Per la liberazione di Bagni di Lucca e Coreglia, celebrazioni nella cittadina termale

-

L’Istituto Storico Lucchese, Sezione di Bagni di Lucca, le Amministrazioni Comunali di Bagni di Lucca e Coreglia Antelminelli, la Fondazione Michel de Montaigne, promuovono il 4 ottobre p.v. alle ore 16.30, presso la sala rosa del Circolo dei Forestieri di Bagni di Lucca, una giornata in memoria del 70° anniversario della Liberazione: settembre-ottobre 1944 – ottobre 2014.
La cittadinanza tutta è invitata alla manifestazione per ricordare, conoscere e condividere la storia di quei giorni e le emozioni che le testimonianze e i documenti trasmettono ancora oggi.
Onorare, attraverso il ricordo, il sacrificio di molti combattenti e civili per la Patria libera, è un dovere civico ed è anche un messaggio positivo alle generazioni future, perché, consapevoli della tragicità di quei tempi di guerra, coltivino la pace e la fratellanza.

V.L.B.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA
Ore 16.00: deposizione corona di allora al monumento ai caduti di tutte le guerre (Bagni di Lucca, Piazza IV novembre), e alla lapide commemorativa dell’XI Zona Patrioti (Bagni di Lucca, Piazza Jean Varraud).
Ore 16.30: Sala Rosa del Circolo dei Forestieri
Saluto dei Sindaci e delle Autorità.
Presentazione della giornata a cura del Direttore dell’Istituto Storico Lucchese, Sezione di Bagni di Lucca. Saluto del Presidente della Fondazione Michel de Montaigne.
Nella Piazza del Circolo dei Forestieri a cura dell’Associazione Linea Gotica della Lucchesia saranno esposti mezzi militari d’epoca con la partecipazione dei reenactors.
Ore 17.00: Ricostruzione storica “Bagni di Lucca e Coreglia Antelminelli 70 anni fa” a cura del Tenente Colonnello dell’Esercito Italiano Vittorio Lino Biondi. Il Ten. Col. Vittorio Lino Biondi tratterà l’aspetto storico militare dei territori dei due Comuni nella vicende belliche del 44-45.
Ore 18.00: Inaugurazione della mostra documentaria e di cimeli a cura della Sezione di Bagni di Lucca dell’Istituto Storico Lucchese e del Comitato Recupero e Valorizzazione Linea Gotica di Borgo a Mozzano. La mostra documentaria e dei cimeli spazia dagli ordini di sfollamento della popolazione del 1° settembre 1944, ai documenti dell’AMG, e alle relazioni dei parroci, accorati testimoni delle sofferenze della popolazione, per arrivare alla fase della ricostruzione delle infrastrutture: ponti, ferrovie, fatti saltare durante la ritirata dell’Esercito Tedesco in ritirata.

Tag: , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.