Tag: prosa

- di Redazione

Finché giudice non ci separi

La stagione del Differenti di Barga continua con una commedia brillante, “Finché giudice non ci separi”. Da vedere non solo perché, tra i protagonisti, Nicolas Vaporidis è super amato così come Luca Angeletti, che si è conquistato la simpatia del pubblico grazie alla serie di Rai 1 “Tutti pazzi per amore” nel ruolo di Giulio. Tutti i personaggi che danno vita a “Finché giudice non ci separi” sono volti noti, grazie ai loro lavori non solo teatrali: lo è Augusto Fornari, che ricordiamo nel film di Rocco Papaleo ”Basilicata coast to coast“, più i vari film d’autore diretto da Ettore Scola, come in “Concorrenza Sleale” e “Gente di Roma” (riconosciute d’interesse nazionale dalla Direzione generale per il cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali). Sul palco anche l’affascinante Laura Ruocco (era accanto ad Enrico Montesano in “Stasera che Sera 2” con Fabio Fazio e Claudio Bisio nel film “Un giorno fortunato”). Anche Tony Fornari ha tanti successi…

- di Redazione

Al Differenti in scena con Vaporidis – Angeletti “Finché giudice non ci separi”

La stagione del Differenti di Barga continua con una commedia brillante, “Finché giudice non ci separi”. Da vedere non solo perché, tra i protagonisti, Nicolas Vaporidis è super amato così come Luca Angeletti, che si è conquistato la simpatia del pubblico grazie alla serie di Rai 1 “Tutti pazzi per amore” nel ruolo di Giulio. Tutti i personaggi che danno vita a “Finché giudice non ci separi” sono volti noti, grazie ai loro lavori non solo teatrali: lo è Augusto Fornari, che ricordiamo nel film di Rocco Papaleo ”Basilicata coast to coast“, più i vari film d’autore diretto da Ettore Scola, come in “Concorrenza Sleale” e “Gente di Roma” (riconosciute d’interesse nazionale dalla Direzione generale per il cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali). Sul palco anche l’affascinante Laura Ruocco (era accanto ad Enrico Montesano in “Stasera che Sera 2” con Fabio Fazio e Claudio Bisio nel film “Un giorno fortunato”). Anche Tony Fornari ha tanti successi…

- di Redazione

Fabrizio Diolaiuti e l’Intervista al cervello

Fabrizio Diolaiuti in INTERVISTA AL CERVELLO SHOW Barga, Teatro dei Differenti Venerdì 2 dicembre, ore 21 Fabrizio Diolaiuti, noto volto televisivo, porterà il suo spettacolo dedicato al “Cervello” al Differenti di Barga. L’evento, in programma venerdì prossimo, 2 dicembre (ore 21), sarà ad ingresso libero come annunciato dall’Amministrazione Comunale che ha così voluto ringraziare i numerosi abbonati alla stagione di prosa del teatro barghigiano, mettendo in cartellone questo spettacolo oltre ai nove previsti come consuetudine nella stagione di prosa. Gli abbonati non dovranno fare altro che confermare la partecipazione in modo da avere il proprio posto riservato. La serata sarà comunque aperta a tutti, sempre ad ingresso libero, ma anche in questo caso è comunque consigliato prenotare. Lo spettacolo è tratto dal libro Intervista al Cervello, (Sperling & Kupfer) scritto dal professore Ubaldo Bonuccelli, ordinario di neurologia all’università di Pisa e da Fabrizio Diolaiuti, giornalista ed uomo di spettacolo. Il libro è stato un piccolo caso letterario riscuotendo tanto successo…

- di Redazione

Intervista al cervello show

Fabrizio Diolaiuti in INTERVISTA AL CERVELLO SHOW Barga, Teatro dei Differenti Venerdì 2 dicembre, ore 21 Fabrizio Diolaiuti, noto volto televisivo, porterà il suo spettacolo dedicato al “Cervello” al Differenti di Barga. L’evento, in programma venerdì prossimo, 2 dicembre (ore 21), sarà ad ingresso libero come annunciato dall’Amministrazione Comunale che ha così voluto ringraziare i numerosi abbonati alla stagione di prosa del teatro barghigiano, mettendo in cartellone questo spettacolo oltre ai nove previsti come consuetudine nella stagione di prosa. Gli abbonati non dovranno fare altro che confermare la partecipazione in modo da avere il proprio posto riservato. La serata sarà comunque aperta a tutti, sempre ad ingresso libero, ma anche in questo caso è comunque consigliato prenotare. Per prenotazioni: Ufficio Cultura del Comune di Barga, telefono 0583724791 (dalle 9 alle 13) oppure cultura@comunedibarga.it o anche su Facebook Teatro dei Differenti

