MTB, al Ciocco Bike Circle arrivano gli italiani di Cross Country

- 1

IL CIOCCO – Il Ciocco Bike Circle sempre più candidato alla palma del migliore bike park italiano, grazie alle molteplici possibilità offerte dai tracciati e dalle strutture della tenuta di Monte San Quirico che non a caso negli ultimi anni ci sta regalando appuntamenti nazionali ed internazionali legati alla bike nelle sue molteplici discipline.

Al Ciocco, dopo gli europei di bike trial e la coppa del mondo UCI di bike trial dell’ottobre 2019, nel mese di settembre sbarca adesso la disciplina principe della mountain bike, il Cross Country, con il campionato italiano giovanile (12 e 13 settembre) ed infine il campionato italiano assoluto XCO; il tutto sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana e l’organizzazione naturalmente del Ciocco Bike Circle.

Stamani, a visitare i percorsi di gara che saranno allestiti, sono giunti anche Paolo Garniga Presidente Settore Fuoristrada Nazionale della FCI e Mirko Celestino Commissario Tecnico Nazionale XCO-XCM (Cross Country e Cross Country Marathon), che alla fine hanno espresso positivi commenti sul campo di gara e sulle risposte organizzative per accogliere la massima competizione nazionale di cross country.

“L’impianto del Ciocco Bike Circle lo trovo migliorato anno dopo anno e sempre più protagonista – dice il presidente Garniga – Sono tre anni che siamo qua con diversi eventi e ora arriviamo ad un campionato italiano giovanile e ad un campionato italiano assoluto. Forse è la prima volta in Italia che una solita location ospita nel giro di una settimana, entrambi i campionati italiani e questo la dice lunga sulle capacità organizzative e le opportunità che offre questo sito.

Qui c’è la possibilità di poter fare la marathon, il cross country, il trials, il downhill. Quest’anno poi ci sarà data anche la possibilità di assistere anche alla prima edizione del campionato italiano di E-MTB di cross country.  Anche questa una bella scommessa che era il momento di fare”.

Va detto che il Ciocco ha agganciato il treno del campionato italiano quasi all’ultimo tuffo ma con grande determinazione ; facendosi trovare subito pronto a cogliere l’occasione.

La gara del campionato italiano XCO avrebbe dovuto tenersi in agosto in Friuli Venezia Giulia, ma dalle autorità locali, causa le restrizioni coronavirus, non è arrivato il via libera. Il Ciocco si è fatto subito trovare pronto alla richiesta della FCI di ospitare la competizione;

Andrea Barbuti, amministratore delegato del Ciocco, non ha perso tempo. Ha confermato le date del 18, 19 e 20 settembre, ma soprattutto ha realizzato che per il comparto turistico l’evento è senza ombra di dubbio un bel business, in particolare quest’anno con il settore alberghiero in difficoltà. Dunque a settembre arriva l’italiano assoluto XCO; un ulteriore grande passo in avanti per una struttura che vuole tornare ad essere sempre più protagonista sportiva per le bike e che vuole rilanciare e valorizzare anche la sua storia. Come non ricordare infatti che qui è stato ospitato il primo Mondiale di MTB in terra europea, nel 1991.

E già si guarda al 2021 con nuovi importanti eventi allo studio: “Con gli eventi che stiamo per avere a settembre – ci dice proprio Barbuti – ci stiamo preparando a vivere un momento importante anche per tutto il territorio. Il Ciocco fa da apripista ma bisogna dire che grazie a tutto questo è l’intera Valle del Serchio che si sta affermando come luogo principe per la bike..

Il prossimo anno sarà altrettanto ricco di iniziative – continua – Facciamo gli scongiuri ma puntiamo al mondiale master di MTB. Sarebbe la consacrazione del territorio come punto di riferimento per tutto il mondo della mountain bike internazionale”

Tag: , , , , , ,

Commenti

1


  1. Iscrizioni anche il giorno prima per amatori che hanno già fattore k ? Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.