Tag: degrado

- di Redazione

“Via Geri di Gavinana come una discarica. Togliete quel cassonetto”

FORNACI – Una lettrice, Sara Tinacci che abita a Fornaci in via Geri di Gavinana, ci segnala una situazione di degrado presente nella via. “Ormai è una discarica a cielo aperto. Questa è la situazione questa mattina presso il cassonetto degli indumenti, e non è la prima volta. Ci viene abbandonato di tutto e questi sono i risultati. Noi abitanti del posto richiediamo la rimozione del cassonetto perché non ne possiamo più. Anche se, va detto che ogni volta passano gli addetti a ripulire quello che viene abbandonato, resta il fatto che una indecenza del genere in centro è una schifezza che non si può più sopportare”.

- 1 di Redazione

La mancanza di rispetto

Questa la situazione del sottopasso ferroviario di Fornaci di Barga. Ce lo segnala, con queste foto, un lettore del giornale che ci chiede di sollecitare un intervento delle autorità per ridare dignità a questo passaggio e soprattutto per intervenire togliendo le oscenità che colpiscono anche il murales realizzato tanti anni fa e che sono un’offesa anche alla storia di Fornaci ed al lavoro della sua gente. Certo è che è difficile contrastare e vivere in un modo così, dove ormai il rispetto, soprattutto della nostra storia, del bene pubblico e degli altri,  vale meno del niente.

- di Redazione

Al via su tutto il territorio la mobilitazione dei nastri gialli per combattere il degrado

LUCCA – “E’ il momento di dire basta all’incuria e all’abbandono in cui versano città, infrastrutture, scuole, edifici e spazi verdi del Paese. E’ il momento di reagire a una burocrazia asfissiante che blocca tutto e peggiora le condizioni di vita di ognuno di noi. Con questo obiettivo prende il via,  in contemporanea su tutto il territorio nazionale, l’iniziativa dei nastri gialli #bloccadegrado, promossa dall’Ance (Associazione nazionale costruttori edili) insieme alla società civile, il mondo produttivo, la filiera e tutti coloro che vogliono reagire all’incuria e al degrado. “Si tratta di una grande mobilitazione civile che punta a coinvolgere direttamente i cittadini attraverso comitati civici, associazioni, volontariato – ha spiegato Stefano Varia presidente di Ance Toscana Nord, che aderisce all’iniziativa in rappresentanza delle aziende di Lucca Pistoia e Prato – che potranno segnalare e condividere facilmente, in prima persona, le situazioni di disagio e di difficoltà che vivono ogni giorno. Gli imprenditori edili desiderano così mettere al centro dell’agenda politica…

- 2 di Pier Giuliano Cecchi

Tutto il mondo è paese, ma… Barga piange

Diversi cittadini incontrandomi mi sollecitano a scrivere qualcosa circa il degrado di Barga in genere e specialmente del castello. È questo un compito facile all’apparenza, ma a ben vedere, osservando come vanno le cose in Italia, dove quasi ogni luogo, più o meno grande, lamenta di queste disattenzioni, chiamiamole così, allora si corre il rischio di partecipare a chi la spara più grossa e di concorrere a infondere nelle persone un senso di scoramento. Mi auguro invece sia stimolo condiviso. Premesso ciò, l’idea che qualcosa occorra dire resta pur vera e sempre utile, e così parlare anche della nostra e cara Barga, la Bella Signora Senza Tempo. Chi visita Barga rimane affascinato da un’improvvisa carraia castellana che sale o scende misteriosa, dall’inaspettato apparire della mole del Duomo e del suo massiccio e svelto campanile, dai viali cittadini che salgono o scendono la parte nuova della città, delle antiche e recenti piazze, veri e accoglienti salotti per tutti. Si soffermano e…

- di Redazione

Lettera aperta: “Chiediamo un aiuto al comune per Piazza delle Mura”

