Tag: sara moscardini

- di Redazione

“Caro alle Muse e caro al mio cuore”, presentato il libro su Alfredo Caselli

  È stato presentato ieri nel giardino della Fondazione Ricci il libro commemorativo dei 100 anni della morte di Alfredo Caselli, imprenditore e mecenate lucchese che con il suo Caffè animò tanta della vita culturale cittadina tra ‘800 e ‘900. Le sale del Caffè Caselli, poi Di Simo, nei decenni hanno ospitato personaggi del calibro di Giosuè Carducci, Giuseppe Ungaretti, Enrico Pea, Giacomo Puccini e Giovanni Pascoli che di Caselli divenne amico fraterno, costruendo con lui uno scambio epistolare di centinaia e centinaia di lettere che ricostruiscono puntualmente tante delle vicende biografiche e letterarie del poeta di Castelvecchio. A presentare il libro, edito dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca con il sostegno della Fondazione Giovanni Pascoli, sono stati gli autori Sara Moscardini e Pietro Paolo Angelini, da anni impegnati nel portare avanti il ricordo di Caselli con le celebrazioni che tradizionalmente in agosto si tengono a San Pellegrino in Alpe, in località Pradaccio, dove il mecenate lucchese perse la…

- di Redazione

Intense memorie di Barga

BARGA – Le memorie di Barga, ecco la cronaca della manifestazione che è andata in scena ieri sera nella piazzetta San Felice, organizzata da tanti anni grazie alla spinta dell’Arciconfraternita di Misericordia di Barga e che da sempre hanno visto come principale protagonista, stella indiscussa ed amata da tutti per la sua passione per Barga, Graziella Cosimini. Graziella a questa edizione ha preso parte in qualità di regista. Dopo l’incidente di percorso e di salute che l’hanno interessata nei mesi scorsi, in suo aiuto sono venute tante donne riconoscenti del bello che in queusto anni ha saputo regalarci,  che hanno deciso di condividere con lei un nuovo corso della serata: Maresa Andreotti per il comune e poi Sara Moscardini e Valeria Belloni. Tutte hanno fatto la propria parte con l’aiuto anche di Paul Moscardini e naturalmente del governatore della Misericordia Enrico Cosimini.  A completare un nuovo corso tutto bargeo, il pianista Andrea Anfuso e la giovanissima soprano barghigiana Celeste Nardi…

- 1 di Redazione

Rinnovato il direttivo dell’Istituto Storico Lucchese

Con la fine del 2019 è scaduto, in base allo statuto, il mandato quinquennale del direttivo della sezione barghigiana dell’Istituto Storico Lucchese; sono stati cinque anni intensi, pieni di iniziative sia di carattere strettamente culturale sia di riscoperta del territorio, che hanno visto le iscrizioni dei soci triplicate e soprattutto la formazione di un gruppo ben affiatato e coeso, maturato in un clima di amicizia in nome degli interessi storici comuni. Ieri, presso la Biblioteca Comunale, si è tenuta l’Assemblea dei Soci che ha visto dunque il rinnovo del direttivo, con elezioni di risultato unanime. Alla direzione dell’Istituto è stata confermata Sara Moscardini; confermato anche Luca Galeotti nelle vesti di Addetto stampa. Rivoluzionate invece le altre cariche con la scelta di Pier Giuliano Cecchi come Vicedirettore, Ivano Stefani Addetto culturale, Maria Elisa Caproni Addetto alla didattica e Alessio Vanni Segretario. Dunque, un augurio di buon lavoro all’Istituto Storico Lucchese, perchè nel quinquennio 2020-2024 continui su questa strada attiva, nel pieno…

- di Redazione

La memoria di Barga

L’Arciconfraternita di Misericordia di Barga organizza con il patrocinio della Propositura e del comune di Barga, l’attesa serata “La memoria di Barga”. L’appuntamento, in piazza San Felice, è per sabato 3 agosto dalle 21. Parteciperà alla serata, per le parti musicali che accompagneranno l’evento, il trio di Sara Maghelli. La parte della “memoria” sarà affidata come sempre alla insuperabile interprete del sentimento e dell’essenza di Barga, Graziella Cosimini accompagnata quest’anno da Sara Moscardini, la presidente della sezione di Barga dell’Istituto Storico Lucchese. Sono state loro a curare questa edizione, Si parlerà quest’anno del tema “C’erano le stagioni…”    

- di Redazione

La stampa ritrovata della Grande Guerra: inaugurata la mostra alla Fondazione Ricci

