Tag: banco del non spreco

- di Redazione

Il Banco del non spreco cerca persone di buona volontà

BARGA – Il banco del Non Spreco di Barga, che raccoglie diverse associazioni di volontariato, recupera buone quantità di cibo in scadenza che poi vengono ridistribuite il giorno stesso o la mattina dopo dalla Caritas a persone o famiglie in difficoltà. Siamo un bel gruppetto di persone che raccolgono questo cibo tutti giorni, la sera o la mattina, a Barga e poi un altro gruppo ancora più nutrito che lo fa a Fornaci. Per alleggerire i turni delle persone avremmo bisogno di qualcuno che ha voglia di darci una mano. È un’attività molto breve si può fare anche una due volte al mese dura una mezz’ora tre quarti d’ora massimo perché la roba va recuperata da alcuni negozi e poi portata al Sacro Cuore. È un’attività di grande piacere di grande soddisfazione e poi speriamo a breve di organizzare una cenetta insieme. Le attività comunitarie che spargono benessere intorno a noi e che creano collaborazione sono un toccasana per noi…

- di Maria Elena Bertoli

Per un rilancio del Banco del non Spreco nel Comune di Barga

BARGA – Ieri 14 luglio, si è tenuto presso gli spazi aperti dei locali del Sacro Cuore di Barga, un incontro per fare una verifica e organizzare un rilancio del progetto del Banco del non Spreco che da quando è nato – ormai cinque anni e mezzo fa – ha provveduto a recuperare diverse decine di tonnellate di cibo buono, che altrimenti sarebbe stato buttato, e a redistribuirlo alle persone e alle famiglie più vulnerabili di tutto il Comune di Barga. Erano presenti all’incontro i volontari dei due gruppi operativi del Banco del non Spreco (di Barga e di Fornaci), Don Stefano per la Caritas, Pier Giuliano Cecchi per l’Arciconfraternita di Misericordia di Barga e Leonello Diversi per la Confraternita di Misericordia di Tiglio – tutte realtà che sono parti integranti del progetto, fin dalla sua nascita. Ha coordinato l’incontro l’assessore all’Ambiente del Comune Francesca Romagnoli che era accompagnata dai membri dell’Osservatorio Rifiuti Zero, ricostituito dalla nuova amministrazione. Dopo una…

- di Redazione

Attivare il banco dello non spreco relativo ai farmaci anche in Valle. Si può fare, ma si devono muovere i comuni

Dal dottor Enzo Simonini, dell’omonima Farmacia in via Canipaia a Barga, viene sollevato il problema sociale che da altre parti in provincia di Lucca è stato risolto, il recupero dei farmaci integri ed ancora validi per una distribuzione diretta che coinvolga enti caritativi e sociali del territorio. Il cosiddetto “Banco farmaceutico” “Ieri mi hanno riportato  tre confezioni di farmaci, integre, ritirate presso la farmacia ospedaliera all’atto di una dimissione – ha scritto sui social allegando questa foto – Mi sono state consegnate perché la terapia è stata interrotta . Che ci sia uno spreco è ovvio, che ancora da noi non sia partito il progetto di ” recupero farmaci” dalle nostre parti è ancora peggio, che queste confezioni finiscano nel contenitore farmaci scaduti è di sicuro un delitto”. Dal dottor Enzo Simonini, dell’omonima Farmacia in via Canipaia a Barga, viene sollevato il problema sociale che da altre parti in provincia di Lucca è stato risolto, il recupero dei farmaci integri…

- 2 di Redazione

Banco del non spreco vs CIR Food: Il Comune istituirà un tavolo di confronto

Come riportato nei giorni scorsi, dallo scorso mese di febbraio l’esperienza del “Banco del non spreco” nel comune di Barga ha subito un ridimensionamento dopo che si è interrotto il progetto di collaborazione, che era iniziato lo scorso anno scolastico, fra questa realtà e l’azienda che gestisce il servizio mensa dell’Istituto Comprensivo nel comune di Barga. Niente più collaborazione dunque fra CIR FOOD, l’azienda in questione, e i molti volontari che ogni giorno lavorano per aiutare famiglie in difficoltà e della cosa si dice preoccupato il Comune di Barga che ha annunciato di voler promuovere un tavolo con azienda e volontari per affrontare la questione. Parola di sindaco di Barga, Marco Bonini, e assessore all’Ambiente, Giorgio Salvateci, che ha seguito in prima persona l’operazione del Banco fino dalla sua nascita: “Questa esperienza – hanno spiegato Bonini e Salvateci – è molto importante per il nostro territorio e rappresenta un’eccellenza per tutti. Ci teniamo particolarmente perché il Banco del non spreco…

