La prima prova della Maturità. I giudizi degli studenti

-

Oggi circa 500 mila studenti hanno affrontato (e stanno affrontando mentre scriviamo) in tutta Italia la prima prova scritta della maturità., la prova di italiano. Già da giorni in Rete era partito il toto-tema. E come ogni anno le ipotesi sono state le più diverse, anche se alla fine quasi tutte le previsioni sono state puntualmente smentite.
Stamattina il ministro Giannini ha comunicato in diretta tv la password per «decriptare» le tracce che verso le 8,30 erano già tutte online.
Il tema letterario è stato sui versi del poeta siciliano; Salvatore Quasimodo. Ai ragazzi è stato chiesto di analizzare la poesia «Ride la gazza nera sugli aranci» tratta dalla raccolta «Ed è subito sera».(Tipologia A – Analisi del testo )
Comunque sia questo autore, almeno secondo le testimonianze raccolte tra i maturandi delle scuole superiori di Barga, non era minimamente atteso.

Ecco le altre tracce in breve:
Tipologia B – Saggio breve
– Ambito artistico letterario – Il tema del dono
– Ambito socio-economico – Le nuove responsabilità
– Ambito storico-politico – Violenza non-violenza: due volti del Novecento
– Ambito tecnico-scientifico – La tecnologia pervasiva
Tipologia C – Tema di carattere storico
– L’Europa del 1914 e l’Europa del 2014: quali le differenze? (sul confronto tra l’Europa di oggi e quella di ieri)
Tipologia D – Tema di attualità
– Riflessioni sulle periferie, partendo da un testo di Renzo Piano. (Ispirandosi ad una frase di Renzo Piano , che è stata scelta per il tema di ordine generale. Lo spunto per la traccia è stato infatti tratto da un intervento firmato dal celebre architetto e senatore a vita sull’inserto “Domenica” del «Sole 24 Ore» del 26 gennaio scorso dal titolo «Il rammendo delle periferie»).

Qualche commento sulle tracce per la prova di italiano, come detto, lo abbiamo raccolto a caldo intervistando alcuni degli studenti in uscita dalla prova che per quanto riguarda le scuole dell’ISI di Barga (dall’ITI di Borgo a Mozzano, fino all’Alberghiero, ai licei, all’ITC di Barga) ha coinvolto in totale 200 ragazzi pari a 10 classi. Tutti o quasi hanno trovato la traccia adatta alle proprie capacità e interessi e il piccolo campione di studenti che abbiamo incontrato è apparso abbastanza soddisfatto di questa prima prova. (Più sotto potete ascoltare i loro commenti). In generale i ragazzi hanno giudicato gli argomenti meno difficili rispetto alle tracce del 2013.

Comunque sia da oggi è iniziata per tanti giovani una importante avventura. Un’altra classe di adolescenti si appresta a conquistare il sospirato titolo affrontando le ormai note tre prove scritte (dopo la lingua italiana, domani materia di indirizzo e poi “quizzone”) per concludere poi, tra qualche settimana, con l’esame orale.
Archiviata la prima prova scritta, sia andata come è andata, domani 19 giugno i ragazzi saranno di nuovo in aula per la prova di indirizzo, che avrà come oggetto il greco per il Liceo Classico, lingua straniera per i licei linguistici, pedagogia per i licei psicopedagogici, , economia aziendale per Ragioneria, alimenti e alimentazione per gli istituti alberghieri.
A tutti, in bocca al lupo

Tag: , , , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.