- di Redazione

Chiusa la stagione di prosa dei record al teatro dei Differenti. Mai così bene da dieci anni

Con l’incontro pubblico e poi lo spettacolo di Vincenzo Salemme in sold-out, si è conclusa come meglio non poteva, lo scorso 6 aprile, la stagione di prosa 2015/16 del teatro dei Differenti. Salemme ha richiamato con il suo “Sogni e bisogni” nel settecentesco teatro barghigiano circa 300 spettatori, per il tutto esaurito e per una serata che ha convinto tutti per divertimento e bravura del protagonista. Prima dello spettacolo l’incontro con alcuni fans presso la sala consiliare di Palazzo pancrazi; uno dei tanti incontri, anche stavolta condotto dal giornalista Andrea Giannasi, che hanno accompagnato questa stagione di prosa, consentendo al pubblico barghigiano di approfondire la conoscenza con il mondo del teatro. Al di là del successo dell’ultima serata, quello che merita incorniciare sono i numeri di questa stagione di prosa, apertasi nel novembre 2015 e che alla fine è risultata, proprio per i numneri, la stagione di maggior successo degli ultimi dieci anni. In totale, tra spettatori accorsi di volta…

- di Redazione

A Barga arriva Vincenzo Salemme con Sogni e Bisogni

Vincenzo Salemme, che definisce il teatro la sua ”isola felice dove ogni sera guarisce un po’“, torna al Differenti di Barga con Sogni e bisogni – Incubi e risvegli, di cui è protagonista, autore e regista. Lo spettacolo, che chiude il fortunato cartellone di prosa 2015/2016 del “Differenti”, sarà in scena mercoledì 6 aprile alle ore 21. Prologo alla serata l’incontro aperto al pubblico, alle ore 18, nella Sala Consiliare del Comune di Barga. Una commedia dall’umorismo acuto, estremamente partenopea, due ore in cui si ride e si riflette, senza mai essere volgare nonostante il protagonista: un pene. L’intreccio narrativo infatti ruota attorno a due personaggi: Rocco Pellecchia e il suo pene. Ispirato al celebre romanzo di Moravia Io e lui, a differenza di questo l’organo sessuale maschile si stacca materialmente dal corpo del legittimo proprietario e diventa egli stesso un uomo. Una commedia divertente, come ci ha abituato ormai il noto attore napoletano che gli appassionati potranno anche incontrare…

- di Redazione

Sogni e bisogni

Vincenzo Salemme, che definisce il teatro la sua ”isola felice dove ogni sera guarisce un po’“, torna al Differenti di Barga con Sogni e bisogni – Incubi e risvegli, di cui è protagonista, autore e regista. Lo spettacolo, che chiude il fortunato cartellone di prosa 2015/2016 del “Differenti”, sarà in scena mercoledì 6 aprile alle ore 21. Prologo alla serata l’incontro aperto al pubblico, alle ore 18, nella Sala Consiliare del Comune di Barga, per parlare dello spettacolo e firmare autografi. Ad intervistarlo il giornalista ed editore Andrea Giannasi. Info per l’incontro: Ufficio Cultura del Comune di Barga – 0583724791; 0583724742

- di Redazione

A Barga arrivano i “Duellanti” Alessio Boni e Marcello Prayer

Il Teatro dei Differenti di Barga si prepara ad ospitare, fra i primi teatri in Italia, una nuova e grande produzione. Si tratta de «I duellanti» di Joseph Conrad con Alessio Boni e Marcello Prayer. Il lavoro vede in scena anche Francesco Meoni e la violoncellista Federica Vecchio e nasce grazie all’incontro con il drammaturgo aretino Francesco Niccolini e con Roberto Aldorasi che ha collaborato con Boni anche alla regia. I due protagonisti sono anche andati a perfezionare le loro abilità di schermidori da Renzo Musumeci Greco, famoso maestro di scherma scenica che ha insegnato a incrociare le spade a tanti artisti e cantanti d’opera. E sarà Alessio Boni a impersonare il nordico Armand D’Hubert, uomo affascinante e misurato, trascinato – solo apparentemente suo malgrado – in una sfida che non finisce mai dal pari grado Gabriel Florian Feraud, francese del sud, guascone e rabbioso. Un duello sfibrante che dura vent’anni e che vede i due fare carriera nelle file…

