Tag: Riabilitazione

- di Redazione

Azienda USL 2 Lucca: migliorano i percorsi riabilitativi a Barga; 7 posti letto su 32 diventeranno per non acuti

La Struttura di Riabilitazione di Barga continua a crescere, con un costante miglioramento dei percorsi. Lo evidenzia l’Azienda USL 2 di Lucca, che sta effettuando sopralluoghi e analisi di tipo strutturale in vista di una riorganizzazione che partirà dal mese di settembre 2014. Una dichiarazione che evidentemente fa seguito alle voci di ridimensionamento circolate in questi giorni. “E’ prevista – spiega il Direttore Generale Joseph Polimeni – la riconversione di 7 posti letto, sui 32 attualmente utilizzati in regime di ricovero ospedaliero a ciclo continuativo (codice 56), in posti letto per attività di ricovero e riabilitazione funzionale di soggetti portatori di disabilità fisiche, psichiche e sensoriali (ex articolo 26). Questa rimodulazione è finalizzata al miglioramento del servizio reso alla cittadinanza, nel rispetto di una sempre maggiore appropriatezza di ricovero, prescritta anche dalla Regione Toscana in una recente delibera. La riconversione permette, infatti, un miglioramento dei percorsi riabilitativi, integrati nel sistema a rete, mettendo a disposizione della cittadinanza a Barga sia…

- di Redazione

La buona sanità esiste

Spesso si parla di malasanità, io invece voglio testimoniare a favore, riferendomi a quella che è stata la mia esperienza di buona sanità. In seguito a un grave incidente, nel quale la mia gamba è rimasta sotto la ruota di un bus, sono stata operata e la mia gamba è stata salvata nel reparto di Chirurgia Plastica dell’Ospedale S.Chiara di Pisa. Lì tutto il team di chirurghi, anestesisti, infermieri e OSS hanno collaborato nel prendersi cura di me e oltre alla loro professionalità ho ricevuto attenzioni che solo chi ama il proprio lavoro può dare. Poi sono stata accudita, medicata e rifocillata con altrettanto successo nella casa di riposo barghigiana ‘Belvedere’ che mi ha fatto sentire a casa. Infine un grande attestato di professionalità al reparto di Riabilitazione dell’Ospedale di Barga che con grande competenza ha reso possibile in breve tempo il miracolo del passaggio dal letto alla deambulazione.Infine,devo anche ringraziare i tutti e tanti amici di questo piccolo e…

- di Redazione

Dalla prognosi all’accettazione; un percorso per aiutare il paziente colpito da ictus

Continua il percorso del reparto di Riabilitazione dell’Ospedale di Barga per favorire una maggiore consapevolezza nel trattamento, nella cura e nell’assistenza ai pazienti colpiti da ictus cerebrale. Si terrà a Barga il 9 e 10 aprile un importante convegno che fa parte del progetto “Consapevolezza in Riabilitazione”.Si parlerà appunto de “Il percorso; dalla crisi, alla consapevolezza, al cambiamento nel soggetto con ictus cerebrale. Tra la prognosi e l’accettazione.Un convegno che si terrà a cominciare dalle 8,30 di questo 9 aprile fino a tutta la giornata del 10 aprile presso la sala auditorio del conservatorio Santa Elisabetta, con la partecipazione di medici, fisioterapisti, specialisti ed infermieri.L’incontro è rivolto agli operatori e ai volontari che interagiscono con soggetti che richiedono una riabilitazione ospedaliera dopo ictus cerebrale.L’ictus è la prima causa di invalidità. In relazione alla sede della lesione, un ictus può comportare deficit fisici e neuropsicologici di varia entità; quando tali deficit non si risolvono determinano una profonda modificazione delle possibilità della…

- 1 di Stefano Elmi

La storia di Tomas e la solidarietà della nostra terra

Tomas Orock Bessem è arrivato dal Camerun come tanti altri passando dalla Libia e successivamente da Lampedusa. Insegnante in una scuola primaria a Mamfe (ovest Camerun), e come molti suoi coetanei ha rischiato in cerca di un’occasione migliore. Era il 2010.In Libia ha fatto molti lavori che i libici non volevano fare, specialmente nell’ambito dell’edilizia, ma allo stesso tempo, alla sera, insegnava inglese privatamente ad alcune famiglie. Non un minuto di tempo libero, poi la guerra e la necessità di spostarsi ancora. Si è imbarcato per un altro continente, l’Europa. “Personalmente ho pagato 200 euro, ma altri pagavano anche di più” afferma Tomas. Così dopo cinque giorni di viaggio, senza né acqua né cibo, su di un barcone malandato, cui l’elenco delle nazionalità a bordo parlerebbe più di un qualsiasi studio sui flussi migratori Tomas è arrivato a Lampedusa. “Mi ricordo che la maggioranza delle persone imbarcate venivano dalla Nigeria, ma molti altri provenivano da: Congo, Camerun, Burkina Faso, Liberia,…

