Tag: sanità

- di Redazione

A proposito del reparto Medicina della Valle del Serchio…

In merito alla struttura di Medicina della Valle del Serchio, dopo le notizie apparse sui giornali circa una possibile chiusura del reparto di medicina presente presso l’ospedale “Santa Croce” di Castelnuovo, l’Azienda USL Toscana Nord Ovest – tramite la referente delle attività sanitarie di Lucca e Valle Michela Maielli – precisa quanto segue: “Non è cambiato nulla a livello organizzativo perché la Medicina era anche in precedenza una struttura complessa unica con una sezione aggregata a Castelnuovo Garfagnana. L’esaurimento, già previsto, di una responsabilità di struttura semplice a Castelnuovo, non comporta variazioni di sorta nella gestione dei ricoveri, che vengono regolarmente effettuati sia a Barga che a Castelnuovo, e non determina alcun impoverimento del servizio ma un’ottimizzazione dell’organizzazione, attraverso una maggiore flessibilità. Le attività ospedaliere di Medicina sono strettamente legate e la struttura complessa unica ha garantito nel tempo una sempre più forte integrazione tra i due stabilimenti ospedalieri della Valle del Serchio, che è la strada migliore per continuare…

- di Redazione

Sanità: 18,4 milioni di finanziamenti dalla Regione. Giovannetti (Pd): “Manteniamo l’impegno assunto”.

La consigliera regionale Ilaria Giovannetti (PD, componente della commissione sanità), ieri con un proprio comunicato ha confermato i 6 milioni stanziati dalla regione per gli ospedali della Valle del Serchio e riferisce del dettaglio di altri finanziamenti che riguardano la ex Asl 2: «La giunta regionale ha approvato la ripartizione di finanziamenti statali e dei relativi cofinanziamenti per la riqualificazione della rete ospedaliere e quindi confermo quanto preannunciato dal sindaco di Castelnuovo, Andrea Tagliasacchi. Ai 6 milioni di euro destinati alla realizzazione delle sale operatorie di ostetricia a Barga e chirurgiche a Castelnuovo si aggiungono altri interventi molto attesi che interesseranno strutture strategiche della ex ASL n. 2 per un totale di ben 18,4 milioni. Tutto ciò rappresenta in maniera evidente la volontà dell’assessore alla salute Stefania Saccardi, che ringrazio, di tenere fede agli impegni presi con il territorio ed i cittadini non più tardi di pochi mesi fa, traducendo in azione concreta il lavoro della commissione sanità del Consiglio…

- 1 di Redazione

Visita agli ospedali di Barga e Castelnuovo per la consigliera regionale Ilaria Giovannetti

(nella foto da destra a sinistra Ilaria Giovannetti, Marco Bon ini, Michela Maielli) Un tour negli ospedali della provincia di Lucca per rendersi conto di persona degli aspetti positivi e di quelli da migliorare nella sanità locale in un momento di grande cambiamento, a quasi un mese dall’istituzione dell’Azienda USL Toscana Nord Ovest. La consigliera regionale – membro della Terza commissione sanità e politiche sociali – Ilaria Giovanetti ha iniziato il suo giro dagli stabilimenti ospedalieri di Barga e Castelnuovo Garfagnana, che compongono il presidio integrato della Valle del Serchio, accompagnata dal sindaco di Barga e presidente della Conferenza dei Sindaci della Valle Marco Bonini e dalla vice sindaco di Castelnuovo Patricia Tolaini). Erano presenti anche la responsabile delle attività sanitarie di Lucca e Valle Michela Maielli e la responsabile del presidio della Valle Romana Lombardi. La consigliera regionale ha visitato le due strutture e si è confrontata a lungo con le due responsabili e con i professionisti delle due…

- di Redazione

Amici del Cuore: forti criticità nel reparto e negli ambulatori di cardiologia della Valle

Ci sono forti criticità sul Reparto di Cardiologia di Castelnuovo Garfagnana e sugli Ambulatori di Barga dove oltre alle visite cardiologiche, vengono eseguiti gli esercizi di riabilitazione di primo livello.Lo denuncia Mauro Campani presidente dell’Associazione Amici del Cuore della Valle del Serchio. “Gli Amici del Cuore rimarcano tutte le criticità che questi servizi stanno soffrendo ormai da lungo tempo ed in particolare la insufficiente presenza di personale medico ed infermieristico, nonché la precaria situazione della strumentazione in uso presso i due presidi ospedalieri. Come Associazione, pur consapevoli del particolare momento di profonda trasformazione – dichiara Campani – non possiamo considerare accettabile il fatto che non si tengano assolutamente in considerazione le numerose criticità che sono segnalate anche dai Responsabili del Settore Cardiologico. Sollecitiamo pertanto una rapida presa di coscienza e ci auguriamo che sia fatto tutto il possibile in modo da poter garantire i livelli di assistenza necessari ad una patologia come quella cardiaca dove la tempestività e la certezza…