Sabato mattina la Fondazione Ricci Onlus di Barga e la locale sezione dell’Istituto Storico Lucchese hanno aperto ufficialmente sul territorio le celebrazioni per i cento anni dalla conclusione del primo conflitto mondiale. Lo hanno fatto con un convegno di studi e l’apertura di una mostra, entrambi gremiti e molto apprezzati. La mattinata, aperta dalla Presidente della Fondazione Cristiana Ricci, ha visto gli interventi del prof. Umberto Sereni, che ha delineato il quadro storico italiano negli anni della Grande Guerra, del col. Vittorio Lino Biondi con un intervento sul soldato italiano durante il conflitto, della prof.ssa Natalia Sereni che ha delineato il peculiare rapporto degli emigrati della Valle del Serchio con la madre patria durante e dopo la guerra, e di Pier Giuliano Cecchi che ha tracciato una geografia delle lapidi e dei monumenti memoriali presenti nel barghigiano. A questi interessanti contributi è seguita, alla presenza del senatore Andrea Marcucci, l’inaugurazione della mostra “Grande Guerra: la stampa ritrovata”, curata da Nazareno…

- di Redazione

Bicentenario Misericordia. Graziella Cosimini e Sara Moscardini consorelle onorarie

BARGA – Lunedì 18 dicembre 2017, si è tenuto a Barga, presso il Conservatorio di Sant’Elisabetta, l’ultimo incontro formativo Gruppo Volontari Ospedalieri dell’Arciconfraternita di Misericordia di Barga. L’iniziativa ha preso avvio con la Messa per i Volontari presso la chiesa annessa al Conservatorio, a seguire l’incontro formativo tenuto con Don Stefano Serafini. Al termine la cena sociale, che ha previsto la consegna da parte del Governatore Enrico Cosimini di due attestati di Consorelle Onorarie dell’Arciconfraternita di Misericordia alla prof. Graziella Cosimini e alla dott. Sara Moscardini, per essersi distinte nel tempo per il loro contributo culturale a favore della stessa Misericordia. Insieme ai due meritati attestati anche la consegna di altri due attestati di benemerenza. Un primo attestato è stato consegnato a Cristian Tognarelli, segretario del sodalizio, per il contributo dato alla realizzazione della mostra storica sulla Misericordia in occasione del Bicentenario. L’altro è stato consegnato al vicegovernatore Pier Giuliano Cecchi, per il contributo dato alla realizzazione delle iniziative e, con…

- di Redazione

Arciconfraternita, 22 agosto 1817: 200 anni e non sentirli.

Per celebrare il bicentenario dell’Arciconfraternita di Misericordia, oggi guidata dal governatore Enrico Cosimini, a Barga si è iniziato il 5 agosto con “Voci e Tradizioni del Barghigiano”, una serata curata da Graziella Cosimini con l’intervento musicale del maestro Julian Evans e del soprano Sally Li; la celebrazione è seguita il 19 con l’inaugurazione di una mostra nella chiesa di San Felice, sede dell’Arciconfraternita, curata da Cristian Tognarelli, Pier Giuliano Cecchi e Sara Moscardini, ed è continuata con la presentazione del libro scritto dal Cecchi e dalla Moscardini intitolato “L’Arciconfraternita di Misericordia di Barga compie 200 anni”. Il volume, che ripercorre questi duecento anni con notizie, documenti e immagini, si apre con un attento resoconto storico su come sia nata e si sia sviluppata l’associazione da quel lontano 22 agosto 1817, firmato Sara Moscardini, la quale conclude il lavoro delineandone le attività fino ai primi anni del nuovo millennio. Questi due interessanti pezzi sono inframezzati da una ricerca certosina di Pier…

- di Redazione

L’Arciconfraternita di Misericordia di Barga compie 200 anni: presentati il libro e la mostra

Lo scorso sabato 19 agosto nella chiesa di San Felice si sono ufficialmente avviate le celebrazioni per il bicentenario dell’Arciconfraternita di Misericordia di Barga. Ricorreva infatti il 22 agosto 1817 quando il Granduca Ferdinando III con proprio rescritto conferiva questo titolo alla confraternita barghigiana del Crocifisso, che nei mesi precedenti si era distinta per il soccorso alla popolazione esercitato durante l’epidemia di tifo petecchiale che aveva colpito la cittadina. In quell’occasione la confraternita del Crocifisso, già operante da diversi secoli in ambito religioso e caritativo, si era spontaneamente offerta di soccorrere gli ammalati e trasportare i defunti nell’ospedale provvisorio allora creato nel soppresso convento di S. Francesco; visto l’egregio servizio svolto, parve meritorio alle autorità comunali fare istanza per l’elevazione della compagnia al titolo di Misericordia. Nei decenni successivi compagnia del Crocifisso e Misericordia presero due strade diverse e quest’ultima prese stabile dimora nella chiesa di S. Felice, dove permane tutt’ora; le sue attività, per buona parte del XIX e…