- di Redazione

Interrotta a collaborazione fra Banco del non spreco e CIR Food

Il 15 febbraio 2018 si è interrotto il progetto di collaborazione, che era iniziato lo scorso anno scolastico, fra il banco del non spreco di Barga e l’azienda che gestisce il servizio mensa dell’Istituto Comprensivo nel Comune di Barga. Lo comunicano le realtà che fanno parte del gruppo di volontari che compongono il Banco del non spreco. ”Quest’anno scolastico, nel quale l’appalto del servizio è stato vinto dall’azienda CIR food, non c’è stata la possibilità di una buona collaborazione per cui l’attività dei volontari che andavano a ritirare e poi a redistribuire ciò che avanzava dalle mense scolastiche dell’Istituto Comprensivo di Barga si è interrotta. Ci dispiace perché è andata sprecata un’occasione per migliorare e far crescere la sempre più necessaria cultura del recupero e della condivisione. L’auspicio dei volontari del Banco del non spreco è che, in un prossimo futuro, si possa trovare il modo di recuperare cibo buono che verrebbe buttato, non solo prendendolo dagli esercenti che già…

- di Redazione

Differenziata a gonfie vele, lotta a chi abbandona i rifiuti, riuso, non spreco. Ecco gli impegni per l’ambiente secondo Salvateci

Lotta a chi abbandona i rifiuti, ed impegno costante nella differenziazione dei rifiuti, ma anche nell’individuare nuove forme di risparmio energetico e di rispetto dell’ambiente. Parola di assessore all’ambiente Giorgio Salvateci che di questo ha parlato nell’ultimo consiglio comunale, durante la sua relazione in fase di approvazione del bilancio di previsione. La raccolta differenziata La raccolta differenziata, grazie anche al diffuso servizio porta a porta che raggiunge anche qualche piccola località, è stabile all’82% con picchi che arrivano all’85%.“Grazie al porta a porta sta andando a gonfie vele la raccolta differenziata- garantisce Salvateci – Ultimamente abbiamo aggiustato il servizio in alcune piccole località.In futuro, per quanto riguarda la raccolta differenziata, ci piacerebbe anche portare avanti l’operazione della “tariffa puntuale” che permette di far pagare ai cittadini l’imposta in base a quanti rifiuti producono, ma per il momento, anche per i costi necessari, l’operazione non è fattibile; ci sarebbe da cambiare tutti i bidoni della raccolta differenziata e dotate di lettori…

- di Redazione

Banco del non spreco: servono volontari

Il Banco del Non Spreco del Comune di Barga recupera quantità enormi di cibo buono ma in scadenza e, tramite le Caritas di Barga e di Fornaci, lo distribuisce a persone e famiglie in difficoltà. In questi due anni in cui il progetto è stato portato avanti, molte tonnellate di cibo sono state salvate dalla spazzatura e si è aiutato tante famiglie in difficoltà. Ogni giorno a Barga ci sono una o due persone che, come formichine, fanno il giro di negozi, bar, panifici ecc. per recuperare questo cibo. Anche le mense scolastiche dell’Istituto Comprensivo e il mercato del sabato sono terreno di recupero del cibo. C’è però un problemino da risolvere: ultimamente alcuni volontari, per vari motivi, si sono momentaneamente ritirati. Ci sarebbe quindi bisogno di forze nuove per portare avanti con lo stesso impegno questo lavoro. “Se qualcuno vuol dare una mano – scrive una dei pilastri del progetto, maria Elena Bertoli – basta un’ora al mese e…

- di Redazione

“Oltre il limite”: economia e ecologia con Max Strata

Cambiamenti climatici, ecologia, economia, risorse del pianeta e ruolo della comunità: sono solo alcuni degli argomenti affrontati nella serata organizzata dal GAS Valle del Serchio alle sale parrocchiali di San Pietro in Campo. A condurre l’incontro un ospite di eccezione come Max Strata, che da oltre 25 anni si occupa a livello professionale di questioni ambientali nelle vesti di collaboratore di realtà come il WWF, parchi regionali e nazionali, amministrazioni locali, oltre ad essere impegnato nel settore della ricerca contro il cancro.Strata ha ripreso i temi del proprio volume “Oltre il limite. Noi e la crisi ecologica”, rappresentando i pericoli odierni legati ai cambiamenti climatici, come l’aumento medio della temperatura globale di un grado nell’ultimo settantennio, la cui tendenza sta peggiorando nei tempi più recenti. Collegata alla evoluzione del cambiamento climatico è la presenza di anidride carbonica nell’atmosfera, quasi raddoppiata negli ultimi 800000 anni, precipuamente a causa delle attività umane. Ad esse è legato un altro importante argomento cioè il picco energetico…

