Tag: piangrande

- di Redazione

Antenna telefonica in Piagrande. Mastronaldi: “Va spostata”

Luca Mastronaldi dipartimento ambiente della provincia di Lucca di Fratelli d’Italia, interviene in merito all’antenna telefonica sita in Barga, località Piangrande e più volte oggetto di discussione e critiche mosse da residenti, ma soprattutto di battaglie sostenute dall’osservatorio della sanità della Valle del Serchio. “Durante l’ultima tornata elettorale tutti i candidati a sindaco si sono impegnati a trovare una soluzione – dice Mastronaldi –  Ad oggi la correlazione tra la presenza dell’antenna e i numerosi decessi e malattie tumorali che si sono verificate nella zona antistante non è dimostrabile, ma buon senso vorrebbe che si trovasse una nuova ubicazione. Da un punto di vista normativo in tema di installazione di ripetitori telefonici vicino alle abitazioni dobbiamo rifarci al decreto Gasparri 2002 che, ha concesso (purtroppo), maggiori  libertà nel posizionamento di ripetitori per telefonia mobile. Secondo questa legge i ripetitori devono considerarsi veri e proprie opere di urbanizzazione primaria e devono essere trattate In modo analogo a strade, fogne illuminazione pubblica,…

- 1 di Redazione

Prevenzione dissesto idrogeologico. Arrivano 565 mila euro dalla Regione per la regimazione acque del Piangrande

BARGA – Dopo che il via libera venne concesso in maggio dal Ministero per l’ambiente, ora è arrivata la comunicazione ufficiale e definitiva da parte della Regione Toscana: sono in arrivo 565 mila euro per il potenziamento del sistema fognario e di regimazione delle acque meteoriche di Barga capoluogo. Lo annuncia l’assessore ai lavori pubblici del comune di Barga Pietro Onesti,  che rinnova la sua soddisfazione per un risultato importante proprio per la futura la prevenzione del dissesto idrogeologico. Un risultato a cui il comune di Barga sta lavorando da alcuni anni e che presto si concretizzerà con i lavori Questi interventi serviranno non solo alla regimazione delle acque meteoriche della zona del Piangrande, ma anche ad evitare le conseguenze causate dall’acqua proveniente da Barga che negli anni passati hanno creato seri danni e frane che hanno riguardato sia la strada che in particolare l’abitato di Mologno, che in caso di eccezionali ondate di maltempo, come avvenuto nel 2013, si è…

- 1 di Redazione

Fare la cittadella scolastica di Barga in Piangrande? Un errore per l’Osservatorio

Fare la cittadella scolastica di Barga in Piangrande? Un errore ed una soluzione non del tutto condivisibile per una problematica ambientale che non è stata considerata: il possibile inquinamento elettromagnetico dovuta dalla antenna dei ripetitori Telecom presente proprio in Piangrande.  “Come Osservatorio della Sanità abbiamo incontrato tutti i candidati a Sindaco di Barga nelle prossime elezioni amministrative – dice un comunciato – Ad essi abbiamo sottoposto ed illustrato tutte le problematiche relativa alla sanità, allo stato in cui versa l’Ospedale S. Francesco  ed alla tutela dell’ambiente della nostra Valle; tutti i candidati ci hanno assicurato il loro impegno (sia in caso di vittoria che di forza di opposizione) per i problemi evidenziati. Dalle notizie emerse negli incontri pubblici dei candidati, abbiamo appreso però che l’edificio scolastico ospitante attualmente la scuola primaria  sarà riservato alla scuola media e i nostri bambini saranno collocati in un edificando nuovo edificio, appunto nella prevista Cittadella della Scuola. Fino a qui sembrerebbe una buona notizia.…

- di Redazione

565 mila euro in arrivo per la difesa del suolo di Piangrande e Mologno

E’ di questa mattina la comunicazione dell’ arrivo dal Ministero dell’Ambiente di  565 mila euro per il potenziamento del sistema fognario e di regimazione delle acque meteoriche di Barga capoluogo. Lo annuncia il Sindaco del comune di Barga, Marco Bonini, che esprime la sua soddisfazione per un risultato importante anche per la prevenzione del dissesto idrogeologico. Questi interventi serviranno non solo alla regimazione delle acque della zona del Piangrande, ma anche ad evitare le conseguenze causate dall’acqua proveniente da Barga che negli anni passati hanno creato seri danni e frane che hanno riguardato sia la strada che l’abitato di Mologno. “Tali finanziamenti, comunicati dal Ministero dell’Ambiente, passano dalla difesa del suolo regionale e serviranno per la risoluzione di un problema che ci sta a cuore ed a cui stavamo lavorando da anni, con il particolare interessamento dell’assessorato ai lavori pubblici con l’assessore Pietro Onesti che ringrazio per il suo impegno. Sarà dunque ora possibile eliminare diverse criticità della zona del…

