Come sviluppare il turismo legato alla Via del Volto Santo. Un incontro pubblico a Barga

- 1

BARGA – La Via del Volto Santo. Sul turismo dei pellegrini sugli itinerari storici, che indubbiamente rappresenta una opportunità di crescita della sua vocazione turistica per Barga, giovedì 5 marzo alle ore 21, nella sala consiliare di Palazzo Pancrazi, si terrà un incontro aperto alla cittadinanza ed alle associazioni del territorio.

Il sindaco Caterina Campani e l’assessore Francesca Romagnoli illustreranno il progetto relativo alla Via del Volto Santo, lo stato dei lavori e le opportunità di valorizzazione culturale e turistica che tocca da vicino Barga. L’incontro,organizzato dall’Amministrazione particolare, è stato richiesto per conoscere meglio quello che bolle in pentola, dai tavoli di lavoro turistici promossi dal comune di Barga, dalla Pro Loco e dalle aziende turistiche del territorio.

A Barga ormai da qualche anno, soprattutto dal 2018, arrivano in ordine sparso e senza essere accolti da una organizzazione ben strutturata, i pellegrini della via del Volto Santo che parte dalla Lunigiana ed attraversa la Garfagnana per poi arrivare a Lucca, dove appunto la meta  è il Volto Santo nella chiesa di San Martino.. Non c’è ancora un itinerario ben segnato della trappa che da Castelnuovo porta a Barga e da qui a Borgo a Mozzano per poi proseguire per Lucca e quindi i pellegrini si arrangiano come possono.

Da tempo sosteniamo che la Via del Volto Santo è una grande opportunità turistica anche per il nostro territorio e che quindi è fondamentale una azione comune per potenziare la vocazione turistica legata a questo itinerario, a cominciare appunto dal percorso. Ora sembra che qualcosa cominci a muoversi e che anche le istituzioni comincino a fare sul serio. Molto bene.

Tag: , ,

Commenti

1


  1. Speriamo che inizino a fare sul serio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*