Banco del non spreco a Fornaci; per riprendere l’importante servizio c’è bisogno di nuovi volontari. Appello di don Giovanni alla comunità

-

FORNACI – C’è da riprendere un importante servizio che riguarda tutte le realtà dell’Unità Pastorale di Fornaci, Loppia e Ponte all’Amia. Come spiega don Giovanni Cartoni, dopo lo stop legato all’emergenza coronavirus ed al lockdown, anche a Fornaci si vorrebbe riattivare l’importante supporto per tante famiglie  chiamato Banco del Non Spreco, ma ci sono problemi legati al numero dei volontari disponibili

Il Banco del non spreco prevede ogni aera di ritirare presso bar, pasticcerie ed esercizi alimentari aderenti, tutto quello che dalla sera non sarebbe più vendibile. Fino a marzo tutto questo veniva poi raccolto e selezionato presso la chiesa di Fornaci Vecchia dove le famiglie che avevano bisogno potevano andare a ritirare prodotti ancora freschissimi per il sostegno dei propri nuclei familiari.

Dopo la sospensione del servizio adesso mancano alcuni volontari, soprattutto anziani, che possano riprendere l’attività e che per vari motivi si sono ritirati.

L’invito di don Giovanni è dunque rivolto a coloro che volessero mettersi al servizio di questa bella iniziativa così da poter riprendere almeno dia primi di giugno, la distribuzione die prodotti.

Purtroppo la richiesta da parte delle famiglie è aumentata di molto in questo periodo e pertanto l’opera dei volontari per il Banco del Non Spreco diventa più che mai fondamentale

Chi volesse aderire può rivolgersi all’Unità Pastorale di Fornaci: Tel. 340 148 9487 o dongiovannicartoni@gmail.com

Tag: , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*