Fiaccolata Gallicano, luce della solidarietà e della ripartenza

-

Tante, davvero tante le fiaccole che hanno riscaldato i cuori e illuminato l a strada della solidarietà a Gallicano. La Fiaccolata come da tradizione si è aperta nel tardo pomeriggio con la degustazione di prodotti tipici e i mercatini natalizi.

 

Ad aprire l’evento ufficiale sono stati poi gli sbandieratori di Gallicano e a seguire la Filarmonica degli Alpini in congedo della Garfagnana Sul palco i rappresentanti istituzionali di quasi tutti i comuni della Valle e fino a Lucca. Presenti anche gli atleti paralimpici Davide Bonaventuri e Stefano Gori e con loro anche la saltatrice Idea Pieroni che ha donato la maglia della nazionale azzurra al comitato della fiaccolata. Era presente sul palco anche monsignor Fiorenzo Toti  che ha benedetto le fiaccole e anche l’arcivescovo Paolo Giulietti che ha portato il saluto della diocesi. Il sindaco Saisi dopo i saluti ha voluto ricordare anche Rolando Bellandi salutato dall’applauso di tutta la piazza. Il sindaco ha fatto infine il punto della situazione della raccolta delle scorso anno durante una fiaccolata ridotta a causa dell’emergenza, ma celebrata dalle istituzioni in diretta su Noi tv. Grazie a fiaccolata, fondazione Crl e regione toscana sono raccolti 50 mila euro che serviranno a dotare di apparecchiature di telemedicina i mezzi  del 118 della Valle. Per quanto riguarda l’evento, Siamo certamente lontani dai grandi numeri della fiaccolata degli anni ottanta  ma Quest’anno da Gallicano è arrivato un segnale importante, grazie ad una comunque alla grande partecipazione. Un segnale di ripartenza. La fiaccolata ha percorso come sempre le vie del paese con un lungo corteo di fiaccole accese. Con il suono delle campane si era spenta l’illuminazione pubblica e si erano accese centinaia di fiaccole che hanno illuminato le vie del borgo contribuendo così alle finalità di una manifestazione che dopo 42  anni mantiene intatto il suo fascino.

Tag: , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.