KME, proroga a novembre per presentare le osservazioni al preavviso di diniego sul pirogassificatore

-

E’ stata vinta una battaglia, ma la guerra è ancora aperta. E’ insomma lungi dall’essere conclusa la vicenda del pirogassificatore almeno secondo KME. La notizia ha avuto conferma oggi: l’azienda ha risposto al cosiddetto preavviso di diniego da parte della conferenza dei servizi presentando una richiesta di proroga ai dieci giorni di tempo previsti per la presentazione delle osservazioni. Proroga fino al 30 novembre prossimo che di cui oggi è stata ufficializzata la concessione dalla Regione
Perché la proroga richiesta? perché per KME sul campo ci sono ancora questioni aperte, legate peraltro alle motivazioni che hanno portato la conferenza dei servizi ad esprimersi per il no al progetto, ovvero le famose invarianti strutturali a valenza ambientale che per il comune di Barga sono presenti nell’area dove dovrebbe sorgere il progetto e che per KME non sussistono. In tal senso è atteso infatti il pronunciamento del TAR a cui l’azienda ha fatto ricorso contro la delibera legata alle invarianti che il comune di Barga assunse nell’aprile 2019, poco prima della fine del mandato Bonini.
Resta dunque ancora aperta tale questione e per questo KME ha richiesto la proroga per la presentazione delle osservazioni.
KME per il momento non ha preso una posizione ufficiale su quanto avvenuto, ma da quanto trapela, in azienda quello della conferenza dei servizi non viene, e ora lo si capisce, considerata il punto negativo di arrivo; non una bocciatura, ma solo un primo preavviso e quindi sussistono ancora i tempi per ribaltare la decisione.

Tag: ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.