- di Redazione

“Non fiori ma goals di CR7”; il manifesto funebre per l’addio al supertifoso Doro

BARGA – Non fiori ma….goals di CR7! Così il manifesto funebre che annuncia la morte di Mario Stefanini di 77 anni, residenta a Fornaci, dove era conosciuto come il “Doro”.

- di Redazione

Nove sindaci del territorio per Minniti

Nove sindaci della Provincia di Lucca, firmano appello per la candidatura di Marco Minniti al prossimo congresso del Pd: sono i sindaci di Barga, Borgo a Mozzano, Careggine, Castelnuovo Garfagnana, Fosciandora, Molazzana, Pescaglia, Seravezza, Villa Basilica. A favore dell’ex ministro dell’interno, nelle prossime ore dovrebbe schierarsi anche il capogruppo del Pd in Senato Andrea Marcucci

- di Redazione

Pirogassificatore Kme, il Comune di Barga presenterà ricorso contro la Regione

BARGA – Continua la battaglia del comune di Barga contro l’eventuale realizzazione di un gassificatore costruito da KME a Fornaci di Barga. Battaglia che ora si estende anche alla giunta regionale chiamata in causa in un ricorso che verrà presentato alla Presidenza della Repubblica. Una vera e propria piccola bomba quella che ieri sera brevemente è stata annunciata ai consiglieri comunali dal sindaco Marco Bonini, nelle comunicazioni finali. C’era tempo fino a giovedì scorso per espletare la pratica del ricorso ed il comune, dopo attenta valutazione con i propri tecnici e legali, ha deciso di procedere. Come ha spiegato, spingere il tal senso la giunta municipale, i molti riferimenti a questo accordo che si ritrovano nella domanda di approvazione del progetto di KME presentata in Regione nei giorni scorsi. In data 14 novembre la giunta ha così comunale ha approvato una delibera  per la presentazione di un ricorso avverso alla deliberazione della giunta regionale Toscana del giugno 2018 . Il…

- di Redazione

Tanti soldi ai comuni della Valle del Serchio per la videosorveglianza

E’ stata approvata, con decreto del Ministro dell’Interno datato 12 novembre 2018, la graduatoria definitiva delle richieste presentate dai Comuni per l’ammissione ai finanziamenti previsti dalla legge n.48/2017 in materia di sicurezza delle città. La spesa complessiva autorizzata a livello nazionale è pari a 37 milioni di Euro. In provincia di Lucca tra i Comuni che avevano presentato istanza di finanziamento si sono utilmente collocati in graduatoria sette Comuni, salvo eventuale scorrimento della graduatoria Nazionale. Si tratta dei Comuni di Fabbriche di Vergemoli collocatosi al 64° posto che riceverà un contributo pari a 9.500 Euro, Porcari, che riceverà un contributo pari a 18.000 Euro; Careggine che riceverà un contributo pari a 27.000 Euro, Castiglione di Garfagnana (14.800 Euro);  Lucca (240.000 Euro); Fosciandora (3.250 Euro); Villa Basilica (208.600 Euro). La graduatoria è consultabile sul sito della Polizia di Stato al seguente link http://www.poliziadistato.it/statics/46/graduatoria-finale.pdf. Le richieste di finanziamento sono state inoltrate al Ministero a seguito della stipula di apposito protocollo tra questa…

- di Redazione

Coldiretti, finanziamenti UE, la Toscana può fare meglio

Sono molte le inefficienze della Pubblica Amministrazione nell’erogare i contributi che arrivano dall’Unione Europea; in particolare, rischiano di tornare nelle casse di Bruxelles i finanziamenti europei per lo sviluppo rurale. Ci sono regioni come Puglia, Abruzzo, Liguria, Marche e Friuli Venezia Giulia – sottolinea la Coldiretti – che rischiano di perdere parte delle risorse perché non sono riuscite a pagare alle imprese, entro il termine dei tre anni dall’impegno. Dallo stato di attuazione dei Programma di sviluppo rurale (PSR),  aggiornato al 31 ottobre, emerge che la spesa relativa alla programmazione 2014-2020 è stata pari in media solo al 23% del totale con in testa – riferisce la Coldiretti – la Provincia di Bolzano (51%), il Veneto con il 39% come la Provincia di Trento e a seguire la Calabria che con il 30% è prima al Sud tallonata dalla Sardegna con un livello di spesa del 29%, il Piemonte (26%) come l’Umbria, la Toscana (25%) come l’Emilia, il Molise (24%),  la…

- di Redazione

Libellula: “Pirogassificatore, stessi inquinanti di inceneritori tradizionali”

BARGA – Sul sito della Regione è stato pubblicato il progetto della Kme e c’è subito un commento del movimento “La Libellula”, contrario al progetto: “Gli inquinanti dichiarati sono gli stessi degli inceneritori tradizionali”. Ecco il testo del comunicato della “Libellula”: “Dopo tanta attesa è stato pubblicato il mega-progetto di KME sul sito della Regione Toscana, dando il via all’iter amministrativo di 180 giorni per l’approvazione o meno dello stesso. Come annunciato più volte, il progetto promette un miglioramento dell’impatto ambientale dello stabilimento attraverso lo spegnimento dei forni a gas (già spenti da anni, per la cronaca), ma anche con una forte riduzione degli inquinanti emessi dai forni elettrici tramite interventi sui punti di emissione e sui sistemi di abbattimento per ridurre la concentrazione degli inquinanti; il calcolo delle emissioni viene fatto in base alla produzione fusoria autorizzata allo stabilimento, cioè 252.000 tons in entrambi gli scenari, presente e futuro. Domanda: questi interventi non erano possibili e forse addirittura opportuni comunque, indipendentemente dal progetto e soprattutto dal…