- di Redazione

Consapevolezza in riabilitazione. Bene il convegno

Specialisti di riabilitazione ed ortopedia di tutta la provincia a confronto, lo scorso 17 ottobre presso la gremita Sala Colombo di Barga, per conferenza dal titolo “Anemia dopo intervento di artroprotesi: spiegare la debolezza e il malessere” . Una delle tante iniziative messe in campo dal Reparto di Riabilitazione dell’ospedale San Francesco nell’ambito della serie di incontri relativi al tema “Consapevolezza in riabilitazione”. Un modo tangibile per dimostrare l’eccellenza di questo reparto do ve non solo ogni giorno si restituisce una vita dignitosa e tutta da vivere a tante persone colpite da patologie gravi come l’ictus, ma la cura del paziente si affronta a tutto campo. Cercando di intervenire anche negli aspetti psicologici e comunque di cornice a quella che è la malattia e la terapia riabilitativa associata.L’incontro, rivolto agli operatori e ai volontari che interagiscono con soggetti che richiedono una riabilitazione dopo intervento di chirurgia ortopedica maggiore, ha visto come detto la sala gremita ed oltre a medici, fisioterapisti…

- di Redazione

L’anemia nell’intervento di protesi: debolezza e malessere. Un convegno per combatterla

Nell’ambito di una serie di incontri relativi al tema “consapevolezza in riabilitazione”l’equipe del reparto di riabilitazione di Barga propone una conferenza su “Anemia dopo intervento di artroprotesi: spiegare la debolezza e il malessere” che si terrà in data 17 ottobre presso la Sala Colombo in via del Giardino 13, a Barga.L’incontro è rivolto agli operatori del settore, ai volontari e alla popolazione interessata.Per informazioni ed iscrizioni è possibile contattare Maresa Andreotti – tel. 0583 729326 – mail m.andreotti@usl2.toscana.it; Alessandra Turriani – tel. 0583 729949 – mail a.turriani@usl2.toscana.it

- di Redazione

L’anemia nell’intervento di protesi: debolezza e malessere. Ecco come intervenire

La Riabilitazione di Barga al centro dell’attenzione, non solo per l’importante opera che svolge sul territorio per il recupero di tanti pazienti (alcuni dei quali con immense difficoltà), ma anche per preparare meglio operatori, volontari e pazienti sul come affrontare certe patologie.Nell’ambito di una serie di incontri relativi al tema “Consapevolezza in riabilitazione” l’equipe del reparto di riabilitazione dell’Ospedale “San Francesco” di Barga organizza così una conferenza dal titolo “Anemia dopo intervento di artroprotesi: spiegare la debolezza e il malessere.L’appuntamento è per il prossimo 17 ottobre presso la Sala Colombo in via del Giardino 13, a Barga.Questo incontro è rivolto agli operatori e ai volontari che interagiscono con soggetti che richiedono una riabilitazione dopo intervento di chirurgia ortopedica maggiore, ma anche a tutta la popolazione interessata e dimostra l’attenzione del reparto per un problema che troppo spesso viene trascurato e che invece è importantissimo per il recupero dei pazienti L’anemia è molto comune dopo interventi come l’artroprotesi di anca e…

- di Redazione

Buona sanità e risparmi ridicoli: anche la volontà e l’abnegazione vittime della crisi…

