Dramma sulla strada, 18enne muore nello scontro auto-moto

-

BARGA – Sono di quelle notizie che non vorresti mai raccontare. Una ragazzo di 18 anni residente a Barga, Francesco Tontini, è  morto intorno alle 21,30 di ieri sera per le ferite riportate in un drammatico incidente stradale avvenuto a Fornaci.

Una Ford Fiesta condotta da un 26enne di Ghivizzano si è scontrata con il giovane che viaggiava in sella alla sua moto Ktm. Uno schianto violentissimo avvenuto su via della Repubblica all’altezza dell’incrocio con via Galimberti, sulla dinamica del quale sta indagando la Polizia Stradale che è intervenuta per tutti i rilievi del caso. Sul posto sono subito arrivati di soccorritori della Misericordia del Barghigiano che hanno tentato l’impossibile per salvarlo allertando anche l’elisoccorso. Purtroppo il ragazzo, a causa delle ferite riportate dopo l’impatto che è stato fortissimo, distruggendo addirittura la moto, è deceduto durante il trasporto al campo sportivo Johnny Moscardini di Barga  dove sarebbe dovuto atterrare l’elicottero del 118. La salma del giovane è stata poi trasferita all’obitorio di Lucca.

L’uomo alla guida dell’auto, come da prassi in questi casi, è stato accompagnato in ospedale per gli accertamenti su eventuale uso di droga o abuso di alcool. La vittima, il cui padre è un militare dell’arma in servizio al radiomobile di Castelnuovo, aveva un impiego come meccanico apprendista in una officina di Castelnuovo Garfagnana ed era molto conosciuto in Valle del Serchio ma anche il Lucchesia per la sua grande passione per le moto da cross. La madre è una dipendente della stessa Misericordia del Barghigiano il cui personale ha ieri soccorso il giovane. Anche Francesco era un volontario e stava attendendo con impazienza la risposta alla sua domanda per poter entrare a far parte del servizio civile con la stessa Misericordia.

Anche ieri aveva prestato servizio alla Misericordia dove tutti lo conoscevano e volevano bene sia a lui che alla mamma, dipendente storica dell’associazione che cura il servizio 118 per il territorio della Media Valle.

Per tutti questi motivi nella tragicità del momento è stato drammatico anche l’arrivo dei volontari e degli uomini della Misericordia che hanno soccorso il giovane sempre con grande professionalità ma con le lacrime aglio occhi per quella tragedia che li toccava tutti da vicino.

Il personale dell’ambulanza insieme ai sanitari dell’automedica del 118 ha tentato l’impossibile fino all’ultimo, ma le condizioni di Francesco sono apparse da subito gravissime. Quando il giovane è arrivato allo stadio di Barga  dove doveva atterrare il Pegaso purtroppo era già deceduto. L’elicottero è dunque tornato alla base mentre il giovane è stato trasportato all’obitorio di Lucca a disposizione dell’autorità giudiziaria.

La strada dove si è verificato il pauroso incidente mortale, che è la SR 445, è rimasta interrotta a lungo, per consentire prima i soccorsi e poi i rilievi. A terra la moto da cross del ragazzo totalmente distrutta e le tracce terribili e shoccanti di quell’impatto che è costato la vita ad un ragazzo di appena diciotto anni con tanta voglia di vivere, tante speranze, la passione per la moto e per i motori, la voglia di fare la sua parte come volontario della Misericordia che lo aveva portato, pur se ancora minorenne, già a conseguire anche l’attestato di soccorritore di secondo livello. Ora stava speranza nell’accoglimento della sua domanda per il servizio civile che gli avrebbe permesso di realizzare un altro piccolo, grande sogno.

Ed era felice, ieri pomeriggio, dopo aver lasciato la Misericordia, perché sapeva che oggi avrebbe fatto il turno con altri giovani.

Anche i  motori erano il suo grande amore e per questo da qualche tempo aveva iniziato l’apprendistato come meccanico in un’officina di Castelnuovo.

Francesco viveva con la mamma Marilena Marcalli a Barga ed era tanto vicino alla mamma. Erano madre e figlio, ma anche fratelli per il bel rapporto che avevano di condivisione di tutto.

Il babbo Davide vive nel comune di Pescaglia e lavora al radiomobile di Castelnuovo. Anche lui è molto conosciuto nella comunità di Barga che stamani si è svegliata con questa tremenda notizia che lascia tutti attoniti ed addolorati.

A nome di tutta la comunità partecipiamo anche noi al grande dolore per la ingiusta perdita di un altro nostro figlio e ci stringiamo al dolore della mamma Marilena, del babbo Davide e di tutti i familiari.

Tag: , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.