- 3 di Redazione

Sanità della Valle, Bonini: “Preoccupato e incavolato per l’atteggiamento dell’ASL”. Sì all’assemblea pubblica

Sono diverse – continua – le criticità nella sanità ospedaliera della Valle del Serchio, sia a Barga che a Castelnuovo, ma anche se le istituzioni non ne parlano, non è vero che non se ne occupano. Sono invece molto preoccupato per non dire incavolato di quello che sta accadendo e di come l’azienda sta gestendo i servizi sanitari ed ospedalieri. A breve contatterò i componenti dell’Osservatorio e volentieri quanto prima stabiliremo una data per questa assemblea pubblica alla cui organizzazione non ho niente in contrario Così le parole del sindaco in risposta alle critiche ed alle iniziative dell’Osservatorio della Sanità della Valle del Serchio che ha lanciato una petizione online (che ad oggi ha raccolto circa 160 firme) per richiedere un’assemblea pubblica affinché il sindaco informi la popolazione su quello che sta accadendo alla sanità della Valle. Il principale problema – continua Bonini – sta nel modo di agire dell’ASL che non rispetta quelle che sono le linee politiche impostante…

- di Redazione

Un consiglio straordinario sulla sanità. Lo chiedono Sereni, Mastronaldi e Santini

La richiesta al sindaco del comune di Barga, da parte dell’osservatorio della sanità della valle del Serchio, di organizzare un incontro pubblico aperto ai cittadini, per avere chiarimenti definitivi sulla situazione dell’ospedale san Francesco di Barga, va ascoltata. Lo affermano i consiglieri Guido Santini, Luca Mastronaldi e Umberto Sereni che chiedono al sindaco Bonini, di indire un consiglio comunale straordinario, con ordine del giorno la situazione sanitaria nella valle del Serchio. Un dibattito aperto che deve avere particolare riferimento all’ospedale di Barga. Il consiglio, chiedono ancora i tre consiglieri, dovrebbe svolgersi in un luogo idoneo ad ospitare la cittadinanza e: “Sarebbe utile anche la presenza del consigliere regionale Ilaria Giovannetti, per illustrare anche la posizione e le iniziative della regione per la sanità della Valle del Serchio”.

- di Redazione

Osservatorio Sanità: lanciata petizione per richiedere incontro pubblico al sindaco Bonini

Osservatorio della Sanità mobilitato per la difesa dell’ospedale di Barga. Dopo le dure critiche rivolte al primo cittadino di Barga ed alle istituzioni, ritenuti colpevoli di essere assenti di fronte alla drastica riduzione dei servizi del reparto di ostetricia di Barga, l’Osservatorio ha lanciato una petizione popolare (le firme vengono raccolte online) per richiedere al Sindaco di Barga, di incontrare la cittadinanza in un’assemblea pubblica, con possibilità di contraddittorio per i cittadini, i comitati e le associazioni che vogliano partecipare. L’incontro viene richiesto perché secondo l’Osservatorio: “Da mesi è calato il silenzio sulla ‘vicenda ospedale’, un silenzio che spaventa, un silenzio che mette in forte dubbio la sopravvivenza del nosocomio e la possibilità di cure adeguate e sostenibili per i cittadini, un silenzio che i cittadini di Barga, e più ingenerale della Media Valle e Garfagnana non meritano”. “Oggi più che mai le criticità nell’ Ospedale S. Francesco di Barga sono all’ordine del giorno – continuano – Quasi impossibile fare…

- di Redazione

L’Osservatorio denuncia: “In corso la smobilitazione del reparto ostetricia di Barga”

E’ in corso una costante smobilitazione dei servizi ospedalieri del “San Francesco” ed in particolare si sta tentando in tutti i modi di ridurre al minimo ed affossare il reparto di ostetricia e ginecologia, a tutto vantaggio dell’ospedale San Luca di Lucca. Così dichiara l’Osservatorio della Sanità in Valle del Serchio che critica duramente il sindaco di Barga, Marco Bonini chiedendosi perché il Comune resta muto e non informa i cittadini su quanto sta accadendo nel reparto maternità ed in generale sulle smobilitazioni in corso al “San Francesco” “All’Ospedale S. Francesco di Barga stanno continuando a svuotare reparti, con un modus operandi che ha il sapore di un piano in vista di una prossima chiusura – dichiara l’Osservatorio – . Quello che ci lascia più perplessi è quanto sembra accadere nel reparto di Ostetricia e Ginecologia, uno dei reparti ancora d’eccellenza e uno degli ultimi baluardi del San Francesco ancora in grado di funzionare perfettamente grazie alla competenza e all’esperienza…

