Agevolazioni per la promozione del commercio locale (ampliamento di esercizi commerciali già esistenti o riapertura di quelli chiusi da almeno sei mesi)

-

BARGA – Come riporta una nota dell’assessore al commercio Francesca Romagnoli, anche nel Comune di Barga, il DL n.34/2019, cosiddetto Decreto Crescita, convertito in Legge n. 58/2019, disciplina la concessione di agevolazioni in favore dei soggetti che procedono  situati nei territori dei Comuni con popolazione fino a 20.000,00 abitanti.

L’agevolazione può arrivare fino al 100% dell’importo richiesto. Il contributo è erogato dal Comune dopo aver effettuato i controlli sulla dichiarazione e ne determinerà la misura del contributo.

Le agevolazioni consistono nell’erogazione di contributi dall’anno di apertura o ampliamento fino ai 3 anni successivi.

Sono ammessi ad usufruire delle agevolazioni gli esercizi commerciali operanti nei settori:

Artigianato; Turismo; Fornitura di servizi destinati alla tutela ambientale, alla fruizione di beni culturali e al tempo libero; Commercio al dettaglio, limitatamente agli esercizi di cui all’articolo 4, c.1, lettere d) ed e), del d.lgs. n. 114/1998 (esercizi di vicinato e medie strutture di vendita), compresa la somministrazione di alimenti e di bevande al pubblico.

Sono escluse dalle agevolazioni: l’attività di compro oro, definita ai sensi del decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 92;  le sale per scommesse o che detengono al loro interno apparecchi da intrattenimento;- i subentri, a qualunque titolo, in attività già esistenti precedentemente interrotte; le aperture di nuove attività e le riaperture, conseguenti a cessione di un’attività preesistente da parte del medesimo soggetto che la esercitava in precedenza o, comunque, di un soggetto, anche costituito in forma societaria, che sia ad esso direttamente o indirettamente riconducibile.

I contributi sono previsti fino al 2023. La data di scadenza per la presentazione delle domande è solitamente il 28 febbraio di ogni anno. Il termine per la richiesta di contributo per l’anno 2020 è invece il 30 settembre 2020.

“Si è in attesa che i Ministeri competenti emanino i decreti necessari per la ripartizione del fondo fra i Comuni beneficiari – spiega –  l’Assessore Romagnoli –  ritengo comunque che questa sia una misura importante per i nostri territori. Pertanto non appena avremo tutti gli atti necessari convocheremo un incontro pubblico esplicativo dei contenuti di questa agevolazione”.

Tag: , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.