Partito il BargaJazz Festival

-

BARGA – In una location tutta nuova, il giardino di Villa Gherardi che si è dimostrato sede ideale per accogliere in tutta sicurezza e nel rispetto delle distanze la manifestazione, si è aperto ieri sera il Barga Jazz Festival, quest’anno con il sottotitolo BargaJack, perché l’appuntamento è tutto dedicato, con il pensiero che vola al maestro in ogni momento, al suo fondatore Giancarlo “Jack” Rizzardi, venuto a mancare nei mesi scorsi ed anima insostituibile di questa manifestazione come della storia della musica a Barga.,

In questi primi due giorni,  con la presenza alla prima serata anche del nuovo questore di Lucca Alessandra Faranda Cordella, il festival  si apre con il Barga Jazz Contest dedicato ai gruppi emergenti.  Il concorso vede ogni anno la partecipazione di gruppi provenienti da tutta Italia e come sempre particolare attenzione va all’originalità dei progetti presentati. In tutto sono quattro i gruppi finalisti selezionati tra le numerose domande pervenute.

Nella prima serata, martedì 18 agosto, sul palco il trio di Pasquale Paterra, con Pasquale Paterra alla tromba, Giovanni Bertelli alla chitarra, Fausto Negrelli alla batteria, ed il trio di Tommaso Perazzo composto da Tommaso Perazzo al  pianoforte, Marcello Cardillo alla batteria e Kimon Karoutzos al contrabbasso. Nella seconda serata, stasera, 19 agosto, sarà la volta di “Emmanuel Losio Group”, con da Emmanuel Losio alla chitarra, Giulio Scianatico al contrabbasso,  Fabio Sasso alla batteria,  Simone Alessandrini al  sax alto, Filippo Bianchini al sax tenore, e del trio di Valentina Fin con Valentina Fin alla voce, Francesco Pollon al pianoforte e Manuel Caliumi al   sax alto.

Nell’ambito del Contest ogni anno viene assegnato un premio al miglior gruppo ed un premio speciale al miglior solista dedicato a Luca Flores (eccezionale pianista scomparso nel ’95, militante nell’orchestra di Barga Jazz nelle prime edizioni del Festival).

Il BargaJazz Festival 2020 proseguirà ora fino al 30 di agosto con diversi appuntamenti, nella splendida cornice dei Giardini di Villa Gherardi.

Già per questo giovedì 20 agosto un grande nome del jazz italiano sarà protagonista. Torna infatti al BJF il sassofonista veneziano Pietro Tonolo, con un progetto inedito con Charlie Cinelli al basso e alla voce, Giancarlo Bianchetti alla chitarra elettrica e Giovanni Giorgi alla batteria.

Il quartetto prende nome dal titolo del brano “Twelve Gates To The City” del reverendo Gary Davis (1896-1972) compositore, cantante e chitarrista maestro del finger picking. L’intento del progetto “Twelve Gates” è quello di renderci alcuni tra i suoi brani più significativi sdoganando testi e melodie con una veste sonora moderna.

Il concerto si terrà a partire dalle 21:30. Info e prenotazioni 0583723860. Prevendite www.liveticket.it/bargajazz

 

 

Tag: , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.