- di Redazione

Osservatorio: urgente il potenziamento degli ospedali della Valle

Lo afferma l’Osservatorio della sanità Valle del Serchio in questo comunicato: “Sembra finalmente conclusa la lunga disputa circa la costruzione di un nuovo ospedale in Valle del Serchio, dopo che l’assessore regionale alla sanità ha espresso parere positivo sulla conservazione dei due ospedali già esistenti: il San Francesco di Barga e il Santa Croce di Castelnuovo che costituiscono un unico valido Presidio Ospedaliero. È tempo allora di provvedere in modo rapido ad un POTENZIAMENTO e ad una RIORGANIZZAZIONE dei medesimi dopo il lento, silenzioso stillicidio di impoverimento dei servizi esistenti, effettuato in nome di un necessario risparmio economico che, sfortunatamente, ha nociuto alla prestazione delle cure necessarie per quel bene primario che è la salute. Senza perderci in inutili recriminazioni e tenuto conto dei servizi già esistenti, in sintesi, avanziamo le seguenti proposte ai nostri amministratori, ai dirigenti ASL e ai vertici politici: DEROGA DEL DECRETO BALDUZZI in forza della particolare situazione ambientale sia sotto il profilo sismico che viario…

- di MeCap

Formazione dirigenti ASL al Renaissance Tuscany il Ciocco, spesi quasi 94mila euro

Il 16 e 17 ottobre il Renaissance Tuscany Il Ciocco Resort e Spa ha ospitato 177 dirigenti delle Asl di Firenze, Pistoia, Prato e Empoli per un momento formativo voluto dal commissario Paolo Marchese Morello in vista dell’unificazione delle quattro aziende sanitarie in un’unica macroarea. Costo dell’operazione: quasi 94mila euro, una spesa che secondo il commissario “rientra nei piani annuali di formazione”; una spesa – secondo il calcoli del quotidiano La Nazione, che equivale a 2929 elettrocardiogrammi. Barga e la sanità, un rapporto quanto mai complicato. Anche quando non si parla di servizi ospedalieri ma solo di formazione dei dirigenti. È notizia di questi giorni, questa mattina riportata anche dal quotidiano la Nazione, che il nostro territorio è stato scelto per una speciale due-giorni di formazione dedicata ai dirigenti delle ASL di Firenze, Prato, Pistoia e Empoli in vista dell’unificazione nella prevista macro area che accorperà le quattro aziende in un’unica entità. A quanto si apprende, il commissario nominato dalla…

- 1 di Redazione

Comitato Sanità su incontro con assessore Saccardi e raccolta firme contro la Legge 28

Anche il Comitato per la sanità nella Valle del Serchio interviene sull’incontro avuto tra i sindaci della Valle e l’assessore alla sanità regionale, Stefania Saccardi. Il Comitato si chiede quanto sia credibile la brusca inversione di marcia della Regione, con l’accantonamento del progetto ospedale unico ed il salvataggio delle due strutture esistenti. “La scorsa settimana gli amministratori della Valle hanno incontrato l’assessore regionale alla Sanità Stefania Saccardi: la riunione si è purtroppo svolta a porte chiuse, ma al termine dell’incontro è stato possibile per i cittadini avere un breve scambio di battute con l’assessore. Il comitato Per la Sanità nella Valle del Serchio ha chiesto alla Saccardi rassicurazioni rispetto a quanto Enrico Rossi, per bocca della dottoressa Sabina Nuti, prospettò tempo fa per il nostro presidio: un drammatico ridimensionamento, con trasformazione dell’ospedale in un “PIOT – Presidio Integrato Ospedale Territorio”, cancellazione di moltissimi reparti e drastica riduzione dei posti letto. A questa preoccupazione, la Saccardi ha risposto in modo sprezzante:…

- di Redazione

L’Osservatorio sanità: “I cittadini vengano coinvolti nelle decisioni che riguardano la loro salute”

L’Osservatorio della sanità della Valle interviene sulla questione della riorganizzazione ospedaliera della Valle, dopo l’incontro avvenuto a Castelnuovo tra l’articolazione zonale dei sindaci e l’assessore regionale Stefani Saccardi, criticando anche la scelta di non far intervenire all’incontro i cittadini e le associazioni. Chiede infine un maggiore coinvolgimento della cittadinanza sulle scelte future riguardanti i temi sanitari “A nulla sono valse – scrivono – le nostre rimostranze nei confronti di questa ennesima riunione privata avente ad oggetto cose pubbliche. I sindaci, presidente e vicepresidente in testa, hanno deciso che il pubblico e la stampa dovevano restare fuori concedendoci, in fondo, un resoconto della riunione a porte aperte. Abbiamo aspettato pazientemente, per quasi due ore fuori dalla sala dell’ Unione Dei Comuni, dopodiché ci siamo arresi e ce ne siamo andati. Crediamo però che la cittadinanza non debba più soffrire questa mancanza di informazione e chiediamo pertanto al Sindaco di Barga, come promesso durante questo vivace scambio di opinioni, di renderci partecipi…