Gentili Amministratori, siamo due residenti nel centro storico di Barga. Visto lo stato di degrado cronico in cui versava, abbiamo preso l’iniziativa di ripulire l’antica piazza delle Mura. Si è trattato di un lavoro straordinario di eliminazione di grandi quantità di materiale non organico conficcato nel terreno: mozziconi, plastiche, tappi di bottiglie e altro. Inoltre abbiamo ripulito e ridato speranza alle vecchie ortensie, un tempo bellissime. Lo scopo? Avere cura di ciò che è di tutti e, a vantaggio di tutti, può tornare ad essere bello e usufruibile – a cominciare dai bambini, i grandi esclusi – con poco sforzo. Siamo consapevoli del fatto che la responsabilità del degrado è spesso dei singoli cittadini, così come siamo certe che una buona fetta della popolazione, pur non avendo potuto partecipare alla nostra iniziativa, ci garantisca il suo appoggio e sia molto rispettosa della “cosa pubblica”. Per i motivi elencati chiediamo al nostro Comune i seguenti interventi e/o agevolazioni, se compatibili con i bilanci e…

- di Pier Giuliano Cecchi

Promemoria per il cimitero urbano di Barga

Questo settembre è iniziato con della pioggia a rovesci e un poco di freddino, facendoci assaporare per tempo l’autunno; poi e finalmente il tempo si è rimesso assai al bello… speriamo duri. Così, come sempre accade a chi lo vuole, si è presa anche la via per il cimitero, forse, sentendo nell’aria fresca l’avvicinarsi del tempo in cui ci recheremo con più sentimento in visita ai nostri cari. Già arrivando in vista del viale che introduce al cimitero, non è difficile esser presi da un certo sgomento nel vedere quei cipressi, piantati nel lontano 1922, uno per ogni morto del Comune di Barga nella Grande Guerra, oltre che decimati nel tempo, sempre più scheletriti. Quest’anno ricorre il Centenario di quel vittorioso ma infinitamente triste evento e qualcuno, i più anziani, avrà certamente riflettuto sull’abbandono di quel luogo cui si assegnò il nome di “Parco della Rimembranza”. Siamo consapevoli che i tempi passano ma entrati ora nel cimitero, accade di pensare…

- di Redazione

Ponte all’Ania, il degrado in via del Molino deve finire

Scrivo a voi riguardo al degrado in via del Molino a Ponte all’Ania vi allego una foto che ho fatto stamani. In questi giorni hanno sostato sotto le nostre abitazioni alcuni camion che vanno alla cartiera. Ci hanno lasciato un bel ricordino proprio sull’uscio di casa. Ogni giorno puliamo lungo la strada per togliere le cartacce e i residui che cadono dai camion… Stamani ho visto dello scottex, ingenuamente l’ho raccattato da terra e subito dopo mi sono accorta che era sporco di feci e accanto, vicino a uno degli ingressi della mia abitazione ho trovato un bel ricordino. Ho già scritto alla polizia municipale ed alla Cartiera. Questa non è una zona industriale ma un centro abitato e queste cose non devono più accadere. Scrivo a voi sperando che venga fatto un piccolo articolo al riguardo. Cordialmente.   Camilla Baccelli

- di Redazione

Al Chitarrino mancano i servizi igienici

I parcheggi dell’area PIP del Chitarrino a Fornaci di Barga presentano una situazione di degrado igienico. La denuncia è stata fatta sulle pagine Facebook del gruppo “Sei di Fornaci di Barga se…” da Enrico Lotti che ha rilanciato un post già pubblicato a febbraio. Il problema principale segnalato già a suo tempo sta nel fatto che nel parcheggio, utilizzato per la sosta anche dei TIR in transito per la KME, non esistono servizi igienici e spesso chi vi si trova a passare fa i propri bisogni sull’asfalto. “A due mesi di distanza dalla pubblicazione del post sulla situazione di degrado igienico del parcheggio del Chitarrino, ancora nessuno s’è degnato di provvedere – scrive in questi giorni Enrico Lotti – . Chissà se i responsabili della Associazione che certifica i borghi più belli d’Italia, saranno felici di sapere che nello stesso Comune insieme alle indubitabili bellezze ci sono le altrettante indubitabili schifezze?!”. Lotti già due mesi orsono chiedeva di studiare una…

