A proposito del cimitero di Barga

-

L’Arciconfraternita di Misericordia di Barga ha annunciato che a breve partiranno i lavori per la realizzazione di altri 100 nuovi loculi presso il cimitero urbano di Sigliari.
Verranno costruiti nel sesto settore del camposanto, nell’ala nuova insomma, andando ad aumentare notevolmente la dotazione di posti nel cimitero di Barga che ormai, per quanto riguarda i loculi, è ridotta al minimo.
Il costo dell’operazione sarà sostenuto interamente dalla Misericordia (144 mila euro) e ci vorranno circa 6 mesi per terminare i lavori.
“Da tempo intendevano portare avanti questo progetto– spiega il Governatore Enrico Cosimini –ma abbiamo dovuto fare i conti con un significativo ritardo con la concessione edilizia da parte del Comune di Barga e così si è arrivati a oggi”.

“Ritardi anche maggiori sono peraltro previsti per il nostro progetto di realizzare anche nuovi posti distinti, singoli e doppi. In questo caso – aggiunge Cosimini – il blocco è legato al project financing che il Comune di Barga intende realizzare sia nel cimitero di Loppia che in quello di Barga e che coinvolgerà un’azienda privata per la realizzazione di altri nuovi loculi. Fino a quando non sarà totalmente definita l’operazione project financing non potremo partire con i successivi interventi”.
Per il Governatore Cosimini i ritardi sui lavori ormai alle porte e quelli sui posti distinti rischiano di rappresentare un problema per la disponibilità di posti nel cimitero di Barga: “I loculi attualmente a disposizione sono veramente pochi ed i posti distinti si aggirano sulle 12 unità tra singoli e doppi – spiega – Per realizzare i loculi ci vorranno circa sette mesi e c’è il rischio reale che prima che siano pronti, a seguito dei ritardi, ci si trovi nell’impossibilità di accogliere nuove salme, se nonricorrendo al non proprio agevole escamotage di chiedere in prestito spazi a chi già possiede posti distinti e loculi; per poter seppellire i propri cari temporaneamente. Operazione che risulta alla fine essere anche più onerosa”
Cosimini parla a tutto tondo del cimitero urbano di Barga e dell’impegno per renderlo nuovamente un luogo più consono, dopo anni in cui, come anche denunciato al nostro giornale, il cimitero è stato oggetto di un crescente degrado. Uno dei punti critici l’accesso, condiviso con alcune attività artigianali.
“Siamo molto soddisfatti di quanto appreso dalla recente adozione del nuovo regolamento urbanistico – ci spiega – Il Comune ha infatti ascoltato la nostra richiesta ed ha previsto nello strumento urbanistico la realizzazione di un nuovo parcheggio ed una via di accesso diversa per le attività artigianali presenti, così da rendere più consono e meno degradato l’accesso principale al cimitero. Ora si tratta di passare alla realizzazione dell’opera e reperire i fondi da parte del Comune, fermo restando la nostra disponibilità a dare una mano per quanto ci è possibile”.
Cosimini ricorda poi la recente conclusione dei lavori, a cura della Misericordia, per la sistemazione della copertura dei due lunghi bracci laterali che si dipanano dalla cappellina del vecchio cimitero e che ospitano centinaia di loculi (costo dell’operazione 26 mila euro): “Ci sarebbe adesso da prendere in esame la questione relativa ai grossi problemi di infiltrazioni del muro ed all’intonaco fatiscente della parte finale del braccio destro. Qui si trova anche l’ingresso ai più vecchi loculi sotterranei, ma soprattutto sono ospitate pregevoli lapidi che riguardano i caduti della Grande Guerra e del Risorgimento, che indubbiamente meriterebbero più attenzione e cura. E’ insomma questa una vera e propria cappella della memoria che dovrebbe essere recuperata e sistemata a dovere. Il luogo è di proprietà della Misericordia, ma non così le lapidi. Vorremmo quindi affrontare la questione insieme al Comune, in modo da stabilire le giuste competenze per arrivare alla realizzazione dei lavori e soprattutto alla copertura dei costi per il restauro”.

Tag: , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.