La tradizione della befana nei paesi del comune

-

BARGA – Per la vigilia in prima fila anche Fornaci dove grazie all’impegno delle realtà che in questi anni sono molto impegnate nella valorizzazione delle tradizioni ci sarà il 5 gennaio il Canto della Befana Fornacina con musici e cantori. Il gruppo delle befane fornacine sarà organizzato e composto dal Piccolo Coro Chiacchiere sonore, dalla Schola Cantorum, dal gruppo Mamme, Bimbi e Chitarre, da Fornaci 2., dagli Incartati, dal Gruppo Marciatori FIDAS e dal Motoclub Fornaci. Tutte le offerte in denaro o in generi alimentari raccolte saranno destinate alle opere dell’unità pastorale ed alla colletta alimentare. Il via dalle 14,30 dalle case operaie per poi girare per tutto il paese di Fornaci con diverse soste (scuole nuove; bottega del Fattore; piazzale Conad; vecchia entrata KME; piazza IV Novembre; Bar il sogno, piazza Stefani; Due Strade; piazza Don Ferretti; chiesa vecchia; aia del Beniamino) per i canti di questua.

Canti di questua per il pomeriggio e la sera della Vigilia sono previsti anche a Catagnana, a Castelvecchio Pascoli, Filecchio e negli altri paesi del comune

Canti di questua, anche per raccogliere fondi da devolvere in beneficenza, sono previsti, però per il giorno 6, anche a Mologno e San Pietro in Campo, a cura dei locali comitati paesani che organizzano tutti gli anni due grandi gruppi musicali.

Il giorno 6, manifestazioni legate all’Epifania sono in programma nel pomeriggio anche nella chiesa di Fornaci Vecchia (alle 15) con il tradizionale “Omaggio a Gesù Bambino” con poesie e i canti. Parteciperà anche il Piccolo Coro Chiacchiere Sonore; e nella chiesa di San Giusto a Tiglio Alto con le “poesie sotto il presepe”.

Tag: , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*