Attivisti M5s Barga: “Bambini lasciati soli sui pullman. Il Comune intervenga”

- 1

“Il nostro comune sembra nonessere un comune a misura di bambino. Mentre dovrebbe essere l’ente comunale a tutelare le attività scolastiche e il trasporto pubblico scolastico, da noi non esiste uno scuolabus che al mattino prelevi i bambini delle scuole elementari davanti alla propria abitazione, e li accompagni fino a scuola. I bambini sono costretti a salire da soli su un pullman di linea, fare il viaggio da soli e scendere in completa autonomia”.

Lo scrive Luica Biagiotti che a nome degli attivisti di Barga del Movimento 5 stelle ha denunciato la problematica con un post sulle pagine Facebook degli stessi attivisti.


“Molti comuni hanno uno scuolabus gestito dal comune con una assistente a bordo, altri prevedono la presenza di un assistente su ogni autobus di linea che effettua servizio di trasporto alunni della Scuola Primaria, ma il comune di Barga no. La nostra amministrazione “abbandona” i bambini su un pullman di linea, senza fornire nessuna assistenza.
I rischi che il bambino corre durante questo viaggio sono seri: i bambini in questo modo rimangono alla mercé di malintenzionati che potrebbero approfittarsi della loro ingenuità in vari modi, oppure essere oggetto di episodi di bullismo da parte di ragazzi di età più adulta. Le cronache di questi ultimi anni ci raccontano che questi fatti sono successi e possono accadere di nuovo”.
“Il diritto allo studio  – continua Biagiotti –  prevede anche il diritto ad un trasporto sicuro del bambino, dalla propria abitazione fino all’edificio scolastico. Per questo lancio un appello alla nostra amministrazione: impegniamoci perché il prossimo anno scolastico, porti al nostro comune almeno un assistente a bordo dei pullman che raccolgono i bambini delle scuole primari. Si potrebbe affidare l’assistenza  a volontari di varie associazioni, oppure a chi svolge il servizio civile, o ancora a pensionati che danno la propria disponibilità.”.

Gli attivisti 5 stelle hanno già richiesto in proposito un incontro all’Amministrazione Comunale che si terrà ai primi di marzo. “Vogliamo sapere dal sindaco Marco Bonini –  ci spiega lo stesso Biagiotti – quale linea intende seguire, ma affrontare anche altre problematiche. Tra queste vogliamo sapere come si muoverà il comune di Barga nei mesi prossimi sul fronte della difesa dell’ospedale: mesi che senz’altro – conclude  Biagiotti – saranno cruciali per la vita del San Francesco”.

Tag: , , , , ,

Commenti

1


  1. bus
    Sempre andato a piedi fino alla fermata se non alla scuola, dalla metà della prima elementare in poi, e sempre senza sorveglianti sul bus dalle medie (alle elementari non c’era proprio) alle superiori.Non ditemi che sono cambiati i tempi, siamo cambiati noi. Ai miei tempi se qualcuno provava a infastidire qualcun altro lo sistemava.Ricordo ancora la compagna che stava a due km dalle elementari, metà dei quali nel bosco da sola a piedi…Non sono i bus o gli assistenti da mettere a posto, è la nostra società, siamo noi a dover essere cambiati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*