Centro storico di Barga, i cittadini hanno incontrato il comune per esporre problematiche ed esigenze

-

BARGA – Un incontro con la popolazione del centro storico di Barga per capire problemi, idee, proposte di sviluppo e valorizzazione ed in generale le richieste e le esigenze della popolazione che risiede, circa 500 persone nella parte medievale di Barga.

L’incontro è stato organizzato lo scorso 8 ottobre a Barga, dietro richiesta della gente, dalla consigliera con delega al centro storico di Barga Maresa Andreotti ed ha visto la presenza anche della sindaca Caterina Campani. Notevole la partecipazione dei cittadini con circa una quarantina di presenti tra residenti ed attività del centro storico.

L’incontro è stato aperto da Maresa Andreotti, che ha sottolineato il fatto che lei stessa abita da tanti anni nel Castello ma che insieme al sindaco ed agli uffici ha voluto vedere Barga vecchia dal punto di vista di chi amministra, cercando di capire le problematiche oggettive di questa realtà da un altro punto di vista. C’è stato anche un sopralluogo con il sindaco, ha aggiunto, per le vie del centro storico, anche per capire le criticità maggiori.

Delle problematiche hanno poi parlato gli abitanti che hanno prospettato diverse cosa a cui mettere mano, non mancando anche di proporre idee interessanti. In linea di massima, gli interventi principali sono stati concentrati su due aspetti fondamentali, il decoro urbano e la vivibilità del castello, soprattutto circa la convivenza tra chi lo abita e le numero attività ed eventi estivi.

Tra le cose da risolvere per la gente la cattiva manutenzione del centro storico, d’estate poi invaso dalle erbacce come è avvenuto per le antiche mura. E’ piaciuta alla sindaca l’idea proposta di utilizzare per la pulizia delle mura un getto di vapore caldo come avviene a Lucca. Idea della quale ha preso nota per valutarne la fattibilità, aggiungendo che il problema della manutenzione è comunque un problema molto sentito dal Comune ed anche una grande spina nel fianco legata anche alla  notevole carenza di personale per seguire tutte le problematiche

A proposito di mura sindaco e Andreotti hanno confermato che a breve partiranno interventi di riqualificazione sia dell’arta di Porta Macchiaia che di quella del Fosso per 600 mila euro.

Tra i punti più importanti e più sentiti dalla gente quello delle difficoltà legate all’appuntamento di luglio con le Piazzette: musica troppo alta, mancanza di parcheggi, schiamazzi notturni, sporcizia e comportamenti incivili, sia dai turisti che da alcune piazzette sono le problematiche denunciate dai residenti. Troppo lunga la durata della festa, definita “quindici giorni da incubo” e pressante la richiesta di rimodulare il tutto, cercando di trovare una soluzione che venga incontro maggiormente non  solo alle esigenze turistiche e commerciali ma anche ai bisogno dei residenti.

Tra le altre problematiche toccate, il problema dei parcheggi, con la richiesta di non occupare frequentemente, come avviene adesso, il parcheggio del Fosso, che è uno dei principali punti di sosta per i residenti,; la richiesta di cestini “intelligenti” che permettano anche di raccogliere sigarette ed escrementi degli animali; una migliore valorizzazione dell’ufficio turistico che è adesso sottodimensionato, con anche la disponibilità da parte di una attività a supportare il servizio.

Per la questione decoro urbano è stata fatta presente anche la situazione del cantiere abbandonato da anni all’inizio di via della Fontana e di parte della piazza del Crocifisso chiusa con le transenne anch’essa da troppi anni, a causa di un muro pericolante che insiste su una proprietà privata. Problemi questi di non facile soluzione proprio perché in presenza di realtà private. E soprattutto complicate.

 

Si è poi parlato della possibilità di una nuova regolamentazione dei permessi d’ingresso nel centro della cittadina, con una scadenza annuale così da impedire l’ingresso a chi ormai non è più residente e lascia la propria macchina nei posteggi riservati, ma anche di una loro limitazione della ZTL ad una macchina per nucleo familiare oltre che dell’aggiunta di una telecamera sul Fosso per fare si che venga rispettata la Zona a Traffico Limitato.

Questo ed altro ancora alla base dell’incontro, con il primo cittadino che ha preso nota di tutto per cercare, ha detto, di analizzare e cercare soluzioni su tutte le problematiche sia a breve termine, in alcuni casi, che con tempi più lunghi, per le questioni più complesse; ma sempre cercando di instaurare con la gente una fattiva collaborazione ed un confronto costruttivo.

Il sindaco ha lasciato tutti con l’impegno a fissare un nuovo confronto entro la fine dell’anno per verificare quello che si è potuto fare per risolvere almeno alcune delle problematiche e dei progetti di cui si è parlato. Lavoro che verrà portato avanti insieme agli uffici ed agli assessorati competenti e con il coinvolgimento ovviamente della consigliera Maresa Andreotti in prima persona.

Tag: , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*