Anziano si ferisce gravenente sui monti di Renaio

-

Ore 18,20 – Arrivano gli ultimi sviluppi sulla notizia pubblicata poco fa di un uomo rimasto ferito sui monti di Renaio nel comune di Barga. L’uomo, G.G., 70 anni, residente a Miliano, ma originario di Fornaci di Barga dove si trovava in vacanza, non era un cercatore di funghi; è rimasto seriamente ferito dopo una caduta lungo uno dei sentieri che si trovano nei pressi del rifugio della Vetricia. Le sue condizioni sono gravi a causa di un forte trauma cranico.
Tutto è accaduto attorno alle 15,30. L’uomo di trovava a trascorrere qualche ora al fresco nei pressi del rifugio “Giovanni Santi” in compagnia della moglie. Dopo pranzo ha deciso di fare una passeggiata in solitaria e proprio mentre stava camminando, per cause ancora da accertare, è scivolato battendo violentemente la testa su alcuni sassi. Fortuna ha voluto che poco distante si trovasse un volontario del Soccorso Alpino di Lucca, residente nella

zona, che ha prestato i primi soccorso ed ha deciso di allertare il Pegaso resosi conto della gravità delle ferite riportate dall’anziano.
Sul posto, come già scritto in precedenza, sono intervenuti i mezzi della Misericordia del Barghigiano ed i sanitari del 118, che hanno poi provveduto a trasportare il ferito a valle. L’elicottero di soccorso è atterrato come detto nei prati di loc. Bebbio, pochi chilometri sotto l’abitato di Renaio. Da qui l’uomo è stato trasportato presso l’ospedale Cisanello di Lucca.

Ore 17,30 – Nuovo infortunio tra i cercatori di funghi. Un uomo, pare residente a Fornaci , è rimasto seriamente ferito questo pomeriggio mentre si trovava a cercare funghi nella zona di Loc. Fondone, vicino al torrente Corsonna, qualche chilometro sopra il rifugio della Vetricia di Renaio.
Si ignorano per il momento le cause dell’incidente, sicuramente l’uomo è caduto procurandosi una grossa ferita al capo, ma la caduta potrebbe essere stata causata anche da un malore. Comunque sia , dopo essere svenuto, l’uomo, soccorso tra gli altri da un poliziotto non in servizio che abita nella montagna di Barga, è rinvenuto in forte stato confusionale.
Sul luogo dell’incidente si sono recate le ambulanze della Misericordia del Barghigiano con i sanitari del 118 ed è stato allertato anche il Pegaso. Le notizie per il momento sono ancora frammentarie; si parla di un atterraggio di fortuna del velivolo di soccorso nei prati di Bebbio, per poter caricare il ferito.
Se sarà possibile, aggiorneremo prossimamente questo articolo con maggiori dettagli.

Tag: , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.