Partono i controlli con il tele laser sulle strade del comune di Barga. Campani: “Obiettivo non far cassa, ma combattere l’alta velocità”

-

BARGA – “Visto le numerose sollecitazioni ad intervenire che ci sono venute da diverSe località del territorio che sono Barga, Castelvecchio, San Pietro in Campo, Fornaci e Ponte all’Ania dove l’alta velocità risulta un pericoloso  problema – ci spiega la sindaca del comune di Barga Caterina Campani insieme al vice sindaco Vittorio Salotti che ha lavorato a fondonper organizzare questa operazione – come prima cosa abbiamo deciso di mettere in funzione il tele laser.- Non vogliamo però che questo sia soluzione da utilizzare per far cassa, tanto è che nel bilancio di previsione 2020 è stata addirittura diminuita la somma prevista in entrata relativa alle contravvenzioni legate al codice della strada. Proprio per questo prima di partire con questa attività di controllo vogliamo che tutta la popolazione sia debitamente informata della possibilità di essere sottoposto a controlli della velocità in particolare in queste strade.”

Così appunto la prima cittadina di Barga ed il vice Salotti  che parlano della prima iniziativa per combattere il fenomeno dell’alta velocità sulle strade barghigianbe: saranno controlli più stringenti proprio sulle strade più problematiche del comune: il vialone di Castelvecchio Pascoli, via della Repubblica e via Nazionale con Fornaci e Ponte all’Ania, lo stradone di San Pietro in Campo e via Pietro Funai a Barga. Lo aveva detto nelle settimane scorse la sindaca e adesso si comincia a fare ancora di più sul serio con l’entrata in funzione, molto presto, nei prossimi giorni, di un tele laser che la polizia municipale utilizzerà sugli stradoni appena indicati.

“Sarà uno, ma non l’unico dei provvedimenti che vogliamo mettere in atto per combattere il problema – dicono ancora  – Allo studio ci sono anche altre soluzioni che vorremmo attuare in special modo nelle aree più transitate come quelle di fondovalle tra Fornaci e Ponte all’Ania”.

Tag: , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*