- di Redazione

Toscana, pastori sul piede di guerra

Sale la febbre nel comparto ovi-caprino toscano, già in sofferenza per il prezzo del latte in continuo calo e la situazione difficile per i continui attacchi dei predatori. Ultima tegola sul settore le disdette dei contratti di fornitura di latte che Alival e Granarolo stanno comunicando ai pastori in particolare di Grosseto, Siena e Pisa. Che la situazione del comparto non sia facile ne è testimonianza la chiusura ad inizio estate dello storico caseificio Ciolo di Castel del Piano che ha chiuso i battenti dopo quasi 35 anni di attività. Coldiretti Toscana davanti ad una situazione che può annunciarsi drammatica non ha esitato a prendere carta e penna e scrivere al presidente della giunta regionale Enrico Rossi e all’assessore all’agricoltura Marco Remaschi. “Riteniamo che se tale atteggiamento, che va ad aggiungersi ad una riduzione diffusa del prezzo, dovesse sostanziarsi – si legge nella missiva – il danno sui territori interessati sarebbe gravissimo sia in termini economici che occupazionali. Basta considerare…

- di Redazione

Sì dei lavoratori al piano di rilancio della Kme

BARGA – Quasi il 90% dei lavoratori Kme ha votato a favore dell’accordo sindacati – azienda, legato al piano di rilancio che passa attraverso il progetto del pirogassificatore.

- 1 di Redazione

Kme di nuovo all’attacco di Marcucci e Bonini

BARGA – Sul progetto del pirogassificatore a Fornaci la Kme torna ad attaccare Andrea Marcucci e Marco Bonini. In un comunicato l’azienda accusa il senatore e il sindaco di Barga di seguire interessi elettoralistici o personali. Secondo la Kme la politica seguita fino ad ora dai due esponenti Pd vuole semplicemente bloccare il progetto senza proporre soluzioni alternative credibili per la riduzione dei costi energetici. “Si tratta di una politica – scrive ancora la Kme – che non supporta sviluppo ed occupazione e che non è nemmeno ambientalista perché chiede di non presentare in Regione un progetto di riduzione dell’impatto ambientale”. Atteggiamenti di una politica, altrove paladina dello sviluppo sostenibile con dati verificabili e scelte razionali, che in Valle del Serchio cavalca strumentalmente logiche  “Nimby” (non nel mio cortile) forse per interessi elettoralistici o personali.Una politica che secondo KME: “Non segue le regole. Cerca di superare procedure e normative obbligatorie con proclami  pieni di luoghi comuni. Non si fida delle…

- di Redazione

Nora Spirale, Marcucci chiede a Di Maio di convocare il tavolo di concertazione

“Ho chiesto nuovamente al ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio di non stare con le mani in mano e di convocare subito il tavolo di concertazione con l’azienda Nora-Spirale”. Lo annuncia il capogruppo del Pd a Palazzo Madama Andrea Marcucci. “Ci sono da salvare decine di posti di lavoro-sottolinea Marcucci-e l’azienda continua a non rispondere alle questioni poste dagli Enti locali. E’ per questo che deve muoversi e con urgenza il Governo”, conclude il presidente dei senatori dem

- di Redazione

Dalla Regione un Piano per le aree interne, Giovannetti (Pd): “Azione fondamentale per Valle del Serchio, importante un cambio di passo”

“Un fondamentale cambio di passo nelle politiche rivolte alle aree interne e montane. Una strategia organica regionale per promuovere progetti finanziabili dedicati a questa parte della Toscana, dalla mobilità all’istruzione, ai servizi sanitari, all’agricoltura, al turismo. Non posso che sostenere con forza questa azione politica pensando al territorio da dove provengo, in cui bisogna fare il massimo per venire incontro alle aziende qui attive così come per favorire nuovi insediamenti produttivi, un territorio difficile, in cui dobbiamo imparare a far convivere sviluppo industriale e tutela dell’ambiente, paesaggi e risorse enogastronomiche, storiche e culturali incomparabili, che è doveroso valorizzare e far diventare una leva propulsiva per la crescita. Fa bene il presidente Rossi a dire che dopo la costa dobbiamo concentrarci sulle aree interne. Abbiamo sempre parlato di una Toscana a tre velocità, ora, dopo i doverosi interventi per le aree costiere, questa deve essere finalmente la volta buona per rendere competitiva un’intera regione concentrandosi sulle aree interne. Abbiamo tenuto conto…

- di Redazione

Da giovedì 15 novembre scatta l’obbligo di catene a bordo o pneumatici da neve montati sugli autoveicoli

La Provincia di Lucca informa che da giovedì 15 novembre torna in vigore, a livello nazionale, l’ordinanza che prevede l’obbligo di catene a bordo di tutti i veicoli a quattro ruote (auto, mezzi pesanti e tir) o gli pneumatici da neve montati, su tutte le strade provinciali, regionali e statali sopra i 200 metri sul livello del mare. Il provvedimento, peraltro previsto dall’articolo 6 del Codice della strada, rimarrà in vigore fino al 15 aprile 2019. L’ente di Palazzo Ducale ricorda che durante il periodo autunnale ed invernale, infatti, le viabilità provinciali e regionali di Lucchesia e Alta Versilia sono spesso interessate da neve e/o dalla formazione di ghiaccio, soprattutto nelle zone pedemontane e montane, indicativamente al di sopra dei 200-300 metri di quota. L’ordinanza è pensata come forma di tutela della pubblica incolumità: un intervento di prevenzione per evitare il blocco del traffico in caso di nevicate La Provincia di Lucca – con il proprio Servizio di neve e…