La visita al frantonio delle Trine

-

Nelle dolci ed assolate colline di Tiglio c’è ci coltiva la terra con grande passione. Le famiglie di Amedeo e Giuliana Santi e Leonello e Fortunata Diversi svolgono, tra le altre, una attenta opera di presidio del territorio montano, ma soprattutto realizzano, grazie alla terra, prodotti di qualità, grazie ad un grande amore. Lo sanno bene anche i bambini della scuola dell’infanzia di Gallicano che nelle settimane scorse hanno fatto visita al frantoio che alle Trine, tra Filecchio e Tiglio, ha realizzato Leonello Diversi.
Ce ne parla questa lettera scritta dalle insegnanti e dai genitori della scuola, che dalle colonne di questo giornale vogliono ringraziare chi li ha ospitati.

“Venerdì 29 ottobre i bambini di 5 anni della Scuola dell’Infanzia di Gallicano sono stati accolti a Casa Diversi in loc. Trine, per visitare il frantoio di Leonello Diversi. Con grande cordialità e competenza, i bambini sono stati accompagnati a raccogliere in piccole ceste le olive, che poi sono state frante per ottenere l’olio e mostrare loro l’intero ciclo della lavorazione.
A guidare i piccoli contadini, nell’oliveto in Località Le Trine, è stata la gentilissima signora Giuliana Santi, che ha spiegato ai bimbi come si raccolgono le olive, e fornendo delle piccole canne ha dato loro il modo di “sculacciare” (termine gradito dai bambini) le fronde per far cadere i frutti sulle reti precedentemente sistemate.
Leonello ha invece mostrato il frantoio situato nella sua cantina, dove i bambini hanno osservato interessati le fasi della lavorazione che portano alla produzione dell’olio. I bimbi sono stati anche deliziati da una piccola e gradita merenda preparata usando l’olio come ingrediente, e hanno ricevuto in dono delle graziosissime bottigline, decorate con ramoscelli di olivo, e delle olive che useranno a scuola per completare la fase di osservazione diretta.
La visita guidata si è svolta in linea con la programmazione scolastica che, partendo dalla storia di “Olivella” ha avviato i bimbi alla scoperta dell’oliveto, dell’oliva e dell’olio evo, ingrediente base delle nostre abitudini alimentari.
I genitori, le insegnanti e soprattutto i bambini, vogliono ringraziare la famiglia Diversi e i coniugi Santi per la magnifica esperienza offerta ai bambini. In una annata dove la produzione di olio a livello nazionale è stata in crisi per colpa della brutta stagione estiva, aprire ai bambini la propria abitazione, per mostrare i risultati del loro lavoro è stato visto, oltre come gesto di grande disponibilità, anche come esempio da ricordare: l’amore, la passione, e il sacrificio, danno sempre i loro frutti, che in questo caso sono delle splendide e genuine olive”.

Tag: , , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*