Tag: chiusura

- di Redazione

Uffici comunali chiusi il 24 dicembre (ma con alcune eccezioni)

Si informa che gli Uffici del Comune di Barga rimarranno chiusi lunedì 24 dicembre p.v. ad eccezione dell’Ufficio Protocollo che sarà aperto al pubblico dalle ore 9,00 alle ore 12,00 e delle  Reperibilità degli Uffici: Tecnico,  Polizia Municipale per urgenze ed Anagrafe per denunce di morte.

- di Redazione

Martedì 28 agosto, chiusura al pubblico dell’Ufficio Anagrafe di Barga

L’Amministrazione Comunale di Barga informa che martedì 28 agosto l’Ufficio Anagrafe, in Piazza Garibaldi, rimarrà chiuso al pubblico. Una giornata di chiusura per consentire l’aggiornamento tecnico dei sistemi utilizzati dall’ufficio che da mercoledì 29 agosto sarà nuovamente a disposizione dei cittadini. Da lunedì prossimo, 27 agosto, riprende poi anche la consueta apertura settimanale dell’Ufficio Distaccato di Fornaci garantendo l’apertura al pubblico dal lunedì al sabato dalle ore 8.30 alle ore 12.30. Per qualsiasi ulteriore informazione è possibile rivolgersi allo 0583724776 (Dott.ssa Lucia Rossi)

- di Redazione

Il 22 chiusa la via dell’Ospedale a Castelnuovo

L’Azienda USL Toscana nord ovest comunica che, per consentire la posa in opera delle attrezzature necessarie ai lavori per il depuratore dell’ospedale di Castelnuovo Garfagnana, si rende indispensabile procedere alla chiusura della via dell’ospedale a Castelnuovo (accesso principale allo stabilimento) dalle ore 22 alle ore 6 di giovedì 22 febbraio 2018. La viabilità sarà garantita dall’accesso in senso unico alternato dalla via dei Cappuccini ed il traffico sarà regolamentato da personale dedicato. L’Azienda si scusa con la cittadinanza per eventuali difficoltà che dovessero sorgere ma ricorda che si tratta di un intervento importante ed inderogabile.

- di Redazione

Traffico chiuso sul ponte Lombardini nella notte tra il 26 e 27 febbraio

Ponte Lombardini chiuso al traffico nella notte tra il 26 ed il 27 febbraio. Non sarà percorribile appunto il tratto del ponte che sorge sulla strada provinciale Fornaci – Barga – Castelvecchio Pascoli, principale via di accesso e di scorrimento della cittadina. Proprio perché di giorno via molto transitata, i lavori si svolgeranno nelle ore notturne. Una decisione assunta unitariamente da Amministrazione Provinciale e Comune di Barga La chiusura, causa lavori di ripristino della tubazione di raccolta delle acque meteoriche, già in corso da giorni, avverrà dalle 21 del 26 febbraio alle ore 6 del 27 febbraio, ed è legata all’attraversamento della sede stradale da parte degli scavi per la ricostruzione della tubazione che nelle settimane scorse ha causato un evidente avvallamento di una parte del selciato di Largo Biondi. Il traffico non sarà interdetto sul ponte Lombardini ai soli mezzi di emergenza o ai mezzi pesanti ; questi ultimi però dovranno presentare in anticipo apposita richiesta all’Amministrazione Comunale. Per…

- di Redazione

USL, centri direzionali chiusi lunedì; scioperi possibili il 4

L’Azienda USL Toscana nord ovest comunica che nella giornata prefestiva di lunedì 31 ottobre rimarranno chiusi gli uffici dei Centri Direzionali e gli altri servizi (tra cui alcuni legati al dipartimento della prevenzione) distribuiti sul territorio aziendale che abitualmente osservano il turno di riposo nella giornata del sabato. La Confederazione Unitaria di Base CUB e l’Unione Sindacale Italiana USI-AIT hanno inoltre proclamato uno sciopero generale nazionale di tutte le categorie pubbliche e private per l’intera giornata di venerdì 4 novembre. L’Azienda si scusa anticipatamente con i propri utenti per eventuali disagi nell’erogazione dei servizi sanitari territoriali che si dovessero manifestare. Come previsto dalla normativa vigente, saranno comunque garantiti tutti i servizi minimi essenziali previsti per il settore della sanità

