Tag: Parco

- di Redazione

Un parco a ricordo di Guelfo Marcucci

Dedicato a Guelfo Marcucci, al ricordo di questo imprenditore che ha segnato in modo significativo la crescita economica della Valle del Serchio. Così l’inaugurazione del Parco giochi di Castelvecchio dedicato da oggi al suo nome. Una precisa volontà di Misericordia e Donatori di sangue del paese. I due sodalizi, ristrutturando il parco giochi e rifacendo la pavimentazione del campo polivalente, con una spesa di oltre 40 mila euro, hanno potuto beneficiare anche di contributi giunti da aziende e famiglie vicine a Guelfo Marcucci in occasione della sua morte. E’ stato così possibile investire una ragguardevole cifra economica in un progetto di cui il paese e la comunità sentivano bisogno. Doveroso, ma anche fatto con il cuore, il ricordo dunque di questo imprenditore che ha portato lustro al paese ed alla storia di Castelvecchio – ha sottolineato Maria Bruna Caproni, governatrice della Misericordia. A tagliare il nastro tricolore del rinnovato parco la consorte, la signora Iole Capannacci; sono state invece le…

- di Redazione

Ex filanda Villa Gherardi. Quasi al termine i lavori. Entro luglio anche l’apertura del collegamento di via XXV aprile

Verso la conclusione il lungo capitolo del restauro e del suo adeguamento dal punto di vista antisismico della storica Villa Gherardi, sede attuale della biblioteca comunale, di un ostello della gioventù, ma destinata ad ospitare presto anche le attività didattiche dell’ISI di Barga. Entro il mese di luglio si concluderanno infatti i lavori per la messa in sicurezza antisismica ed il rifacimento dell’ex filanda collegata allo storico palazzo. Nel grande salone verranno ricavati spazi per aule o laboratori scolastici, almeno per il prossimo anno scolastico, visto che l’ISI di Barga dovrà essere interessato da importanti lavoro di restauro, anche se in futuro non è escluso che l’ex filanda divenga una nuova sala conferenze come ci dice l’assessore ai lavori pubblici, Pietro Onesti. I lavori sono costati circa 190 mila euro più iva e sono stati eseguiti da una impresa locale, l’Impresa edile Giacchini Giuseppe srl di Ponte all’Ania. L’intervento è l’ultima tappa dell’operazione Villa Gherardi, storica villa barghigiana che, dopo…

- 1 di Redazione

Era solo una piantina…

Qualcuno dirà … penserà … “ma era solo una piantina” … qualcuno sicuramente commenterà: “ci sono problemi più seri” oppure: “ci deve pensare il Comune”… e io risponderò che quella piantina era un piccolo simbolo di speranza , di gioia, di futuro, di una comunità che vuole bene al suo paese; che dietro quella piantina c’era un lavoro di solidarietà per cercare di rendere più rispettoso ed accogliente il nostro ambiente; che dietro quella piantina c’era una ditta che aveva deciso di donare un po’ di colore e di profumi; che dietro quella piantina c’erano delle persone che avevano dedicato il loro tempo libero con passione e con convinzione per migliorare i nostri spazi verdi; che dietro quella piantina c’era anche la vita, se vogliamo. Ma qualcuno con disprezzo ha deciso di distruggere tutto questo, tutto quello che c’era in quella piccola piantina, buttandola via come un rifiuto. Sonia Ercolini

- di Redazione

Alpi Apuane: un nuovo territorio per il lupo

Si intitola così l’interessante conferenza organizzata dalla Sezione Cai di Barga per venerdì 27 marzo alle ore 21,15. Si terrà presso il Museo Sante della Memoria di via di Mezzo a Barga. I biologi del Parco Alpi Apuane, Paola Fazzi e Marco Lucchesi, parleranno della rinnovata presenza dei lupi sulle nostre montagne ed affronteranno anche il tema della convivenza tra uomo ed animale. Tutta la popolazione è invitata a partecipare.

- 2 di Giuseppe Luti

Parco Pietro Mascagni. Area verde o parcheggio?

