Barga Castagna, appuntamento dal 2 al 4 novembre

-

A Barga è iniziato il conto alla rovescia per la seconda grande edizione di Barga Castagna, quest’anno divenuta una ricca tre giorni che ha l’intento di far divenire Barga la vera capitale della castagna e delle ricette ed i piatti della tradizione ad essa legati.

Il tutto organizzato da ArtCom Barga con la collaborazione fondamentale di Pro Loco Barga, ma anche di tantissime associazioni che collaborano all’evento; buona parte di quelle che in tutto il territorio del comune sono attive in sagre ed eventi paesani.

Il via subito venerdì 2 novembre con una grande novità: il primo concorso dedicato al miglior mondinaro, a colui che sarà in grado di preparare, con la classica padella sul fuoco, le migliori mondine, sia per tecnica che per qualità e bontà.

Si tratta appunto di una gara di cottura delle castagne col metodo tradizionale della padella su fuoco a legna. Il tutto prenderà il via alle 21 nel piazzale Matteotti dove per l’occasione gli organizzatori proporranno una speciale serata dal titolo “Veglio dei tempi passati”; in programma oltre alla gara briscola, racconti davanti al caminetto con il “Contafole” ed alcune dimostrazioni della tradizione, dalla sgranatura del grano alla preparazione della ricotta nel paiolo con cottura sul fuoco.

Sabato 3 novembre, così come domenica 4, saranno i giorni clou di Barga Castagna. Sabato 3 ci sarà il ritorno intanto, in collaborazione con l’Associazione Città del Castagno, del concorso di pasticceria  Dolci, Castagne, Marroni e Farina di Castagne riservato alla categoria non professionisti. L’evento avrà luogo nel piazzale Matteotti con alle 11la presentazione ed alle 12 l’inizio della gara con l’esame da parte della giuria dei dolci in concorso. Alle 17 ci sarà anche una degustazione aperta al pubblico  ed alle 17,30 la proclamazione dei vincitori.

L’altro piatto forte sarà il percorso gastronomico nella parte nuova ed antica di Barga, sia il 3 che il 4 novembre, alla scoperta di tutto quello che si può preparare con le castagne e la farina di castagne . Il via agli stand gastronomici sabato a cominciare dalle 12 (domenica dalle 11,30) e dalle 12,30 anche nei ristoranti e locali pubblici aderenti si potrà pranzare con menù o piatti a base di castagne o gustare comunque altre specialità a base di castagne (Caffè Ristorante Capretz; Ristorante Giro di Boa; Ristorante Scacciaguai; Da Aristo bar spuntineria; Pub 46 Pizzeria; Ristorante La Pergola; Gelateria Il Giardino; Borgo dei sapori)

Per quanto riguarda gli stand dedicati alla castagne ed ai vari piatti della tradizione nelle piazze di Barga nuova e vecchia si troverà veramente di tutto, frutto del lavoro di tante associazioni. Si potrà optare per un menù degustazione (con quattro assaggio a 10 euro) oppure assaggiare a propria scelta nei vari stand pagando una cifra commisurata alla proposta degli stand stessi.

Ecco tutto il percorso:  Piazza del Teatro: Lake Angels con castagnaccio,vin brulè;  Piazza Annunziata: Comitato San Pietro in Campo con frittelle e ricotta e mondine con padelle; Piazza Angelio: Polentari di Filecchio con polenta gialla con ragù, polenta di neccio con salsiccia – Gatti Randagi, con crepès, bombonecci, mondine – Donatori di sangue Fornaci con piatto freddo salumi e formaggi con crostini di pane alla castagna; Piazza Garibaldi: Cai con cialde, – Amatori Castelvecchio con necci con ricotta;  Largo Biondi: A.S Barga con Necci, mondine, vin brulè; Piazza San Rocco: Misericordia di Tiglio con necci con ricotta; Piazza Pascoli:  stand “I sapori di una volta” a cura del Comitato di Sommocolonia  con borghe, ballotte, vinata, manafregoli  –   Comitato di Mologno con mondine a cesto e a padelle; Piazzale Matteotti: Proloco e Artcom Barga con mondine a cesto ea  padelle, bombonecci, castagnaccio con forno mobile – G.S Barga  con frittelle con ricotta; Volta dei Menchi e presso altri stand: Le Donne di Barga con vendita di castagne fresche e secche, farina confezionata.

Gli stand resteranno aperti sia sabato che domenica fino alle 21,30. Da sapere anche che in questi due giorni ci sarà un servizio navetta dalla zona Stadio-Piscina Comunale  per Piazzale Matteotti.

Nella giornata di sabato 3, alle 16 alla Galleria Comunale di Via di Borgo, si potrà anche partecipare alla conferenza indetta da Unitre con l’esperto Ivo Poli dal titolo “Giovanni Pascoli e il castagno”

Domenica 4 novembre alle 18 in piazza Angelio ci sarà anche la premiazione del concorso per il miglior “Mondinaro” in memoria di Mario Ottolini fondatore dell’associazione Città del castagno.

Da sapere inolter che nei due giorni della festa ci sarà l’apertura straordinaria del campanile del Duomo a cura del gruppo Campanari di Barga; la Befana di Barga  accoglierà i bambini presso la Casa della Befana a Pegnana il 3 e4 novembre; nelle varie piazze della festa  anche un mercatino vario di piccolo artigianato locale e prodotti tipici.

Inoltre ci saranno nel fine settimana tante altre iniziative in paese, a cominciare dalle celebrazioni per ricordare il centenario della fine della Grande Guerra (sabato 3 novembre alle 15  presso il Monumento ai Caduti di Piazza della Vittoria, Alza Bandiera, accensione della fiaccola e inizio del Picchetto d’Onore che andrà avanti fino a mezzanotte; alle 21  presso il teatro dei Differenti con un concerto del Coro “Alpi Apuane”; domenica 4 novembre alle 14,30 in Via del Sasso zona Bastione, ammassamento dei partecipanti ed alle 15 partenza del corteo, resa degli Onori ai Caduti e deposizione di una corona di alloro al Monumento ai Caduti di Piazza della Vittoria.); uno spettacolo alle 16,15 degli Sbandieratori di Gallicano con esibizione in Duomo e corteo per le vie e piazze, ed esibizione finale nel piazzale Matteotti ore 17,30 circa.

Tag: , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.