- di Redazione

Centro storico di Barga abbandonato. Bernardini attacca il comune

Il centro storico di Barga è completamente abbandonato a se stesso, il che non rappresenta solo un problema di decoro urbano, ma anche uno svantaggio nei confronti della vocazione turistica barghigiana che proprio nell’antico castello vede uno dei principali biglietti da visita per la sua promozione turistica. Lo pensa il consigliere di opposizione Raffaello bernardini che ha presentato in questi giorni una interpellanza al sindaco Marco Bonini al quale non sono risparmiate dure critiche anche circa la politica turistica dell’Amministrazione Comunale E’ ormai alle porte la nuova stagione turistica 2016 – scrive nella sua richiesta Bernardini – Tutte le strutture ricettive e gli addetti ai lavori iniziano i preparativi ed i programmi per ospitare al meglio i turisti nel periodo estivo. Cosa fa l’Amministrazione Comunale per la città di Barga, “Uno dei Borghi più Belli d’Italia” – “Bandiera Arancione” e “Città Slow” Caro Sindaco si sta parlando di un settore che riveste una grande importanza per Barga, un settore che…

- di Redazione

Casina via di Solco. Sbarrati gli accessi. L’immobile è in vendita

Ci sono novità per la casina fatiscente in via di Solco a Barga. Ieri fa sono apparsi cartelli che ne individuano la proprietà o meglio che informano sulle sue sorti, ma soprattutto chi di dovere ha provveduto a sbarrare gli accessi all’immobile, pericolosamente frequentato da bambini e ragazzi ed accessibile fino ad ora a tutti, tanto da essere divenuto ricettacolo di rifiuti di ogni genere abbandonati al suo interno. L’immobile risulta adesso in vendita, come affisso sul cartello apposto sul cancello di ingresso, presso l’ufficio vendite giudiziarie di Lucca che ne è il custode giudiziario. Proprio tale ufficio, anche dietro segnalazione da parte del Comune di Barga a quanto risulta, ha provveduto ad incatenare il cancello ed a chiudere gli accessi del piano terra che fino ad ora arano aperti a tutti. Una buona notizia per evitare che qualcuno prima o poi vi si facesse nel male, con la speranza di tanti abitanti che l’immobile possa essereivenduto presto e si…

- 1 di Redazione

Quella casina… fonte di degrado e pericolo; i cittadini sollecitano un intervento; il Comune: “ce ne stiamo occupando”

I lettori ci sollecitano un articolo riguardante la casa dove un tempo abitavano le sorelle Chiesa, sulla Circonvallazione di Barga, in via di Solco. Le ultime segnalazioni ieri sulle pagine di Facebook del Giornale di Barga con le foto pubblicate da John Moscardini. Da anni, forse decenni, è in stato di abbandono totale; fatiscente, pericolosa perché in alcuni punti forse pericolante con i pavimenti pieni di buchi, è accessibile al piano terra e qualche simpatico amante del senso civico l’ha utilizzata negli anni per trasformarla in discarica personale di rifiuti di ogni genere. In più è meta prediletta di ragazzini in cerca di emozioni più o meno forti che spesso vengono invitati dai passanti a non entrare, ma che puntualmente tornato a frequentare questo luogo lasciato a se stesso. Rifiuti e sporcizia circondano la casa che si trova proprio a ridosso delle vecchie mura barghigiane e di uno degli accessi del centro storico. Insieme all’altrettanto abbandonato e decadente complesso dell’ex…

- di Redazione

Degrado stazioni Lucca-Aulla: 110 telecamere per la videosorveglianza in 16 edifici

Un sistema di videosorveglianza capillare in 16 stazioni ferroviarie della linea ferroviaria Lucca-Aulla, con ben 110 telecamere (18 nelle stazioni di Fornaci, Barga Fallicano e Castelvecchio Pascoli ndr) posizionate negli edifici con la possibilità di consultare le immagini anche in tempo reale da smartphone o tablet.E’ questa la risposta della Provincia di Lucca ai numerosi atti vandalici di cui sono oggetto molte stazioni della linea ferroviaria della Valle del Serchio e agli atti di graffittaggio sui vagoni dei treni fermi in stazione. Criticità che si sono acuite negli ultimi tempi anche perché alcune di queste stazioni sono poco frequentate o addirittura dimesse. Un problema di ordine pubblico, di decoro e di sicurezza che è stato recentemente oggetto anche di una specifica riunione in Prefettura a cui hanno preso parte, oltre al Prefetto Cagliostro e agli amministratori di Provincia e Comune di Lucca, i rappresentanti delle Forze dell’Ordine e del Comitato dei pendolari della linea Lucca-Aulla.Proprio in quell’occasione la Provincia ha…

  • 1
  • 2