Baccelli in viaggio verso Barga per verificare il trasporto pubblico per le scuole: “E’ stato fatto un ottimo lavoro”

-

BARGA – Come aveva annunciato ieri, l’assessore regionale ai trasporti, Stefano Baccelli, questa mattina è salito da Lucca a Barga, prendendo prima il treno e poi l’autobus, per una verifica sul campo del trasporto pubblico locale per le scuole e delle misure previste in chiave anticontagio e distanziamento.

Prima è giunto alla stazione di Barga Gallicano con un treno regionale della Lucca-Aulla e poi, con i mezzi di Vaibus, è arrivato a Barga dove ha raggiunto l’istituto alberghiero “F.lli Pieroni”, dove ad attenderlo era la sindaca di Barga, Caterina Campani, con l’assessore alla scuola Lorenzo Tonini, il vice preside dell’ISI di Barga, Alberto Giovannetti, il presidente dell’Unione dei Comuni della Mediavalle, Patrizio Andreuccetti ed anche i consiglieri regionali Mario Puppa e Valentina Mercanti.

La verifica del viaggio ha dato alla fine risposte positive all’assessore regionale per il quale ora, dopo la conferma della bontà dello sforzo per riprendere le lezioni in presenza, l’altro obiettivo da raggiungere è riuscire a mantenere costantemente aperte le scuole.

Baccelli è arrivato come detto  alla stazione di Barga – Gallicano con un treno Swing: “Ho viaggiato su un bel treno: caldo, accogliente, con  l’adeguato distanziamento per gli studenti e per i pendolari e sono arrivato puntuale a destinazione. Vorrei ricordare che cinque anni fa, ha detto quando è sceso dal treno, prima della precedente legislatura i treni della Lucca-Aulla o non partivano o partivano in ritardo, c’erano problemi con la pioggia, con il freddo, con il caldo. In questi anni si sono visti investimenti di RFI di una ventina di milioni, ma soprattutto, con una settantina di milioni di euro, della Regione Toscana proprio sui nuovi mezzi Swing. Ora è una linea che funziona; può avere delle criticità ogni tanto, ma funziona. Anche nel prendere il bus per Barga ho trovato  molto ordine e molta sicurezza – ha aggiunto e per questo mi sento quindi di poter quindi rivolgere un appello a studenti e genitori a prendere i nostri mezzi pubblici, siano treni o bus perché sono sicuri.

Era il nostro obiettivo quello di realizzare le condizioni per una ripartenza della scuola in sicurezza. Lo dico con un certo orgoglio; siamo l’unica grande regione che ha riaperto le scuole; questo è un fatto. Il presidente Giani ha firmato ieri l’ordinanza per confermare la capienza dei mezzi al 50 % e la presenza a scuola al 50%, perché l’obiettivo era riaprire, ma ora l’obiettivo vero è riuscire a tenere le scuole aperte e quindi  è giusto stabilizzare la situazione”.

Tag: , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.