BargaJazz festival, si comincia l’8 agosto. Ecco tutti gli appuntamenti

-

Tutto pronto per il BargaJazz Festival 2019, che quest’anno avrà un lungo oltre che ricco calendario, che si terrà dall’8 al 31 di Agosto. Moltissimi gli appuntamenti tra concerti, seminari ed eventi collaterali.

Nucleo centrale del festival rimane il concorso internazionale di composizione e arrangiamento per orchestra jazz, quest’anno dedicato alla musica del trombettista statunitense Dave Douglas. Ospite del Festival e della BargaJazz Orchestra sarà lo stesso Douglas, che si esibirà al Teatro dei Differenti il 23 e 24 Agosto nell’ambito dell’esecuzione da parte dell’orchestra di Barga Jazz dei brani del concorso di arrangiamento e composizione.

Il programma è stato illustrato dal direttor artistico Alessandro Rizzardi nel corso di una conferenza stampa svoltasi questa mattina in comune a Barga.

Tra le novità di quest’anno intanto la ripresa, dopo due anni di stop, del  BargaJazz Contest (19 e 20 agosto a Villa Moorings), il concorso dedicato ai gruppi emergenti che vede la partecipazione di gruppi provenienti da tutta Italia ed anche dall’estero. Particolare attenzione è dedicata anche in questa edizione all’originalità dei progetti presentati. Nell’ambito del Contest ogni anno viene assegnato anche un premio al miglior gruppo emergente ed un premio speciale al miglior solista dedicato a Luca Flores. (eccezionale pianista scomparso nel ’95, militante nell’orchestra di Barga Jazz nelle prime edizioni del Festival).

Tra gli eventi clou del festival ci sarà anche quest’anno naturalmente (domenica 18 di agosto nel centro storico di Barga)  Barga IN Jazz, la festa del jazz,  che vedrà l’antico castello cittadino  invaso da tantissimi musicisti jazz. La giornata, che si è ormai trasformata nel più coinvolgente appuntamento dell’estate di Barga, sarà inaugurata alle 17 dalla Large Street Band che guiderà il pubblico tra le strade e le piazze del centro storico. In ogni piazzetta si esibirà un gruppo di jazz di diverso stile, dal Dixieland alla Fusion passando per il Bebop e il Modale. Una vera e propria vetrina che vedrà in particolar modo in scena i giovani gruppi jazz provenienti da Siena Jazz e dai Conservatori ad indirizzo Jazzistico.

Alle 18 poi, il concerto di Vittorio Alinari in solo presso la Chiesa di S. Elisabetta in una cornice suggestiva e spirituale. La manifestazione si concluderà poi in serata con una grande jam session in piazza del Teatro con la resident band del Barga Jazz Club (Simone Venturi, Leonardo Gnesi e Federico Cardelli).

Per quanto riguarda i concerti in programma, si alterneranno a Barga alcuni nomi importanti del jazz italiano. Partenza l’8 ed il 9 agosto con due concerti nei giardini di Villa Moorings: Diana Torto & Trio Ammentos e Roberto Cecchetto Core Trio. 

Frutto di una ormai consolidata collaborazione con Aldes di Roberto Castello, l’evento che invece si terrà a Casa Pascoli (11 agosto) dal titolo “Mbira”, con la partecipazione di musicisti e danzatori in un progetto originale dedicato all’Africa.

Un trio d’eccellenza poi quello che si esibirà il 12 agosto al Teatro dei Differenti con Dado Moroni, Rosario Bonaccorso e Roberto Gatto, mentre il 13 agosto Michela Lombardi presenterà il suo nuovo progetto dedicato alla musica di Sting rivisitata in chiave jazzistica. ,

Collaborazioni importanti anche con il mondo dell’arte per il concerto del 17 agosto, che vedrà protagonista il gruppo Note Noire in Piazza Salvo Salvi in occasione della mostra “Stare” di Fabio Maestrelli presso OXO Collection – The Gallery.

Il Teatro dei Differenti ospiterà poi il 22 di Agosto la Lydian Sound Orchestra di Riccardo Brazzale eletta dalla rivista MusicaJazz miglior formazione dell’anno:  Stefano Battaglia, Mirco Mariottini, Riccardo Arrighini, Pietro Tonolo, Alessandro Fabbri, Roberto Gatto e molti altri.

Dal 26 al 31 agosto nel nuovo spazio all’aperto del Parco S. Elisabetta, si terrà una serie di concerti basati su produzioni originali e presentazione di recenti lavori discografici: Alessandro Fabbri Five WInds con ospite Pietro Tonolo, il duo di Stefano Battaglia e Mirco Mariottini, Tony Cattano “Naca” Quartet, Andrea Garibaldi trio, il progetto “Hermético” del sassofonista Rossano Emili sulla musica di Hermeto Pascoal e la produzione “En Clave de Serrat” del pianista Louis Gonzàlez dedicata alla musica di Joan Manuel Serrat.

Non mancherà un momento di riflessione sul difficile ruolo del musicista jazz in Italia, ma anche sui 34 anni dalla nascita del festival, affidato a Bruno Tommaso e Francesco Martinelli in una conferenza dal titolo “Mission Imposssible, il musicista jazz in Italia” che si terrà il 24 agosto alle ore 18 a Palazzo Pancrazi.

Tag: , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.