Tag: uilm

- di Redazione

Bocciatura progetto KME, la UILM: “Lavoriamo tutti insieme per il rilancio dell’impianto”

” La prima bocciatura da parte dei tecnici della Regione del progetto di auto produzione di energia elettrica presentato da Kme Italy per lo stabilimento di Fornaci di Barga non deve rappresentare uno stop ma un momento di profonda riflessione da parte di tutti. L’azienda, le istituzioni a tutti i livelli, lavoratori, cittadini e le organizzazioni sindacali devono pensare a come dare un futuro a questo impianto che oggi affronta una profonda crisi, acuita dall’emergenza Covid, ma che rappresenta un pezzo di storia del territorio, che è ancora il più grande della provincia e dà lavoro a 800 persone, compreso l’indotto”. A parlare è il segretario della Uilm area nord Toscana, Giacomo Saisi, che interviene così dopo la decisione della conferenza dei servizi della Regione Toscana di bloccare, almeno per il momento, il progetto di rilancio presentato da Kme Italy per Fornaci. “In attesa di capire quali potranno essere le mosse dell’azienda, compreso un possibile ricorso contro la decisione, ribadiamo…

- di Redazione

Uilm: “Crollo ordini Kme ed Em Moulds per crisi Covid19: aumenta la cassa integrazione. Preoccupati per lavoratori”

FORNACI DI BARGA – Il segretario della Uilm area nord Toscana, Giacomo Saisi, preoccupato per la crisi del settore e gli effetti sullo stabilimento di Fornaci di Barga: “Aumentano i giorni di cassa integrazione. Servono subito nuovi accordi anche con i Comuni per la manutenzione e la gestione del verde”. Ecco nel dettaglio la nota di Saisi: “La Uilm area nord Toscana esprime grande preoccupazione per la situazione di Kme Italy ed EM Moulds per il drastico calo di ordini attuale e quello previsto per i prossimi mesi. Eppure la ripartenza era avvenuta con un i giusti carichi di lavoro  e, soprattutto, in sicurezza per evitare possibili contagi da coronavirus tra i lavoratori, con  un protocollo di sicurezza condiviso e concordato con  la Rsu di stabilimento.  Oggi, invece, si sta registrando una flessione importante del mercato, forse in parte dovuta alla crisi derivata  dall’emergenza per la pandemia. Fatto sta che gli ordini non stanno entrando e purtroppo a pagarne ancora una…

- di Redazione

Incidenti sul lavoro e malattie professionali, i dati del 2019 analizzati da UILM

LUCCA –  “Con la sicurezza sul lavoro non si scherza, mai. Ogni incidente rappresenta un segnale di allarme da analizzare a fondo per individuarne le cause ed evitare che si possa ripetere. L’obiettivo che come sindacato ci poniamo è sempre altissimo: incidenti zero. Ma è l’unico modo per cercare di migliorare sempre, tramite una formazione sulla sicurezza costante che deve partire già dalle scuole”. Sono parole del segretario Uilm area nord Toscana, Giacomo Saisi, che prende spunto dagli ultimi dati disponibili sul portale dell’Inail per gli incidenti sul lavoro e le malattie professionali, relativi al periodo gennaio-novembre 2019. “Prima di tutto bisogna partire dal quadro nazionale, fornito dallo stesso report di Inail fino a settembre: le denunce di malattia professionale sono state 45.158 (+2,4%). Le patologie denunciate sono aumentate solo nella gestione Industria e servizi, da 34.739 a 36.189 (+4,2%), mentre sono diminuite in agricoltura. In crescita sia le denunce dei lavoratori italiani, che sono passate da 41.237 a 42.037…

- di Redazione

Infortunio alla KME, la UILM: “Troppi infortuni sul lavoro, subito tavolo di confronto provinciale”

FORNACI DI BARGA – “Possiamo forse tirare un sospiro di sollievo perché dalle ultime notizie ricevute questa mattina il lavoratore coinvolto martedì nell’incidente all’interno dello stabilimento Kme Italy, dipendente di una ditta esterna, non sarebbe in pericolo di vita. Una buona notizia ma quanto accaduto deve farci nuovamente riflettere sulla sicurezza nei posti di lavoro, sui controlli e alzare ulteriormente il livello di guardia per il futuro”. Lo sostiene il segretario della Uilm area nord Toscana, Giacomo Saisi, che analizza così quanto accaduto martedì mattina all’interno dello stabilimento Kme di Fornaci di Barga dove un lavoratore della ditta esterna C2000, ramo edilizia, è caduto giù dal tetto, da un’altezza di 6 metri circa a causa del parziale cedimento del tetto, stando almeno alle prime ricostruzioni. “Attendiamo che sia fatta tutta la chiarezza possibile sulla vicenda. Tuttavia partiamo proprio dal tetto per chiedere a Kme che siano fatte ulteriori e immediate verifiche all’interno del capannone per verificare lo stato della struttura.…

