Parte dal 2 gennaio la nuova raccolta dei rifiuti. Nuove info per i cittadini

- 3

Dal 2 gennaio 2020 (perché il 1 gennaio non sarà effettuato nessun servizio di raccolta porta a porta), partirà il nuovo servizio che per il comune di Barga sarà gestito da ASCIT Servizi ambientali per quanto riguarda il comune di Barga.

Con l’assessore all’ambiente Francesca Romagnoli, abbiamo fatto il punto della situazione, per cercare in particolare di chiarire alcuni interrogativi che sono stati posti dall’utenza.

La prima riguarda la principale novità del servizio, ovvero la separazione del vetro dal multi materiale.

“La novità è in effetti la separazione del multi materiale  pesante che ora sarà conferito dagli utenti in modo diverso: multi materiale leggero e vetro.

Per quanto riguarda la raccolta di multilaterale leggero si comincia sabato 2 gennaio, mentre per il vetro si comincia il prossimo 5 gennaio”.

Per quanto riguarda l’eco calendario ecco nel dettaglio tutti i tipi di raccolta:

Il lunedì si effettuerà la raccolta di organico e pannoloni/pannolini (servizio a richiesta);

il martedì il vetro o il multimateriale leggero, ma a settimane alterne. Il vetro infatti sarà raccolto il 5 e 19 gennaio; il 2 e 16 febbraio; il2, 16 e 30 marzo; il 13 e 27 aprile; l’11 ed il 25 maggio,; l’8 ed il 22 giugno; il 6 e 20 luglio; il 3, il 17 ed il 31 agosto; il 14 e 28 settembre; il 12 ed il 26 ottobre; il 9 e 23 novembre; il 7 e 21 dicembre;

il mercoledì la carta; il giovedì rifiuto non riciclabile e pannoloni/pannolini (sempre)il venerdì l’organico; il sabato il multimateriale leggero.

“Andando nel dettaglio dei prossimi giorni dunque, si comincia il 2 gennaio con il multilaterale leggero;  il 4 gennaio si continua con l’organico (ed i pannoloni/pannolini per chi ne avrà fatto richiesta); il 5 gennaio con il vetro; il 6 gennaio  con la carta e cartone; il 7 gennaio con il non riciclabile ed i pannoloni e pannolini; l’8 gennaio con l’organico; il 9 gennaio con il multilaterale leggero.

Nel multi materiale  leggero vanno gli imballaggi in platica, polistirolo, latta e tetrapak (contenitori per gli alimenti e l’igiene, grucce in plastica e metallo per abiti, piatti e bicchieri di plastica monouso) Il multi materiale leggero dovrà essere conferito nei sacchetti gialli trasparenti che sono consegnati in questi giorni, mentre il vetro dovrà essere conferito nel bidoncino verde che è già in dotazione.

L’indifferenziato – continua l’assessore Romagnoli – andrà conferito nel sacco grigio che viene fornito e quindi l’unico bidoncino non più in uso dal 2021 sarà quello grigio utilizzato fino ad ora per il non riciclabile (nei prossimi mesi verrà ritirato). Nessuna novità invece per la carta per la quale si dovrà continuare ad utilizzare il contenitore bianco in dotazione. L’organico dovrà essere conferito nei sacchettini biodegradabili ma utilizzando ovviamente sempre il contenitore marrone già in uso.

I pannoloni dovranno essere conferiti nei sacchi viola e il giorno dedicato alla raccolta è giovedì; la richiesta, andrà fatta sempre per richiedere i sacchetti ed andrà fatta anche per chi desidera la raccolta per un altro giorno a settimana (ovvero il lunedì). Il servizio non richiede costi aggiuntivi”.

Dall’assessore Romagnoli anche altre integrazioni riguardanti altri argomenti

OLII ESAUSTI: possono essere conferiti ogni giorno in un contenitore di plastica (non in vetro).

 

IL VERDE:  diventa, per la raccolta a domicilio, un servizio a richiesta così come avviene in tutti i comuni limitrofi. Si dovrà utilizzare esclusivamente o il contenitore per il verde già in uso o l’apposito contenitore da 240 litri scarrabile da richiedere, ma in tutti i casi la raccolta del verde a domicilio si farà solo su specifica  richiesta, solo nei contenitori e costerà 2 euro al mese in bolletta. Si potrà invece conferire il verde presso l’eco centro anche tutti i giorni e non ci saranno in questo caso costi o limitazioni sulla quantità (fino a 120 kg  al giorno). In questo caso si potrà conferire il verde anche nei sacchi.