Girando per Barga si vengono a conoscere molte cose curiose. Parco Pietro Mascagni. Sapete quell’area a verde pubblico che si trova tra il palazzetto, via Nenni e la strada che porta alla piscina? Si proprio quel luogo lì. Ebbene, qualcuno ha creduto e crede che possa servirsene come parcheggio, magari privato. Dalle foto che allego sembra proprio che sia così. Questi signori (eufemismo per evitare parolacce) fregandosene altamente del comportamento civile e urbano che si dovrebbe tenere al riguardo della cosa pubblica (che non è del Comune, è di tutti noi, purtroppo anche dei maleducati), hanno pensato bene di ricavarsi il posto, su un giardino pubblico, per la vettura, per il camion, per il Suv, per l’apino. Ma forse hanno ragione loro, freghiamocene e facciamo come ci pare! A proposito, un parco, un giardino pubblico, non sarebbe bene di dotarlo di qualche panchina? E non mi dite che non ci sono soldi anche per queste piccole cose. Giuseppe Luti

- di Redazione

Più sicuro il parco giochi di Mologno

Dopo una segnalazione dei cittadini di Mologno, durante gli incontri in campagna elettorale, il Comune ha provveduto a risolvere l’annosa questione della pericolosità del parco giochi della frazione; area compresa su via Stazione e di proprietà comunale. Il parco, realizzato negli anni ’80, presentava una situazione di potenziale pericolo per i bambini, in quanto non c’erano cancelli in prossimità dell’ingresso, posto in una zona ad altissima concentrazione di traffico automobilistico. Il sindaco Bonini, che aveva preso a cuore la vicenda, si è attivato e operato assieme al consigliere di frazione Francesco Consani, per risolvere il problema. E adesso, decine di genitori tirano un sospiro di sollievo. Nicola Bellanova

- di Augusto Guadagnini

Castelvecchio: a proposito del parco per i ragazzi

Circa un anno fa segnalammo lo stato di degrado del punto raccolta dell’ immondizia situato nei pressi del parco giochi per i bimbi vicino all’ex scuola elementare. Con rifiuti di ogni genere spesso ingombranti a fare bella mostra di se al lato di via della Foresta e ai margini del parco stesso.Attualmente, se possibile la situazione è ancora peggiore, non solo tale pratica è sempre in uso (vengono persone anche da fuori), ma succede anche altro: detto spazio, il pomeriggio e la sera è frequentato dai ragazzi più’ grandicelli, che lasciano sul terreno di tutto…Ogni commento è superfluo e le conclusioni sono amare.

- di Rodolfo Pedreschi

Lettera aperta ai ragazzi che frequentano il parco pubblico alla ex scuola di Castelvecchio Pascoli

Ottenere a Castelvecchio l’area adibita a parco pubblico attrezzata con giochi per i ragazzi, annessa alla ex Scuola Elementare non è stata cosa semplice; per tutti i problemi che queste strutture comportano.Venerdì pomeriggio, prima dell’inizio della lezione di dottrina che alcuni ragazzini seguono, si è presentato uno spettacolo indecente da vedersi: carte, bottiglie, scritte con lo spray sulle panche, sui tavoli e persino sulle piante, con i vari nominativi, ecc.Tutti siamo stati giovani e quando lo siamo, è molto bello trovarsi insieme per conoscerci e vivere con gioia la vita di questi meravigliosi anni.Nulla però autorizza ad essere degli incivili, a comportarsi come se il bene pubblico fosse qualcosa da spregiare solo e soltanto per fare del bullismo cretino che denota una mancanza di civiltà e di rispetto nei confronti del bene che è di tutti e tutti debbono goderne alla stessa maniera. Così facendo si rischia che l’area venga chiusa, ed a causa di pochi cretini ne subiscano tutti.Naturalmente…

- di Flavio Guidi

FONTANAMAGGIO: PRESENTATO IL PROGETTO DEL PARCO DEL SISTEMA STORICO E AMBIENTALE DI BARGA

Saranno spesi circa 1 milione e 500 mila euro che serviranno anche per continuare gli interventi di messa in sicurezza dei versanti franosi del Rio FontanamaggioBARGA – Presentato a Barga il nuovo progetto per la realizzazione di un Parco del sistema storico e ambientale di Barga. L’investimento è di 1 milione e mezzo di euro. Il primo lotto per 1 milione è già oggetto di gara e il via dei lavori è previsto entro luglio. Il secondo lotto per 500mila euro partirà a settembre. L’obiettivo futuro è arrivare ad avere un prato al posto di un enorme solco in mezzo a Barga, che collegherà il centro storico e la zona del Piangrande. Il tutto, come illustrato dal geologo Carlo Chines, riempiendo questa pericolosa ferita con materiali idonei. Quello presentato ieri in Comune è un progetto che riguarda la creazione di un Parco a ridosso del centro storico di Barga che si colloca appunto nell’ambito del più ampio progetto, per un…