Conferenza dei servizi sul progetto KME. Prossimo incontro il 15 aprile

-

FIRENZE – Si è svolta come previsto lo scorso 11 febbraio a Firenze, presso la Regione Toscana, la prima riunione ella conferenza dei servizi  per decidere circa il via libera o meno al progetto di KME. Come già detto ieri si tratta per il momento di una fase interlocutoria, preliminare più che della conferenza dei servizi.

Tra le questioni sul campo nel primo confronto, secondo le voci di corridoio rimbalzate da Firenze, tutte ancora da confermare ovviamente, alcuni passaggi che dovranno  essere sviluppati prima di procedere con l’iter definitivo della conferenza. Si vuole approfondire gli sviluppi di due questioni ancora aperte e non di poco conto. La prima sarebbe il piano di caratterizzazione dei terreni di KME, il cui iter è stato avviato da poco e che riguarda il sito dove dovrebbe sorgere l’eventuale gassificatore. Il piano è stato richiesto dopo che la stessa KME ha comunicato nel novembre scorso il superamento dei  valori  CSC (concentrazione soglia di contaminazione) nell’area interessata dal progetto. Andranno ora completati tutti gli esami ed i rilievi per portare a conclusione il piano di caratterizzazione. La strada potrebbe essere ancora lunga, visto che gli esiti del piano di caratterizzazione  potrebbero portare a tre diverse indicazioni (conclusione del procedimento, un monitoraggio ulteriore o anche, terza ipotesi, una richiesta di bonifica dei terreni); l’altra è la questione tuttora aperta dall’aprile 2019, (c’è un ricorso al TAR presentato da KME del quale si attende la prima udienza), riguardo alla invariante urbanistica dei terreni interessati dal progetto; invariante i cui paletti minerebbero seriamente la possibilità di realizzare in quell’area l’impianto. La delibera che ribadiva i parametri della invariante fu approvata nell’aprile scorso dal comune di Barga ed a tale delibera KME si è opposta con il ricorso al TAR. C’è quindi da attenere anche gli sviluppi di questa vicenda. La prima udienza di fronte al TAR sarebbe prevista a marzo.

Per questo motivo, per quanto riguarda la conferenza dei servizi, per il momento è stata decisa solo una nuova riunione di aggiornamento di queste e di altre questioni , che è stata fissata al 15 aprile prossimo.

Tag: , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*