- di Redazione

Casa dell’Agnese. la demolizione inizia venerdì 17. Transito chiuso in via Roma: ecco gli orari

BARGA – Ultimi giorni per la Casa dell’Agnese, l’immobile ormai fatiscente da anni che si trova in via Roma e che il comune ha deciso di demolire. La casa, costruita da Antonio Gonnella nel 1895 ed ormai abbandonata a se stessa da forse venti anni, anche perché gli eredi più prossimi sono defunti e quelli meno prossimi sono sparsi nel mondo, verrà demolita in questo fine settimana. L’Amministrazione Comunale procederà alla demolizione dell’immobile a partire da venerdì 17 maggio “La casa si trovava da molto tempo in uno stato di abbandono  – spiega in un comunicato l’amministrazione comunale – ed il Comune è dovuto intervenire più volte nel corso degli anni per evitare situazioni di pericolo. Con il passare del tempo però la situazione è andata peggiorando, l’immobile avrebbe avuto necessità di un intervento strutturale i cui costi non potevano ovviamente essere sostenuti dal Comune, trattandosi di un bene di proprietà privata.  L’Amministrazione si è pertanto trovata costretta ad intervenire…

- di Redazione

Casa dell’Agnese. Ecco l’ordinanza di demolizione. Lavori entro la fine dell’anno.

Nuovi sviluppi nella vicenda della cosiddetta “Casa dell’Agnese” in pieno centro a Barga, nei pressi delle scuole elementari in via Roma. La casa, fatiscente da anni, tanto da imporre al comune di transennare anche parte del marciapiede per la pubblica incolumità, sarà abbattuta, come già annunciato, entro la fine dell’anno. La giunta municipale ha approvato in questi giorni l’ordinanza di demolizione del fabbricato pericolante. Come si sa la vicenda è di lunga data; da tempo il comune ha cercato di trovare gli eredi che nel corso degli anni si sono dispersi in tutto il mondo affinché intervenissero sull’immobile disabitato da 20 anni. La casa, costruita da Antonio Gonnella nel 1896, la prima casa realizzata nel Piangrande, risulta ancora intestata al catasto a diversi eredi della famiglia Gonnella che sono tutti deceduti. Il Comune è riuscito poi a reperire i nominativi di due eredi della famiglia stessa, residenti negli Stati Uniti ai quali si è così potuto notificare l’ordinanza ed è…

- di Redazione

Plastica bruciata. Cittadini preoccupati in Piangrande

Sono diversi gli abitanti del Piangrande di Barga esasperati dal problema: un forte odore di plastica bruciata che si avverte improvvisamente, specialmente nella zona del Camberello e del Piangrande appunto. L’ultima volta è successo anche ieri sera come riporta un posto pubblicato su “Sei di Barga se…” , su Facebook, da una abitante della zona che ha scritto di un odore veramente forte di plastica bruciata e di una vera e propria nebbia che ha ammorbato l’aria verso le 19 di giovedì. In diversi hanno confermato la presenza del cattivo odore ed anche che non è la prima volta che accade in Piangrande. Ma in passato segnalazioni del genere si erano avute anche nella zona di San Pietro in Campo. I cittadini chiedono di trovare sia la causa che una soluzione, preoccupati dalla possibilità che i “fumi alla plastica” siano inquinanti e contengano diossina: “Spero che vengano presi dei provvedimenti – scrive una ragazza – è da giugno che segnalo…