- di Redazione

KME, i sindacati nazionali: “Necessità di prorogare ulteriormente gli ammortizzatori sociali”

Il coordinamento sindacale nazionale Fim Fiom Uilm ha incontrato oggi la direzione aziendale nell’ambito del coordinamento nazionale del gruppo KME. Un incontro dove sono emersi elementi che polarizzano l’attenzione dei sindacati: “E’ stata illustrata la situazione del mercato dove si è evidenziato un forte rallentamento per tutto il settore metallurgico in tutta Europa, in particolar modo per la parte più legata all’automotive. Negli stabilimenti del gruppo KME però, Fornaci di Barga  manifesta una condizione di miglior tenuta, ma i carichi di lavoro e le ore lavorate sono inferiori all’anno precedente. Come organizzazioni sindacali abbiamo manifestato la preoccupazione per il rallentamento produttivo, precisando che è necessaria la continuità degli investimenti e la salvaguardia dei livelli occupazionali. In questo quadro è evidente che vi è ancora la necessità di prorogare ulteriormente gli ammortizzatori sociali in modo da accompagnare la ripresa produttiva e il progetto di rilancio”.

- di Redazione

Kme, riprendiamo il dialogo. Uilm replica alla Libellula: “Tutto sospeso dopo la notizia del pirogassificatore”

FORNACI DI BARGA – “La nostra richiesta di incontro sul futuro di Kme e dei lavoratori è rivolta alle istituzioni, al Comune come alla Provincia e alla Regione, perché loro, insieme all’azienda, sono gli interlocutori interessati a dare risposte ai problemi del lavoro e dell’occupazione del territorio. Ed è con loro che si sono interrotti i rapporti ormai da diverso tempo, in particolare dalla campagna elettorale per le amministrative del Comune di Barga”. Non si fa attendere la replica del segretario della Uilm area nord Toscana, Giacomo Saisi, all’attacco del comitato La Libellula sulla vicenda dello stabilimento di Fornaci di Barga. La volontà, spiega lo steso, è quella di ricucire un dialogo, su tutti i fronti, che riguarda l’azienda e le istituzioni ma anche il comitato stesso: “Quello che fa La Libellula, sotto il profilo dell’informazione ai cittadini e della battaglia per la sostenibilità ambientale, è assolutamente lodevole. Certo, noi non ci permettiamo di intervenire sul modo in cui portano avanti…

- di Redazione

Alla KME la visita del segretario nazionale Uilm: “Sostenere termovalorizzatore nel rispetto del territorio”

Si è svolto oggi, 28 febbraio, a Fornaci di Barga in provincia di Lucca, il Consiglio territoriale Uilm dell’Area Nord Toscana a cui hanno preso parte il Segretario generale della Uilm, Rocco Palombella, il Coordinatore della Uilm Toscana, Vincenzo Renda e il Segretario della Uil area nord Toscana, Franco Borghini. Lo informa una nota diffusa proprio dalla Uil Area Nord Toscana Tanti i temi all’ordine del giorno che riguardano un’area industriale molto importante. Il Consiglio si è tenuto, infatti, dopo aver visitalo la Kme Italy di Fornaci di Barga dove i metalmeccanici della Uil sono il primo sindacato con quasi il 60% dei consensi e quattro delegati eletti su sei. “Noi quest’anno siamo cresciuti, soprattutto in questo territorio” ha detto il Segretario dell’Area Nord Toscana, Giacomo Saisi, introducendo la mattinata di lavori. “Tuttavia i margini di crescita sono ancora enormi e dobbiamo impegnarci per entrare nelle fabbriche dove non siamo presenti”. L’invito è quello di continuare sulla strada già intrapresa…

- di Redazione

KME, lunedì a Fornaci il coordinamento nazionale sindacale. Saisi: “Fare luce sulle strategie aziendali; tornare subito a crescere”

“Dopo la richiesta di incontro avanzata a KME Italy  unitariamente da Fim Fiom e Uilm riteniamo importante la tempestiva convocazione  del Coordinamento Nazionale  per lunedì 18 febbraio a Fornaci di Barga. Consideriamo questo appuntamento molto utile per fare chiarezza sulle ultime scelte strategiche del Gruppo KME, a partire dal probabile accordo di cessione del settore barre di ottone, in cui rientra  anche lo stabilimento di Serravalle Scrivia, e per le eventuali nuove acquisizioni.” Così Giacomo Saisi, Segretario Responsabile UILM Area Nord Toscana. “Crediamo – dice ancora – che da queste scelte aziendali possa passare gran parte del futuro della KME che, se vuole uscire dalla crisi che ormai l’attanaglia da anni, deve portare avanti un piano industriale che miri al rilancio e allo sviluppo dello stabilimento fornacino, a partire dagli investimenti previsti nell’accordo sindacale firmato il 22 ottobre 2018. E’ ormai  più di 10 anni che si parla solo di accordi difensivi, uscite volontarie e utilizzo massiccio di ammortizzatori sociali,  che…