Calendario raccolta del verde: l’11 e 25 gennaio; l’8 e 22 febbraio; l’8, 22 e 29 marzo; l’1, 5 8, 12, 15, 19, 22, 26 e 29 aprile; il 3, 6, 10, 13, 17, 20, 24, 27, 31 maggio; il 7, 14, 21, 28 giugno; il 5, 19, 26 agosto; il 13 e 27 settembre; il 4, 11, 18, 21, 25, 28 ottobre; l’1, 4, 8, 11, 15, 22, 29 novembre; il 13 e 27 dicembre)

 

LA RACCOLTA PORTA A PORTA ESTESA A TUTTO IL TERRITORIO: Così sarà nei mesi a venire estendendo il servizio alle zone non coperte come la montagna. L’attivazione del servizio porta a porta sarà debitamente comunicata a tempo debito alle utenze attualmente non raggiunte.

 

ECOCENTRO DI SAN  PIETRO IN CAMPO: cambierà l’orario e l’apertura del centro di raccolta, in particolare sarà chiuso il giovedì ed invece sarà aperto il sabato, mattina e pomeriggio.

L’eco centro quindi sarà aperto il lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle 8 alle 12,30. Il martedì e sabato dalle 8 alle 13 e dalle 14 alle 17,30.

Presso l’eco centro potranno conferire i rifiuti, così come adesso, esclusivamente i privati e non le aziende.

 

I CONTROLLI: I primi mesi i controlli saranno meno rigidi così da permettere alle utenze di abituarsi ai nuovi tipi ed ai nuovi giorni di raccolta, ma dalla metà di febbraio in poi si procederà a controlli più precisi e puntuali. Gli operatori che effettuano il servizio di raccolta lasceranno dei bollini colorati sul sacchetto che non verrà ritirato in caso di irregolarità:  a seconda del messaggio che si vuole comunicare all’utente si lascerà un bollino giallo se il materiale è stato esposto nel giorno sbagliato; rosso se il materiale è stato differenziato non correttamente.

 

LA TARIFFA: Non è cambiato il piano economico finanziario generale che anzi è diminuito di qualche decina di migliaia di euro per il 2021 e non ci saranno aggravi dei costi relativi al nuovo servizio ed al nuovo gestore dei rifiuti.

Cambierà comunque qualcosa relativamente ai nuovi metodi di calcolo dettati dalla nuova normativa ARERA  che va a ridistribuire tra le altre cose la tariffa incidendo maggiormente sul numero dei componenti ed un po’ meno sui metri quadri delle abitazioni. Cambierà qualcosa anche relativamente alle utenze commerciali dove inciderà maggiormente il tipo di rifiuti prodotto. Con gli uffici competenti e con l’assessorato al bilancio si sta quindi lavorando alla rimodulazione delle tariffe per stabilire meglio tutti i parametri.

 

SOTTO E’ POSSIBILE SCARICARE I MODULI PER LA RICHIESTA DEL SERVIZIO DI RITIRO DEI PANNOLONI E PANNOLINI E PER LA RICHIESTA DEL RITIRO DEL VERDE.

Adesione Servizio VERDE- COMUNI MEDIAVALLE Modulo Richiesta Pannoloni BARGA

Tag: , , , ,

Commenti

3


  1. Lieve diminuzione dei costi, a fronte di ulteriori richieste al cittadi, addirittura controlli sui rifiuti e tutto in mano ad Ascit. Un altro monopolio stile Gaia


  2. Chiedo se possibile una informazione per il verde, che credo interessi molti. La precedente azienda ritirava materiali solo se ci si presentava con mezzi non aziendali. Per intendersi, io ho un piccolo trattore abilitato alla circolazione stradale per ottenere la quale (normativa assurda) è necessario avere al momento dell’acquisto (ma dopo la chiudono tutti….) una partita iva agricola. Con quel mezzo Sistema Ambiente non consentiva lo scarico. Ascit come si muoverà in questo? Cioè, io non faccio l’agricoltore, ho solo la disponibilità di un mezzo agricolo… E non credo di essere l’unico da queste parti!


    • Crediamo che in tal senso le disposizioni cambieranno di poco. Ed i mezzi intestati a partita iva non potranno dunque entrare nell’eco centro. Meglio comunque chiedere informazioni all’URP di ASCIT al numero 800 942951

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.