- di Redazione

Rischio chiusura Opera Barga e BargaJazz, interviene il consigliere Mastronaldi

Sul grido di allarme lanciato da OperaBarga e Bargajazz, i due festival che rischiano la chiusura a causa del drastico abbattimenti dei contributi regionali, interviene oggi il consigliere comunale di opposizione Luca Mastronaldi: “Il rischio di veder scomparire per sempre le due rassegne – dichiara Mastronaldi – sarebbe per il comune di Barga, ma anche per l’intera valle del Serchio e Lucchesia una grande perdita in termini turistici, ma soprattutto culturali. I tagli ministeriali e regionali rischiano di compromettere per sempre lo svolgimento delle due kermesse. Uno smacco per l’amministrazione comunale di Barga che a più riprese si è sempre vantata delle proprie iniziative e del proprio calendario culturale. Personalmente non capisco come sia possibile, che nonostante il nostro territorio vanti un senatore sottosegretario alla cultura, un assessore regionale,una consigliere regionale e addirittura, come ci ricorda in più occasioni il primo cittadino, anche una parlamentare Europea come la signora Bonafé, due delle più prestigiose iniziative culturali del territorio rischino di…

- di Redazione

Nuovi interventi al teatro. Si riapre per la stagione di prosa. ma per il sindaco sono necessari nuovi interventi di manutenzione straorinaria

Una nuova chiusura forzata del teatro dei Differenti. Dopo lo stop che si ebbe ad inizio estate, per la rottura di alcune tubazioni, la visita prevista della commissione pubblico spettacolo ha verificato nei giorni scorsi l’inadeguatezza di alcuni impianti, a cominciare dalle batterie che alimentano le luci d’emergenza oltre ad altri sistemi e per questo motivo è stato imposto uno stop delle attività (comunque non previste in questo periodo) fino alla conclusione dei lavori già decisi dall’Amministrazione Comunale (costo totale sui 10 mila euro). La chiusura è stata disposta dal 10 settembre scorso, ma niente paura. come assicura il sindaco, che ha dato la notizia stamani, durante la conferenza stampa di presentazione della stagione di prosa, il teatro riaprirà regolarmente i battenti, risolti tutti i problemi evidenziati da questa ispezione, per la riapertura della stagione di prosa il prossimo 8 novembre. Nessun problema quindi rilevante per il momento, anche se il sindaco si dice preoccupato dallo stato generale di manutenzione…

- di Redazione

Chiusa la tabaccheria Cifone, anche a Fornaci chiusure “storiche”

Non solo Barga ma anche Fornaci, con l’arrivo del 2016, ha perso una storica attività, aperta praticamente dal dopoguerra. Si tratta della tabaccheria Cifone in via della Repubblica, un luogo “storico” e sempre ben fornito non solo di tabacchi e valori bollati ma anche di articoli per la cura e l’igiene della persona, cancelleria, piccoli accessori e “diavolerie” introvabili altrove. Per una vita l’attività è stata condotta da Salvatore Cifone, di origini siciliane e arrivato a Fornaci dall’estero. Con il passare degli anni e l’avanzare dell’età “il Cifone” era stato affiancato nella gestione del negozio dalla figlia Daniela e da una commessa, che hanno mantenuto aperto lo storico negozio, molto frequentato anche per tentare la fortuna al gratta e vinci e al super enalotto, anche dopo la sua morte, avvenuta nel 2013. Poi la decisione, con la fine dell’anno appena passato, di chiudere definitivamente cedendo però la licenza per tabacchi e valori bollati al vicino bar del supermercato Conad, in…

