Commercianti Barga, c’è fermento. Presto una nuova associazione? Confronto con il Comune

-

Verso la rinascita di una associazione che tenga uniti e valorizzi i diritti ed i valori del tessuto commerciale di Barga. E’ sicuramente questa la notizia emersa dall’incontro avuto lunedì sera a Barga da un nutrito gruppo di commercianti della cittadina che hanno voluto incontrare l’Amministrazione Comunale di Barga, chiamata a rispondere ad una serie di richieste e di informazioni anche su alcune problematiche del paese.

Intanto da sottolineare la davvero numerosa partecipazione e l’entusiasmo dimostrato dagli operatori commerciali della cittadina; una dimostrazione in parte di quanto sicuramente si faccia sentire la crisi e ci sia bisogno di aiuto ma anche e soprattutto della volontà di non lasciarsi andare, di reagire e di fare squadra insieme cercando anche di sollecitare la collaborazione del Comune nella valorizzazione del tessuto commerciale.

Un

entusiasmo che sicuramente di qui a breve porterà alla costituzione ufficiale di un’associazione. L’idea emersa dall’incontro, è quella di riprendere le sorti dell’Associazione Per BARGA, ancora esistente e di far confluire al suo interno tutti i commercianti e gli operatori per poi dare vita anche ad un programma di iniziative di promozione e valorizzazione da portare avanti autonomamente; anche per confrontarsi in modo più efficace con le istituzioni.

Nonostante alla fine sia stata apprezzata l’attenzione e la disponibilità a confrontarsi fornita dal Comune, non sono mancate anche critiche e richieste di chiarimenti all’Amministrazione Comunale, prima tra tutte quella dell’attuale sistemazione del mercato ambulante del sabato che non convince assolutamente i commercianti, così come è stato organizzato, diviso tra la nuova piazza Pascoli e Piazzale Matteotti. Meglio, il parere di molti, tornare a riutilizzare via del Giardino ed il vecchio tracciato perché la sistemazione attuale ha non poco snaturato il mercato e penalizzato anche gli stessi commercianti.

Non è arrivata in proposito la risposta attesa da parte del Comune presente all’incontro con il sindaco Marco Bonini, l’assessore al commercio Gianpiero Passini, il vicesindaco Caterina Campani, i consiglieri comunali Lorenzo Tonini, Lara Baldacci e Stefano Santi: impossibile organizzare il mercato diversamente, impossibile riutilizzare via del Giardino per i problemi relativi alla sicurezza (strada troppo stretta) per il mercato settimanale, mentre qualche possibilità di ricreare il vecchio tracciato del mercato ci sarebbe sia per il mercato sotto le stelle proposto in luglio ed agosto, che per la fiera di San Rocco. Per quanto riguarda l’attuale mercato i banchi attuali di grandi dimensioni ospitabili in piazza Pascoli sono il massimo anche se c’è l’impegno per creare una nuova graduatoria che dia la possibilità a banchi di minori dimensioni di utilizzare gli spazi disponibili in piazza Pascoli, allargandosi su via Mordini.

Tra le varie richieste quella di estendere anche al secondo mercoledì di agosto il mercato sotto le stelle (ci sarebbe l’intenzione infatti di rilanciare da parte dei commercianti la manifestazione Aspettando San Rocco (dal 1° al 13 agosto); l’istituzione di zona disco orario in via del Giardino ed invece che il Comune valuti di rimettere a disco orario il piazzale Matteotti (attualmente a pagamento ma praticamente sempre vuoto e quindi inutile per i commercianti). Chiesta anche più attenzione alla promozione turistica del paese ed alla promozione dei negozi con critiche anche nei confronti dell’attuale ubicazione poco idonea dell’ufficio turistico che invece dovrebbe essere presente nella parte nuova.

Chiesta più attenzione, più visibilità ma garantita anche la collaborazione ed iniziative di cornice, in occasione del grande evento atteso per giugno a Barga con il raduno nazionale dei Polentari da tutti considerato una grande occasione con la presenza a barga di migliaia di persone.

Tag: , , , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.