Feniello: in barba al rispetto delle regole

-

BARGA – Progetto comune replica in un botta e risposta che almeno sulla solita vicenda, non intendiamo ospitare ulteriormente oltre ad oggi (lo diciamo a loro, PD e maggioranza): la vicenda sono le critiche della maggioranza dopo le questione delle mozioni di plastic free,

“In merito al presunto tentativo di ritardare la costituzione dell’Osservatorio rifiuti zero – dichiara il capogruppo Francesco Feniello –  respingo al mittente ogni accusa perché priva di onestà intellettuale e non solo: nel corso dell’incontro Istituzionale in sala del Consiglio, nella normale dialettica politica, il sottoscritto al fine di capire se fossero state rispettate tutte le regole sancite nel bando, in merito alla mancata nomina di due figure previste, chiedeva spiegazioni. Nella stessa sede il sottoscritto affermava che il bando, cosi come approvato anche da noi, aveva inibito ai professionisti di presentare le domande di partecipazione. Forse doveva essere cambiata quella parte per ampliare la partecipazione. Se queste cose diventano per la maggioranza tentativi di ritardare la costituzione dell’Osservatorio, tra l’altro da loro voluto con forza anche se non perfettamente in linea con il bando, allora è finita la democrazia”

 

Più avanti, nel lungo comunicato, Progetto Comune ribadisce la volontà di vigilare  sull’operato della maggioranza per garantire il rispetto delle regole e della democrazia e denuncia:

 “In piena emergenza alluvionale, su un cantiere relativo ad un’opera pubblica, il sottoscritto (Francesco Feniello ndr, ha trovato a lavoro una ditta che forse non doveva e non poteva essere in quel posto. Interpellato anche l’Assessore di riferimento la risposta è stata: “non sapevo nulla”. Questa è un’altra storia… questo avviene a Barga in barba al rispetto delle regole…”

Tag: , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*