- 2 di Redazione

Barga, chiusa la storica Sartoria Santi

Lo scorso 31 dicembre ha chiuso definitivamente i battenti una delle attività storiche di Barga, la Sartoria di Albino Santi in via Mordini, il centro del commercio del paese. La sartoria aveva iniziato la propria attività nel 1946 con la conduzione di Vincenzo Pieri, zio di Albino, il quale ha poi lavorato per tutta Barga confezionando piccoli e grandi capolavori. Tra gli anni ’50 e gli anni ’70 vi lavoravano fino ad otto sarti e sarte, quando non esistevano ancora le “confezioni” ed ai sarti spettava il compito di cucire capi di ogni genere scegliendo la stoffa, prendendo le misure precise e facendo provare e riprovare i capi ai committenti. Il sarto confezionava pantaloni, giacche, cappotti per gli adulti, mentre per i ragazzi e le ragazze realizzava pantaloni corti e gonne; l’intero paese si vestiva grazie alle mani dei sarti. Per questo non stupisce che a quei tempi, nella zona di Barga, vi erano anche altri sarti: Endro Pedrigi, il…

- di Redazione

Sospensiva del TAR. Salvi per ora gli uffici postali

Non chiuderanno i battenti lunedì 7 settembre i due uffici postali di Castelvecchio Pascoli e Mologno, così come previsto dal piano di razionalizzazione di Poste. Il Tar della Toscana ha infatti concesso la sospensiva per la chiusura degli uffici postali, nel quadro di riordino di Poste italiane, per tutti i comuni toscani che avevano presentato ricorso. Lo si apprende dall’Anci e dall’Uncem ed a rilanciare la notizia, per quanto ci riguarda, ė anche il sindaco di Barga, Marco Bonini. I comuni interessati, tra cui anche Barga, sono circa una cinquantina. Nel ricorso al Tar, che ora dovrà pronunciarsi nel merito, i comuni aveva impugnato la comunicazione con cui Poste italiane aveva informato i sindaci dei ‘tagli’ al servizio. La sospensiva concessa servirà appunto per concedere al TAR il tempo di riflettere e deliberare sul ricorso stesso. Non ė detto che poi le cose vadano in futuro diversamente, il pericolo di chiusura non ė ancora scongiurato, ma almeno ci sarà più…

- 1 di Redazione

Chiusura uffici postali. Non bene l’incontro con Poste a Firenze

Chiusura uffici,postali. Non ė andato molto bene l’incontro convocato a Firenze dalla direzione regionale di Poste con il sindaco di Barga per lunedì pomeriggio 31 agosto. La controproposta alla chiusura di Castelvecchio e Mologno ed alla riduzione ad un solo giorno dell’apertura di Filecchio, ovvero spalmare sugli uffici di Castelvecchio e Mologno l’apertura settimanale ( tre giorni in un paese e tre giorni dall’altro) verrà presentata da Firenze alla direzione nazionale, ma con il parere negativo della dirigenza regionale e quindi tale ipotesi si può già dire tramontata. Uno spiraglio comunque da Firenze, come racconta il sindaco Marco Bonini, sarebbe stato aperto La direzione regionale presenterà a sua volta a Roma la proposta di lasciare in funzione almeno uno degli uffici a rischio. Nei prossimi due giorni ci sarà una valutazione per capire quale secondo poste sarebbe l’ufficio salvabile, anche se la bilancia non penderebbe troppo per Mologno che già, nonostante i grandi movimenti giornalieri che registra, ė una succursale…

- di Redazione

Mologno: “chiudono le poste? Toglieremo i libretti postali”

Mologno dice no alla chiusura del suo ufficio postale prevista per il prossimo 7 settembre, nell’ambito del piano di razionalizzazione presentato da Poste Italiane. Lo ha fatto stamattina con una protesta di tutta la popolazione che si è ritrovata dinanzi alla stazione di Barga – Gallicano, sede dell’ufficio. “Mologno e San Pietro in Campo sono realtà in crescita, con una forte presenza però di popolazione anziana – è stato il commento di uno dei portavoce della protesta popolare – e togliere l’ufficio postale rappresenta per la nostra comunità un passo indietro per lo sviluppo ed il benessere della collettività. Non siamo disposti ad accettare passivamente questa decisione di Poste Italiane che ancora non abbiamo capito nella motivazione visto che questo è un ufficio attivo, dove sono presenti oltre 280 conti postali e che funge anche da valvola di sfogo per il già al collasso ufficio postale di Barga. Se Poste andrà avanti nella propria decisione ritireremo i nostri risparmi e…