- 1 di Redazione

Quella casa nel Piangrande…

Scendendo la via del Piangrande, arrivati alla scuola elementare del capoluogo, non possiamo che restare attratti da una recinzione arancione, da qualche tempo, occupante un tratto di marciapiede che dovrebbe favorire il naturale accesso alla stessa scuola, mentre, invece, oggi chi volesse proseguire in sicurezza dalle macchine, deve farci i conti, perché per quel tratto recintato, si deve camminare nella carreggiata stradale. Seppur fino a ora non ci siano state particolari segnalazioni, anche perché il traffico è attentamente sorvegliato, non è detto che un domani possa accadere qualcosa di molto spiacevole e personalmente, proprio per la vivacità dei bimbi, ho visto delle scenette non tanto rassicuranti. Quel tratto è stato recintato per il pericolo che da una casa abbandonata da molto tempo e fatiscente, che quasi fosse un corpo estraneo che s’insinua nel prato della scuola, possano cadere alcune parti che compongono il tetto e se da un lato si sono prese le dovute cautele, dall’altro si è creato, di…

- di Redazione

Apre bretellina di via XXV Aprile. A senso unico tratto di via Mozza

(nella foto una immagine dei lavori dei mesi scorsi sulla bretellina) Cambia la viabilità dell’area di Barga che va da Via Papa Giovanni XXIII a via XXV aprile.In questi giorni avverrà infatti l’apertura della nuova bretellina di collegamento realizzata dall’Amministrazione Comunale tra le due strade, nell’ambito degli interventi infrastrutturali di urbanizzazione della zona interessata dalla realizzazione di nuove costruzioni. I lavori, costati circa 100 mila euro, verranno completati in questi giorni con la posa della segnaletica orizzontale e verticale, che riguarderà anche il tratto principale di via Mozza che parte proprio nei pressi della nuova bretellina. La prima parte della via che alla fine si ricollega anche a Via Papa Giovanni, troppo stretta e spesso motivo di disagio per chi vi transita, diverrà a senso unico proprio grazie alla possibilità offerta dalla nuova bretellina. “Già da lunedì sarà operativa la nuova viabilità, conferma il sindaco Marco Bonini e ci tenevo pertanto ad avvertire la popolazione che quotidianamente utilizza le strade…

- di red.barga

A Peppino Impastato sarà intitolata la nuova piazza del Piangrande

Si terrà giovedì 6 giugno l’intitolazione ufficiale della nuova piazza in Barga, località Piangrande, alla figura di Giuseppe (Peppino) Impastato. L’intervento va a completare la sistemazione di un’area adiacente a Via Bartali che è destinata a diventare una delle piazze più grandi di Barga. Una parte di questo spazio è destinato anche a parco giochi per bambini. Il costo dell’intervento ammonta a 80mila euro. Dalla piazza partirà poi il percorso pedonale che andrà a ricongiungersi con il nuovo percorso “della salute” inaugurato qualche tempo fa dall’Amministrazione guidata da Marco Bonini.Come sostiene Bonini “l’Amministrazione ha puntato in questi anni alla valorizzazione di questa zona del capoluogo che rischiava di essere invasa da una urbanizzazione eccessiva senza spazi a servizio dei cittadini”.L’intervento è stato seguito dall’Area Assetto del Territorio del Comune di Barga ed in particolare dall’assessore all’Urbanistica Alberto Giovannetti che sottolinea anche il significato della intitolazione di questo spazio a Peppino Impastato. “Ci sembrava importante ricordare anche a Barga la figura…

- 1 di Redazione

Viabilità in Piangrande: il comune pensa a come migliorla

L’Amministrazione Comunale in questi mesi sta lavorando anche a parcheggi e viabilità nel nostro territorio. Un tema centrale tanto che il primo cittadino ha delegato, ad occuparsene, il consigliere Stefano Santi. Fra le questioni aperte, la verifica della viabilità nella zona del Piangrande e quindi il riesame del senso unico di Via Pietro Funai e Via Giacomo Puccini. Un’area molto popolata con nuovi insediamenti abitativi realizzati in questi anni che quindi necessita di un particolare attenzione. Da oltre un mese infatti l’Amministrazione ha incaricato l’Ufficio Tecnico e la Polizia Municipale di effettuare una valutazione tecnica sull’assetto della viabilità nel Piangrande. Relazione che ormai è in fase di ultimazione da parte degli stessi uffici e che sarà a breve presa in esame dalla giunta. “Fra le molte iniziative che stiamo portando avanti – ha spiegato ieri il primo cittadino Marco Bonini – abbiamo da tempo richiesto ai nostri uffici di procedere a una verifica della viabilità di questa zona in particolare…