- di Redazione

I Duellanti con Alessio Boni e Marcello Prayer

Il Teatro dei Differenti di Barga si prepara ad ospitare, fra i primi teatri in Italia, una nuova e grande produzione. Si tratta de «I duellanti» di Joseph Conrad con Alessio Boni e Marcello Prayer. La storia è nota: Gabriel Florian Feraud, guascone iroso e scontento, e Armand D’Hubert, posato e affascinante uomo del nord, sono ufficiali del più grande esercito dell’Ottocento: la Grande Armée di Napoleone Bonaparte. Per motivi ignoti, senza che nessuno conosca il perché di questo odio così profondo che li accompagnerà per vent’anni, inanellano sfide a duello che li accompagnano lungo le rispettive carriere fino allo scontro decisivo. Due uomini che non possono fare a meno l’uno dell’altro, rassegnati a un destino a cui nessuno dei due può sottrarsi. Alessio Boni incarna incubi e ossessioni che dall’Ottocento accompagnano la cultura occidentale fino allo sfacelo della Seconda Guerra Mondiale. Ma è la prima volta in assoluto che il racconto pubblicato da Conrad nel 1908 viene adattato per…

- di Redazione

Al Differenti in scena “Due partite”

Sabato 12 dicembre (ore 21) il Teatro dei Differenti ospiterà una nuova tappa della stagione di prosa. Uno spettacolo atteso che sta riscuotendo successo, e lusinghiere critiche, dal suo debutto avvenuto meno di un mese fa a Roma. Due partite è un grande testo, scritto da Cristina Comencini, con in scena un cast stellare: Giulia Michelini, Paola Minaccioni, Caterina Guzzanti, Giulia Bevilacqua. Due partite è un lavoro, che nella versione cinematografica di nove anni fa vantava quattro grandi attrici, e che adesso, sul palcoscenico, ritrova nuovamente la dimensione di una commedia divertente e raffinata. In scena sul palcoscenico del Teatro dei Differenti di Barga giovani protagoniste del mondo televisivo con al loro attivo tante fiction di successo, film, programmi tv. L’allestimento è firmato da Paola Rota, già collaboratrice di Cristina Comencini. Un appuntamento fra i più attesi della stagione del Differenti. In scena quattro donne, molto amiche tra loro, giocano a carte e parlano in un salotto. Si ritrovano lì…

- di Redazione

L’Orchestra della Toscana a Barga con il suo ottetto d’archi

Dopo il successo dello spettacolo di apertura della stagione di prosa del Differenti di Barga, prosegue il cartellone del teatro barghigiano con una serata interamente dedicata alla grande musica. Giovedì 3 dicembre (ore 21), si esibirà sul palcoscenico l’ottetto d’archi dell’Orchestra della Toscana, fra i più prestigiosi ensemble musicali nazionali. E il Comune di Barga e Fondazione Toscana Spettacolo, visto il carattere della proposta, puntano ad incentivare la partecipazione dei giovani e delle scuole di musica proponendo un biglietto di ingresso a 10 euro. Il complesso d’archi proporrà una pagina del repertorio classico fra le più amate e apprezzate. L’Ottetto op. 20 di Mendelssohn è infatti il compendio del romanticismo musicale nella sua espressione più dolce e affascinante. Mendelssohn scrisse il suo ottetto nel 1825, all’età di 16 anni; Bruch terminò il suo nel 1920, poco prima di morire e di anni ne aveva 82. Durante i 95 anni che separano le due composizioni la musica europea ha subito i…

- di Redazione

L’Orchestra della Toscana a Barga

Dopo il successo dello spettacolo di apertura della stagione di prosa del Differenti di Barga, prosegue il cartellone del teatro barghigiano con una serata interamente dedicata alla grande musica. Giovedì 3 dicembre (ore 21), si esibirà sul palcoscenico l’ottetto d’archi dell’Orchestra della Toscana, fra i più prestigiosi ensemble musicali nazionali. E il Comune di Barga e Fondazione Toscana Spettacolo, visto il carattere della proposta, puntano ad incentivare la partecipazione dei giovani e delle scuole di musica proponendo un biglietto di ingresso a 10 euro. Il complesso d’archi proporrà una pagina del repertorio classico fra le più amate e apprezzate. L’Ottetto op. 20 di Mendelssohn è infatti il compendio del romanticismo musicale nella sua espressione più dolce e affascinante. Mendelssohn scrisse il suo ottetto nel 1825, all’età di 16 anni; Bruch terminò il suo nel 1920, poco prima di morire e di anni ne aveva 82. Il programma prevede musiche Bruch ottetto per archi in si bemolle maggiore op. postuma e…