La decisione del TAR su delibera comunale. Il comune impugnerà la sentenza

- 1

BARGA – Il Comune di Barga, in merito alla sentenza del TAR Toscana sul ricorso presentato da KME avverso la propria delibera di Consiglio Comunale dell’aprile 2019,  ha inviato oggi un proprio comunicato stampa dove fa le seguenti prtcisazioni:

 

il Comune di Barga è intervenuto con una interpretazione autentica del proprio strumento urbanistico a fronte di una specifica richiesta di Regione Toscana, in assenza  di una precisa definizione normativa della valenza delle  invarianti, deliberando, secondo il TAR, in  una materia di non  sua competenza.

Di fatto la valenza delle invarianti è questione riferibile alla diversa normativa della Regione Toscana in materia non urbanistica ma di trattamento dei rifiuti, che prevede l’impossibilità di realizzare inceneritori o co-inceneritori in aree ricadenti  in invarianti strutturali, per l’appunto di valenza ambientale.

Resta comunque da specificare come il TAR in questa sentenza,  si sia riconosciuto  il compito  di definire “un’invariante ambientale”, materia di esclusiva competenza della Regione Toscana , peraltro quando la Regione stessa  si è già espressa in merito e proprio in questo senso, nell’ambito del  preavviso di diniego all’istanza di KME.

Del resto si precisa che non è in discussione l’importanza strategica che riveste lo stabilimento KME, sempre riconosciuta dal Comune di Barga, ma l’opportunità che si possa ritenere compatibile  in quell’area con determinate caratteristiche, la realizzazione di un gassificatore.

Il Comune pertanto ritiene di dover procedere ad impugnare la sentenza nelle sedi opportune, fermo restando che il procedimento autorizzatorio all’impianto, pendente  di fronte a Regione Toscana,  andrà avanti nei termini e con le modalità  previste dalla Regione stessa.

Tag: , , , ,

Commenti

1


  1. La guerra del comune di Barga a KME , è anti storica e non produce niente di positivo. Con Questa visione miope anche Salvatore Orlando, cHe nel 1915 venne a portare lavoro e quindi dignità a tante famiglie, oggi troverebbe le stesse opposizioni politiche. Questo fa riflettere,fa molto riflettere, anche sul fatto che le destre siano maggioranza, come nelle ultime due consultazioni elettorali..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*