Casa Pascoli in festa

-

Una bella giornata di festa quella che si è tenuta ieri nel giardino di Casa Pascoli, in piena fioritura primaverile: la prima edizione della manifestazione “Casa Pascoli… è maggio”, sorta su iniziativa della Fondazione Giovanni Pascoli e della Misericordia e dei Donatori di Sangue di Castelvecchio, in collaborazione con Unitre Barga e Pro Loco, ha presentato un ricco programma con notevole successo di pubblico.

Il via la mattina con la visita guidata ai luoghi pascoliani del centro storico: sono state una cinquantina le persone che, al suono delle campane de “L’ora di Barga”, hanno attraversato le carraie alla scoperta dei luoghi legati alla memoria del poeta; ancor di più i partecipanti alla passeggiata (compresi gli amici a quattro zampe) che in compagnia degli scout hanno percorso il sentiero dal Mulino del Candino e dal ponte sulla Corsonna, giungendo a piedi a Casa Pascoli.

Nel giardino della Casa Museo, grazie anche alla clemenza del tempo, si è tenuto un bel pranzo degli antichi sapori a base di polenta, affettati, salumi e dolci, seguito da un momento ricreativo. Gli alunni della classe IV elementare e delle I e II media dell’Istituto Comprensivo di Barga, assieme ad alcuni ragazzi del Liceo Scienze Umane dell’ISI, hanno letto e recitato alcune delle più famose liriche del poeta, con gli intermezzi musicali della Filarmonica G. Luporini di Barga che ha interpretato magistralmente alcuni brani di colonne sonore cinematografiche. Il tutto corredato dalla possibilità, ovviamente, di visitare la Casa Museo dove Giovanni visse i momenti più sereni e prolifici della sua esistenza.

 

Il pomeriggio è stato anche occasione per il presidente della Fondazione Pascoli Alessandro Adami di annunciare i contenuti della prossima serata del 10 agosto, appuntamento clou della cultura estiva barghigiana: l’edizione 2018 sarà dedicata al cinquantesimo anniversario dell’Associazione Lucchesi del Mondo e vedrà la lettura delle poesie da parte del grande attore Alessandro Haber.

Tag: , , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*