione di bacato e marciumi dei frutti. Pertanto, almeno fino ad ora, meglio di così non poteva andare – continua Poli –   In proporzione al…

- di Redazione

Barga capitale della castagna il 4 e 5 novembre

BARGA – Per il secondo anno consecutivo, dopo le buone impressioni dello scorso anno, ArtComBarga insieme alla Pro Loco organizzano a novembre Barga Castagna 2017. L’appuntamento, si terrà  nel fine settimana del 4 e 5 novembre e vede anche il patrocinio del comune di Barga e la collaborazione di tante associazioni. Sarà una edizione con il botto, con l’idea dei commercianti di far divenire per due giorni Barga, con questa manifestazione, la capitale della castagna. Tra le novità di questa edizione, che punta a promuovere il castagno, i suoi frutti ed i prodotti da essi derivati e che unirà tradizione, cultura, folklore, divertimento e buona cucina anche lo svolgimento a Barga del CONCORSO NAZIONALE DOLCI CASTAGNE MARRONI E FARINA DI CASTAGNE: il 4 novembre si svolgerà l’edizione numero 12 del concorso nazionale promosso dall’Associazione Città del Castagno retta dal presidentissimo Ivo Poli che si è detto onorato e soddisfatto di poter organizzare questo evento proprio a Barga. Il concorso porterà…

- di Redazione

Foglie ingiallite o cadute già ai primi di agosto. Autunno anticipato? No, colpa del caldo. Ecco il perché

Le piante che perdono le foglie sono dette decidue, termine di derivazione latina che significa ‘destinato a cadere’. E’ al sopraggiungere della stagione autunnale che le piante lasciano cadere le proprie foglie al fine di difendersi dal freddo dell’inverno. Se le foglie rimanessero attaccate ai rami, infatti, per sopravvivere sottrarrebbero all’intera pianta quell’ energia e acqua che, d’inverno, è vitale alla stessa sopravvivenza dell’albero. Che questo accada d’autunno tutti noi lo sappiamo, ma quando ciò avviene a nemmeno metà di agosto? Già, perché in Garfagnana e Media Valle e lo si vede in particolare nei boschi collinari e montani, il paesaggio ha già assunto colorazioni simili, anche se non uguali, ai periodi autunnali: striature di giallo e di arancio si intravedono bene in mezzo al verde ed a terra, anche lungo la strada, si vedono già molte foglie secche, perlopiù di acacie e betulle. Sembra che l’autunno sia insomma arrivato in anticipo, in realtà così non è anche se il…

- di Redazione

La castanicoltura: un incontro a Lucca

Il Gruppo Micologico Lucchese “B. Puccinelli” organizza per martedì 14 marzo (ore 21,15) in o in via Urbiciani, 380 a S. Concordio, l’incontro a tema dal titolo: “La castanicoltura ieri ed oggi nel mondo” a cura di Ivo Poli (Presidente “Associazione Nazionale Città del Castagno”). Nonostante l’arrivo del cinipide galligeno del castagno che ha bloccato la fruttificazione per alcuni anni, oggi si può affermare che con una lotta biologica con l’antagonista Torymus sinesis si è raggiunto un equilibrio tale da non destare più problemi al castagno e alla sua fruttificazione. Tutto questo grazie principalmente all’Associazione Nazionale Città del Castagno, che dopo vari incontri con il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, e Ministero dell’Ambiente a fine 2009 ha fatto in modo che si costituisse nel febbraio 2010 presso il MIPAA, un tavolo tecnico del settore castanicolo permanente. Dagli studi effettuati da tutti i soggetti componenti, è stato realizzato un piano castanicolo nazionale completo, dalle politiche di settore, al marketing…

- di MeCap

Gli alberi monumentali della Garfagnana, l’ultimo libro di Ivo Poli

Prendono il nome di “patriarchi” e se ne stanno da secoli, maestosi e fieri, a vegliare sulla natura e sull’uomo. Sono gli alberi monumentali, giganti verdi che, per età, dimensioni e storia, cessano di essere semplici alberi e prendono di diritto il ruolo di monumenti naturali. Da conoscere e proteggere. Un efficace censimento di quanto si trova in Garfagnana (la “grade selva” o “selva sacra”) lo ha effettuato Ivo Poli, studioso dell’ambiente e delle tradizioni locali che, con un lungo lavoro, è riuscito infine a raccogliere in un libro tutta la sua ricerca. Si intitola “Alberi Monumentali della Garfagnana – Storia e mitologia” ed è edito dalla Banca dell’identità e della memoria dell’Unione dei comuni della Garfagnana e raccoglie un gran numero di informazioni per conoscere meglio i patriarchi della nostra zona. Presentato presso la Fonazione Ricci di Barga con un commento di fra Benedetto Mathieu e l’introduzione di Cristiana Ricci (più sotto l’audio del suo intervento), il volume tratta…

  • 1
  • 2