- di Redazione

Famiglie, comunità e genealogie a Barga

La ricerca genealogica come indagine sulla propria famiglia, sulle proprie radici, ma anche come chiave filosofica, scientifica e sociale di una comunità piccola ma che nasconde risvolti interessanti. Sono alcuni dei temi emersi sabato 11 marzo durante l’incontro “Barga: storie di famiglie, storie di comunità”, tenutosi in Biblioteca a Barga e promosso da Amministrazione comunale e Istituto Storico Lucchese. Davanti a un nutrito ed interessato pubblico si sono succeduti gli interventi dei relatori, che hanno analizzato da vicino il lavoro di ricerca genealogica, secondo diversi punti di vista e in base alle proprie esperienze personali. Ha introdotto la questione Manuele Bellonzi, che si è occupato con un approccio originale delle ragioni che conducono a compiere una ricerca genealogica; ne hanno poi parlato Sara Moscardini che ha delineato il percorso metodologico e le fonti archivistiche cui deve ricorrere il ricercatore, Pier Giuliano Cecchi che ha parlato di alcuni dei lavori compiuti durante il suo percorso di approfondimenti storici, e Cristian Tognarelli…

- Commenti disabilitati su “Cento anni in cento fogli”: aperta la mostra sui cento anni di crescita e di convivenza tra Fornaci e la “Metallurgica” di Redazione

“Cento anni in cento fogli”: aperta la mostra sui cento anni di crescita e di convivenza tra Fornaci e la “Metallurgica”

Un evento dedicato alla comunità di Fornaci e cui i fornacini hanno partecipato in tantissimi: si tratta della mostra “Cento anni in cento fogli: Fornaci di Barga e la metallurgica della famiglia Orlando”, la mostra organizzata da Istituto Storico Lucchese sez. Barga e Cento Lumi col patrocinio dell’Amministrazione comunale per ricordare i cento anni della presenza della SMI in paese. Una presenza che è stata pervasiva: la SMI per Fornaci non ha significato solo posti di lavoro, ma ne ha accompagnato e condizionato la crescita urbana, sociale, materiale, facendo di questo piccolo borgo rurale dei primi del ‘900 una vera e propria cittadella industriale, in cui la storia di ogni famiglia è stata in qualche misura legata alla “metallurgica”. Ed è stata folta e sentita la partecipazione del paese all’apertura della mostra, curata da Ivano Stefani, appassionato studioso di storia locale, e dal direttore dell’Istituto Storico Lucchese Sara Moscardini. I visitatori hanno potuto non solo vedere i cento pannelli che…

- di Redazione

In mostra le carte del P.C.I. di Barga

Stamani tante persone, amministratori, vecchi militanti e semplici curiosi si sono affollati presso la sede del PD di Barga al Giardino. Qui infatti si inaugurava la mostra “Le carte della politica. L’archivio del P.C.I. di Barga”, una attenta selezione di materiali provenienti dal fondo documentario raccolto e custodito dal vecchio Partito Comunista barghigiano. Si tratta di una delle prime iniziative promosse dai forum tematici sorti in seno al PD nel corso degli ultimi mesi. Alcuni mesi fa lo spostamento del PD dalla storica sede “Ansano Aurori” in Vicolo del Sole ai nuovi ambienti di largo Roma, ha fatto emergere il ricco patrimonio del Partito, consistente in un fondo librario e in una decina di faldoni contenenti documentazione dagli anni ’70 agli anni ’90 dello scorso secolo. L’archivio del P.C.I. è di estremo interesse in quanto comprende materiali che normalmente non si conservano, quali volantini e ciclostilati; a questi si aggiungono manifesti, opuscoli, materiale propagandistico e elettorale, circolari, giornali, carteggi e…

- di Redazione

Presentato il libro su Mariù Pascoli al Conservatorio

Ieri è stato presentato di fronte a un nutrito pubblico il volume “Maria Pascoli, la signorina di Castelvecchio” di Sara Moscardini e Pietro Paolo Angelini. La presentazione, tenutasi presso il Conservatorio di Santa Elisabetta a Barga, coincide coi giorni della scomparsa di Mariù, morta nella notte tra il 4 e il 5 dicembre di 62 anni fa. Durante la giornata sono stati raccontati i rapporti tra i fratelli Pascoli e l’Istituto di Santa Elisabetta. Il Conservatorio può essere annoverato tra i luoghi del cuore pascoliani, non solo perché Giovanni e Mariù ebbero sempre a cuore un tema come l’istruzione, ma anche perché sostennero sempre in concreto l’esistenza di questa piccola e plurisecolare realtà.Il primo a ricostruire questo rapporto fu Pier Giuliano Cecchi che in occasione del centenario pascoliano nel 2012 recuperò la memoria di una visita che il poeta fece al Conservatorio nel 1901 nella veste di ispettore ministeriale.Anche fra la sorella del poeta e l’istituto furono costanti i contatti…

  • 1
  • 2