- di Redazione

RSU UILM a Libellula: “Un dialogo costruttivo con voi pare impossibile”

E’ ormai botta e risposta tra La Libellula e la RSU UILM che dopo le critiche di ieri del movimento contro il pirogassificatrore torna ad intervenire: “Ci sembra strano che alla nostra denuncia rivolta alle istituzioni sulla loro totale assenza al fianco dei lavoratori  KME, la risposta al nostro comunicato sia arrivata dal movimento per l’ambiente La Libellula. Ci domandiamo: a che titolo? Riguardo ad un presunto invito ricevuto per partecipare ad un incontro, vorremmo comunque precisare che la  RSU-UILM di KME non ha mai ricevuto inviti ad incontri con comitati civici, unico contatto è stato tramite e-mail inviata al Segretario Responsabile della Uilm Area Nord Toscana Giacomo Saisi in data 18 ottobre dal comitato La Libellula, che chiedeva di prendere contatti con la RSU di stabilimento per avere a sua volta un aggancio per poter essere messo in contatto con alcuni lavoratori fondatori del gruppo Facebook “No al No a prescindere”. A tal proposito Giacomo Saisi tende a precisare,…

- di Redazione

La Libellula, critiche a Regione, Confindustria e sindacati

La Libellula critica anche l’operato di Regione, Confindustria e sindacati,tutti schierati, scrive il Movimento, a favore del pirogassificatore. Ecco il comunicato integrale.   “Continua la grancassa mediatica a favore dell’incenerimento dei rifiuti industriali, soluzione di tutti i mali, se non fosse per il principio di conservazione della massa che dicono valga anche nel 2018, anche per gli inceneritori (pardon, termovalorizzatori, che chiamare le cose col loro vero nome potrebbe offendere i benpensanti). Enrico Rossi, presidente della regione Toscana, quello che affermava fino a poco tempo fa che “nuovi termovalorizzatori non servono, sono costosissimi e potrebbero entrare in funzione solo tra 8/10 anni” oggi apre invece all’ipotesi opposta; afferma infatti che “la produttività del distretto lucchese della carta, ad esempio, aumenterebbe moltissimo, se si riuscisse a risolvere il nodo dello smaltimento con un termovalorizzatore di un’industria privata in grado di generare energia”; e quale sarà mai questo impianto? Non ci vuole molto a immaginarlo. Ora al di là della coerenza (che…

- 3 di Redazione

RSU UILM su KME: “Come fanno le istituzioni a dire di essere a fianco dei lavoratori? Nessuno si è degnato di sentirli”

“Riguardo alle polemiche inerenti alla KME ed in particolar modo alla piattaforma energetica “Waste to Energy” presentata dall’azienda, come rappresentati dei lavoratori crediamo sia giunto il momento di esprimere la nostra opinione”. Così un  comunicato da parte delle Rsu Uilm di Kme, Em Moulds e Coop. G.Fanin per quanto riguarda il rilancio dello stabilimento di Fornaci di Barga di Kme Italy e le polemiche in corso: “Fino a oggi abbiamo letto dichiarazioni da parte di istituzioni, politici, enti locali, comitati e associazioni varie dove si dà pieno sostegno ai lavoratori di KME ed EM Moulds e, di conseguenza, ai dipendenti delle ditte esterne che orbitano attorno a KME. Viene elogiato il piano di rilancio dell’azienda ma si oppongono alla sua realizzazione attraverso la piattaforma energetica. Le questioni sono strettamente collegate, il piano di rilancio, attraverso la piattaforma energetica, è stato presentato al MISE ed al Ministero del Lavoro dove, come delegati Uilm, abbiamo partecipato attivamente. Ed è anche sulla base…

- 3 di Redazione

La UILM. “KME, l’intesa diventa accordo esecutivo. La politica rispetti il voto dei lavoratori”

Così dichiara il  segretario dell’area Toscana Nord della UILM Giacomo Saisi che peraltro dice: ” E’ stato confermato il lavoro dei sindacati con l’azienda. Basta ora con le battaglie ideologiche”: ““I LAVORATORI Kme Italy ed Em Moulds hanno votato a larghissima maggioranza per l’ipotesi di accordo firmata il 22 ottobre tra l’azienda e le organizzazioni sindacali per il rilancio degli stabilimenti produttivi. Come sindacato non possiamo che essere soddisfatti ma ora ci auguriamo che anche le istituzioni politiche del territorio tengano in considerazione l’esito del voto e l’esito del referendum, perché ultimamente sono stati coinvolti in battaglie ideologiche e hanno trascurato gli aspetti che riguardano il lavoro e lavoratori di Kme”. E’ deciso il segretario della Uilm area nord Toscana, Giacomo Saisi, e non lesina una frecciata alla politica che, anche nelle ultime ore, ha fatto emergere dubbi e critiche sul futuro dell’azienda e, in particolare, dello stabilimento di Fornaci di Barga in netto contrasto con il voto espresso dai…