Nel titolo si riassume la testimonianza significativa e che merita di essere sottolineata di un paziente del reparto della riabilitazione del “San Francesco” di Barga, uno dei reparti che in Valle del Serchio, a differenza di qualcuno che lo vorrebbe allo sfacelo, sta continuando a fare miracoli. Miracoli non miracolosi, eclatanti, roboanti. Miracoli concreti. Fatti di lavoro, umanità e professionalità. Che sono in grado di restituire una vita apprezzabile a chi d’improvviso si è trovato gravemente disabile. A volte con risultati sorprendenti. Quasi sempre con risultati importanti e che restituiscono una vita da vivere ai pazienti. E dove questo si fa ogni giorno.Quanto ci dice il generale Santo Praticò dei paracadutisti della “Folgore” testimonia appunto la bontà di questo reparto ed insieme quanto spesso, la buona sanità, sia costretta purtroppo a fare i conti con tagli alla spesa a volte veramente ridicoli. Spesso decisi da burocrati che sarebbe meglio che passassero qualche giorno in un letto d’ospedale prima di giocare…

- di Redazione

La Riabilitazione di Barga, reparto di eccellenza

“In un periodo in cui si parla di tagliare fondi e servizi bisognerebbe fare una visita in questo reparto che rappresenta un’eccellenza nella sanità a livello locale e sicuramente regionale”.Parole sante quelle della signora Rita Quiriconi, riportate sulla lettera pubblicata nei giorni scorsi dal giornale La nazione di Lucca in cui la donna ringrazia tutto il personale del Reparto di Riabilitazione dell’Ospedale “san Francesco” di Barga per l’umanità e l’amorevolezza che ha dimostrato nei due mesi in cui il marito, Giovanni Romani, è stato ricoverato, ma lei scrive “ospitato” nella struttura.“Medici, infermiere, operatrici socio-sanitarie, la logopedista, i fisioterapisti lavorano in equipe – scrive la Quiriconi – con un continuo coordinamento per offrire al paziente la migliore assistenza riabilitativa. Viene curato – prosegue – il recupero dell’autonomia motoria, ma anche quello dell’autostima che speso, col sopraggiungere di patologie neurologiche, è la prima cosa che una persona tende a perdere.La struttura – conclude – è di grande aiuto anche per i familiari…

- di Redazione

Attività fisica per pazienti colpiti da Ictus e Parkinson: corsi a Barga e Fornaci

Un nuovo servizio per persone colpite da ictus e morbo di Parkinson o da sindromi come l’artrosi o l’osteoporosi. Partono infatti i corsi di Attività Fisica Adattata (AFA) grazie a un progetto promosso dalla Regione e dall’Azienda USL 2 e seguito dalla coordinatrice del personale di fisioterapia del CESER, Daniela Silvestri.I corsi sono tenuti da personale dell’associazione sportiva AUSER Nuoto Garfagnana di Gallicano che mette a disposizione istruttori qualificati. Soddisfazione per questa nuova possibilità destinata alle persone della terza età, chepossono così fare attività fisica e socializzare fra loro, è stata espressa dal sindaco di Barga, Marco Bonini, e dall’assessore allo Sport, Gabriele Giovannetti: “esprimiamo soddisfazione per questo progetto, insieme alla dirigente dell’Istituto Comprensivo di Barga Iolanda Bocci che ha offerto la disponibilità della palestra delle medie di Barga, perché sicuramente ha una grande valenza. Non solo propone un’attività fisica rivolta alla terza età, ma permette anche di andare a incidere sulla salute dei cittadini e quindi sulla loro qualità…

- di Francesca Tognarelli

Barga: due chiacchiere con il Dottor Luigi Grimaldi

Il centro riabilitativo dell’Ospedale San Francesco di Barga è uno dei primi, e migliori, in Italia. Rappresenta oggi un reparto di eccellenza dell’Azienda capace di catalizzare interesse a livello nazionale Lo testimonia la fama nazionale e internazionale del Reparto ovviamente legata alle elevate competenze tecnico scientifiche degli operatori e oggi Barga assume anche il ruolo indiscusso di epicentro dell’intera riabilitazione lucchese. Sono stati anni di grandi traguardi, studi pubblicati su riviste internazionali, un laboratorio di bio ingegneria per lo studio del movimento e dei sui disturbi che è il fulcro di molteplici attività di alto livello, collaborazioni prestigiose richieste dalle Università italiane come Genova, Firenze, Bologna, Pisa Ieri il dottor Luigi Grimaldi, direttore dell’Unità Operativa di Recupero e Rieducazione Funzionale, insieme alla dottoressa Patrizia Lazzerini, ha illustrato le attività del reparto puntando su un duplice aspetto che rappresenta un pò il segreto di tanto successo: la caratura internazionale in campo tecnico scientifico della riabilitazione attuata e l’attenzione alla relazione di…