Commercio, attività produttive e ambiente, intervista con l’assessore Francesca Romagnoli

-

All’assessora Francesca Romagnoli per quanto riguarda la giunta del comune di Barga, sono andate sicuramente alcune delle deleghe più sensibili, per quanto riguarda in particolare il loro impatto sulla popolazione e sulle realtà produttive. A lei, fornacina, dipendente dell’Unione dei Comuni, le deleghe a politiche Ambientali ed energetiche, Commercio e attività produttive, occupazione. Il suo impegno ce lo illustra in questa intervista.

Quale sarà l’operato di Francesca Romagnoli per commercio ed attività produttive?

Il primo impegno è stato quello di incontrare il Cipaf ed  commercianti di Fornaci insieme al sindaco Caterina Campani. Martedì 25 giugno è in programma invece un incontro con i commercianti di ArtCom Barga. Il nostro obiettivo è quello di intraprendere con loro un percorso, arrivare ad un tavolo permanente che permetta di costruire progetti, da concordare insieme; di gestire meglio le opportunità esistenti: la ricerca di finanziamenti, di bandi, del come coordinare iniziative ed eventi.

Vogliamo creare un tavolo mensile nel quale poterci trovare, incontrare ed anche scontrare se ce n’è bisogno, per capire di volta in volta le problematiche da seguire. Vorremmo estendere questo tavolo permanente anche alle associazioni di categoria che possono darci una mano anche nella ricerca di opportunità e finanziamenti.

Tra i progetti da potenziare e portare avanti quelli legati ai centri commerciali naturali sia per Fornaci che per Barga, ma anche trovare la possibilità di studiare incentivi per il recupero dei tanti fondi sfitti che sono presenti nei due paesi, per una rivitalizzazione del tessuto commerciale che in questi anni ha pagato un prezzo veramente troppo alto alla crisi economica.

Credo peraltro che in tutto questo sia importante l’impegno a fare squadra, a superare campanilismi inutili per lavorare anche ad un programma di iniziative che sia unico. Un programma che guarda già alla programmazione per il prossimo anno.

Vogliamo coinvolgere in un lavoro comune successivamente anche le attività produttive, con un discorso ovviamente calibrato in base alle tipologie delle attività stesse; cercando comunque di capire come inserirle e coinvolgere nella vita dei nostri paesi, perché sono realtà importanti per noi.

Tra i progetti da realizzare anche quello di snellire meglio semplificare tutto quello che è l’iter burocratico legato al commercio, alle attività produttive ed anche ad altri settori come quello delle sagre.

L’obiettivo principe è quindi rifare il piano del commercio, ma vanno semplificate le pratiche con la creazione di veri e propri vademecum ad hoc che permettano a chi ne ha bisogno di orientarsi senza perdite di tempo nelle procedure da seguire ed in tutta la documentazione che serve.

Vorrei infine che per tutti i commercianti e le nostre attività fosse chiara fin da subito la mia disponibilità ad ascoltarli, anche singolarmente, in ogni momento in cui se ne presenterà il bisogno; sono a disposizione di tutti per cercare di risolvere tutte le problematiche del caso”.

Tra le altre sue deleghe importanti quella sulle politiche ambientali. Non le chiedo di parlare della questione pirogassificatore della quale ha già annunciato  se ne occuperà in prima persona il sindaco Campani, ma sul resto? Partiamo dai rifiuti…

“Mi permetta di specificare che sulla questione pirogassificatore seguirò la vicenda affianco del sindaco Caterina Campani e le darò tutto il supporto possibile. Per i rifiuti, martedì prossimo intanto mi incontro con Valfreddana recuperi che gestisce la raccolta dei rifiuti nel comune, per capire bene il sistema della raccolta, quello che è stato fatto, i numeri della raccolta differenziata che a Barga sono già notevoli. Vediamo comunque se possono essere trovate sinergie selezionare ancora di più la tipologia e migliorare il rapporto produzione del rifiuto/costo introducendo criteri per una maggiore equità fiscale (la cosiddetta tariffa puntuale: tariffe più precise per chi riesce a differenziare e riciclare di più.

Aumenteremo il controllo utilizzando le normative a disposizione per scoraggiare coloro che ancora hanno un comportamento negativo verso la pratica dello smaltimento dei rifiuti”.

Sulle politiche ambientali quali gli altri obiettivi?

“Sulle politiche ambientali ho diversi progetti che vorrei sviluppare. Sicuramente mi concentrerò sul  progetto “Comuni Plastic Free”, introducendo strumenti e buone pratiche, cercando di utilizzare il più possibile prodotti ecosostenibili e cercando di diminuire l’utilizzo di plastica. Già stanno facendo tanto le nostre associazioni, ma vorrei incrementare questo progetto a partire proprio dalle sagre gastronomiche comunali e sarebbe bello poter alla fine caratterizzare le nostre feste con una specie di marchio di evento plastic free.

Sulla plastica le idee sono tante e gli esempi vengono anche dall’estero: penso ad una sinergia con alcune attività, negozi e supermercati che potrebbero essere il punto di riferimento per la raccolta della plastica (compattatori), offrendo magari sconti o promozioni per i cittadini più virtuosi.

Ovviamente bisogna lavorare anche sul ridurre la produzione dei rifiuti, plastica in particolare ed in tal senso tra le idee che vorrei portare avanti, l’installazione di distributori di acqua negli edifici pubblici e casette dell’acqua microfiltrata nelle frazioni, con la fornitura anche di appositi contenitori così da ridurre l’utilizzo di bottiglie di plastica.

Tra le altre iniziative quella di voler incentivare il compostaggio domestico ed anche la pratica del riuso, per poter recuperare e magari poter mettere a disposizione di altri prodotti ancora buoni che altrimenti manderemo in discarica. E’ un progetto complesso questo, ma bisogna provarci.

Questa amministrazione intende anche provvedere ad installare colonnine di ricarica elettrica su punti del territorio dove maggiormente si concentra il traffico, da utilizzare per coloro che già possiedono mezzi a trazione elettrica quali, bici autovetture ecc. con lo scopo di promuovere un turismo che preveda un trasporto eco-compatibile verso i nostri territori.

Questi alcuni dei progetti, delle idee da sviluppare riprendendo la strada tracciata nella precedente amministrazione la commissione “Rifiuti Zero” che sarà una delle prime cose da cui ripartirò”.

Tutto questo partendo da una base già ottima. Dai tanti progetti che sull’ambiente ha realizzato la passata amministrazione comunale che ha lavorato davvero molto bene.

Questione risparmio energetico, quali i progetti?

“Sono quelli che sono stati anche annunciati o ribaditi nelle settimane scorse, nel nostro prigramma. Da ricordare che grazie alla passata amministrazione è in atto un importante progetto che riguarda tutta l’illuminazione pubblica del Comune per un importo complessivo di oltre 2 milioni di euro; nei prossimi mesi  vi sarà la sostituzione di tutti i corpi illuminanti, l’installazione di 90 punti luce distribuiti su tutto il territorio e l’efficientamento delle centrali termiche di tutti gli edifici pubblici. Altri interventi sull’efficientamento energetico, già finanziati, vedranno coinvolte le scuole, in particolare la scuola primaria di Barga, per € 242.000, la scuola secondaria Fornaci di Barga per € 355.000, la Scuola infanzia Castelvecchio Pascoli per € 442.000 ed infine, per € 402.000 la Scuola Filecchio.”

Tag: , , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.