- di Redazione

Il cambiamento che ci attende e la forza della comunità locale. Se ne parla sabato con Max Strata

Il cambiamento che ci attende. Dalla crisi ecologica e sociale alla forza della comunità locale. E’ un bel tema quello che viene proposto dall’IntergGAS della Valle del Serchio (GRUPPO ACQUISTO SOLIDALE di Barga, Gallicano e Castelnuovo) assieme al Banco del non spreco di Barga e che si terrà sabato 29 ottobre alle 18 nella sala parrocchiale di San Pietro in Campo. Interverrà Max Strata, autore del libro “Oltre il limite. Noi e la crisi ecologica; consulente ambientale per le pubbliche amministrazioni con esperienza professionale maturata anche all’estero, saggista e appartenente al movimento internazionale delle Transition Towns. Dopo una introduzione sulla crisi ecologica la seconda parte del suo intervento e del dibattito sarà incentrata sulla risposta alla crisi da parte dei singoli e delle comunità. Alle 19,45 la serata si concluderà con una cena condivisa (ciascuno porta qualcosa), vegetariana, con prodotti locali e senza utilizzo di stoviglie usa e getta. I partecipanti sono pregati di comunicarlo a sara06@live.it o al 3408347195.…

- di Redazione

Il cambiamento che ci attende e la forza della comunità locale. Se ne parla sabato con Max Strata

Il cambiamento che ci attende. Dalla crisi ecologica e sociale alla forza della comunità locale. E’ un bel tema quello che viene proposto dall’IntergGAS della Valle del Serchio (GRUPPO ACQUISTO SOLIDALE di Barga, Gallicano e Castelnuovo) assieme al Banco del non spreco di Barga e che si terrà sabato 29 ottobre alle 18 nella sala parrocchiale di San Pietro in Campo. Interverrà Max Strata, autore del libro “Oltre il limite. Noi e la crisi ecologica; consulente ambientale per le pubbliche amministrazioni con esperienza professionale maturata anche all’estero, saggista e appartenente al movimento internazionale delle Transition Towns. Dopo una introduzione sulla crisi ecologica la seconda parte del suo intervento e del dibattito sarà incentrata sulla risposta alla crisi da parte dei singoli e delle comunità. Alle 19,45 la serata si concluderà con una cena condivisa (ciascuno porta qualcosa), vegetariana, con prodotti locali e senza utilizzo di stoviglie usa e getta. I partecipanti sono pregati di comunicarlo a sara06@live.it o al 3408347195.

- di Redazione

A San Pietro in campo la I Festa del Non sprEco

Prima Festa del non spreco a San Pietro in Campo. L’appuntamento è il 5 giugno alle ore 19 presso la Sala parrocchiale di San Pietro in Campo, dove si terrà appunto la prima edizione della “festa del non spreco del Comune di Barga”. L’appuntamento celebra il progetto nato un anno fa con lo scopo di ridurre i ridfiuti alimentari ed aiutare le famiglie in difficoltà; riuscendo attraverso il recupero a distribuire alimenti ancora buoni ma non più idonei per la commercializzazione. In un anno la raccolta è di circa 8 tonnellate con tutti i benefici in merito a non spreco e solidarietà, che se ne possono ricavare… “Chi vuole – recita il volantino che annuncia la festa – può portare qualcosa da condividere; Non Troppo in onore dell’imperativo del Non Spreco”. Sarà l’occasione per uno scambio non solo tra i volontari (che sono circa 60) che seguono questo progetto insieme a diverse associazioni di volontariato e con il Comune di…

- di Redazione

Banco del non spreco a gonfie vele. La raccolta annua di cibo supera le 6 tonnellate. Le famiglie aiutate al giorno sono 35

Sei tonnellate all’anno di cibo ancora buono raccolto in negozi di alimentari, supermercati, forni, e altre attività; altre 2 tonnellate annue previste con l’ampliamento della raccolta anche alla mensa scolastica; circa 35 le famiglie che ogni giorno vengono aiutate con la fornitura di pacchi alimentari che permettono di dare un pasto sicuro e di sgravare da non pochi problemi tanta gente. Sono questi i numeri impressionati della raccolta del “Banco del non spreco”, snocciolati ieri da Leonello Diversi, Governatore della Misericordia di Tiglio, ed uno dei volontari, circa 60, impegnati in questo utile servizio. Con il recupero del cibo che normalmente viene buttato e che invece, ancora buono ed utilizzabile, può servire a dare una mano a tante famiglie in difficoltà; riducendo al tempo stesso l’impatto ambientale del problema, con la diminuzione della quantità di rifiuto organico prodotto, tra i più costosi in termini di smaltimento. . Un doppio vantaggio quello reso possibile grazie allo sforzo ed all’impegno di tante…

  • 1
  • 2