Mancano le cellette al cimitero di Renaio. Bonini: “risolveremo il problema”

-

Pochi gli abitanti di Renaio e dunque piccolo anche il cimitero con pochi posti a disposizione. Qui le sepolture sono possibili solo in terra, perché non esistono i cosiddetti forni e nemmeno le cellette per poi riporvi i resti mortali dei propri cari in caso di esumazione per far posto alle nuove sepolture. Proprio questo è il problema che viene evidenziato dalla signora Vilma Guidi, abitante a Lucca, ma originaria di Renaio.

“Da anni – scrive – è stata trovata una soluzione di fortuna e a dir poco discutibile per lasciare la possibilità ai parenti di recare un fiore ai propri cari per i quali si era dovuto procedere alla esumazione: i resti sono seppelliti in modo del tutto indecoroso lungo i muri perimetrali del cimitero e sopra di essi vengono posti i resti delle tombe e delle lapidi che sono stati rimossi.

I familiari altrimenti si vedono obbligati a trasferire i resti mortali al cimitero di Barga o peggio ancora, a trasferire le ossa nell’ossario comune, venendo così a perdere l’identificazione della persona cara con il conseguente violento trauma affettivo e psicologico di perdita totale del “contatto” con l’amato familiare.

Più volte abbiamo richiesto, anche con una lettera firmata da 60 abitanti qualche anno fa, una soluzione al comune”.

La signora Guidi dice che al comune è stata richiesta la soluzione di ampliare il cimitero creando nei nuovi spazi quelle cellette che potrebbero dare degna sepoltura ai resti mortali che sono stati esumati.

Abbiamo girato la richiesta al sindaco Bonini che ha risposto:

“Come abbiamo già avuto modo di dire alla signora Guidi che conosce quindi le nostre intenzioni, va avanti per i cimiteri l’operazione di project financing avviata in questi anni. Anche Renaio rientra negli interventi previsti, ma abbiamo deciso di procedere secondo le priorità; prima realizzando i loculi mancanti al cimitero di Loppia, adesso quelli che mancavano a Barga e successivamente interverremo anche a Renaio, realizzando non tanto un ampliamento, ma comunque le cellette necessarie per ospitare i resti mortali esumati. Le richieste degli abitanti di renaio saranno quindi ascoltate come già previsto da tempo”.

Tag: , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.