Tag: confronto

- di Redazione

KME, commenti positivi dopo il vertice con sindaco e capigruppo sulle ipotesi per la produzione di energia elettrica

Detto, fatto. Fu annunciato in consiglio comunale qualche settimana fa, nell’ambito appunto della discussione sulle prospettive da parte di KME di produrre energia in proprio, dopo la notizia che suscitò preoccupazione circa un possibile progetto di gassificazione del pulper, e così stamani è stato. In Comune a Barga l’AD di KME Claudio Pinassi, accompagnato dal direttore dello stabilimento di Fornaci, Michele Manfredi, ha incontrato il sindaco e tutti gli esponenti delle forze consiliari per un confronto appunto sulle idee in campo per arrivare a produrre energia a Fornaci, per rendere autonomo lo stabilimento dal punto di vista del fabbisogno energetico. Era stato sollecitato l’incontro anche dal consigliere di opposizione Luca Mastronaldi, il primo stamani ad essere presente al confronto con KME. E sia lui che l’Amministrazione Comunale, nella persona del sindaco, hanno alla fine giudicato il confronto positivo e costruttivo. Nell’incontro sono stati intanto ribaditi i positivi dati economici relativi al semestrale, già resi noti in sede di tavolo istituzionale…

- di Redazione

Primo intervento a Barga dei lavoratori di KME. Ripulito il Parco Impastato

Hanno preso servizio già da questa mattina i lavoratori di KME coinvolti nel progetto che prevede, nell’ambito del piano di gestione degli esuberi attraverso la formazione ed il reimpiego in attività esterne, il loro utilizzo per la cura e la gestione della manutenzione dei parchi 3e delle aree a verde del comune di Barga. La sigla del progetto solo due giorni orsono e stamani i primi tre lavoratori (in tutto ne saranno coinvolti 9 che ruoteranno a squadre di tre ogni settimana) sono stati impegnati nel ripulire da una vera e propria selva di erbacce il parco Peppino Impastato nella zona del Piangrande. I dipendenti KME impegnati nell’operazione sono stati salutati questa mattina anche dal sindaco Marco Bonini, dall’assessore ai lavori pubblici, Pietro Onesti, che ha seguito in particolare la fase tecnica del progetto ed ha studiato il piano di lavoro che coinvolgerà i lavoratori da qui ai prossimi mesi e fino al settembre 2018. I dipendenti di KME lavoreranno…

- di Redazione

KME, positivo anche il confronto con le istituzioni. I dati fanno ben sperare pur rimanendo coi piedi per terra

Piedi saldamente per terra e sangue freddo, tutti d’accordo su questo, ma i primi tre mesi dell’anno il budget è stato rispettato, gli impegni rispettati secondo quanto previsto dall’accordo di giugno 2016 e questo fa guardare al futuro con più ottimismo. Così, in sintesi, l’esito del tavolo istituzionale, il secondo convocato a distanza trimestrale, per discutere tra azienda, sindacati ed istituzioni, la situazione di KME e della ripresa dello stabilimento di Fornaci dopo il piano di rilancio varato e sottoscritto dalle parti nel giugno scorso. L’idea condivisa, alla fine da tutti, pur se con qualche distinguo sindacale, è che si va avanti. Pur con la dovuta attenzione e senza alimentare falsi trionfalismi, guardando al prossimo step della relazione economica semestrale del 2017. Sarà quello l’ulteriore segno, se il trend positivo verrà confermato, che la strada intrapresa è proprio quella giusta. Così dunque il tavolo istituzionale convocato per questa mattina a Lucca, a Palazzo Ducale, con la presenza per l’azienda dell’AD…

- di Redazione

KME, punto della situazione tra azienda e sindacati sullo stabilimento di Fornaci e sulla produzione

Il lavoro e la produzione nello stabilimento di Fornaci, internazionalizzazioni e futuro dell’accordo di giugno. Di questo si è parlato la scorsa settimana nella riunione programmata tra sindacati e azienda per fare periodicamente il punto della situazione. Nell’incontro intanto sono emersi i dati riguardanti le produzioni: sia per quanto riguarda i laminati e le lingottiere, gennaio e febbraio sono stati mesi positivi secondo l’azienda, con una produzione sopra il budget e un EBTDA (indicatore di redditività) positivo e con pure previsioni positive per il 2017; con tutti i dati in crescita rispetto alla negatività del 2016. L’azienda ha anche confermato il potenziamento del forno Loma 1 sul quale è incentrata la ripresa della produzione dello stabilimento che dovrebbe essere portata nei prossimi mesi ad una produzione di 36.000 mila tonnellate annue. Un dato questo che ha fatto richiedere da parte della FIOM, come ci ha voluto sottolineare il segretario provinciale Mauro Rossi, quale sia il limite entro il quale si…

- di Redazione

Guerra delle insegne. Confronto comune-commercianti. Ecco come è andata

Guerra delle insegne, primo incontro-confronto tra la neonata associazione Barga Artigiani Commercianti e l’Amministrazione Comunale. Martedì pomeriggio una delegazione dell’associazione ha incontrato il sindaco Marco Bonini in una riunione in cui si è parlato di insegne, ma anche più in generale di promozione turistica e commerciale della cittadina. Tra pochi giorni scadrà il mese di proroga sull’invio e sui pagamenti delle sanzioni per chi è privo di autorizzazione relative alle insegne, ma il comune non intende rispettare la scadenza alla lettera. Ci sarà tempo forse fino a dopo ferragosto anche perché, come ha comunicato il sindaco ai commercianti, gli uffici competenti stanno ancora mettendo insieme tutti i dati e quando tutte o quasi le verifiche saranno completate ripartiranno gli accertamenti e l’invio delle cartelle: “Ma sarà nostro compito avvisare le associazioni di categoria, sia a Barga che a Fornaci, che informare comunque attraverso comunicati a mezzo stampa – fa sapere il sindaco – Comunque sia l’operazione riprenderà dopo che saranno…

- di Redazione

KME replica: “è tempo che gli altri si assumano le proprie responsabilità. Per ora l’abbiamo fatto solo noi”

Immediata la risposta dell’azienda alla decisione dei sindacati di indire un primo pacchetto di 12 ore di sciopero. KME giudica l’annuncio dello sciopero totalmente immotivato perché basato su supposizioni irricevibili, pretestuose e strumentali. Ci va giù duro l’azienda che risponde con un comunicato che sicuramente non è leggero nelle parole e che continua: “L’azienda ribadisce, si spera per l’ultima volta, la pesante e persistente situazione di perdita economica dello stabilimento industriale di Fornaci di Barga. Tale oggettiva situazione avrebbe potuto, e per certi aspetti dovuto, portare alla decisione di cessazione dell’attività già da molto tempo. Se ciò non è avvenuto è solo per la volontà dell’azionista di non aggravare un contesto sociale in un momento di pesante e prolungata congiuntura negativa, nazionale e internazionale. KME, di propria iniziativa, ha invece cercato di individuare alcune soluzioni per poter salvaguardare al massimo i livelli occupazionali nel territorio, anche assumendosi ulteriori oneri. Nessuno ha mai detto che tali soluzioni fossero facili e di…

- di Redazione

Kme, accordo raggiunto per l’integrazione alla cassa integrazione

Poche nuove, ma sicuramente buone per quanto riguarda la vicenda che sta interessando i lavoratori dello stabilimento di Fornaci di Barga di KME e la riconversione dello stabilimento nella produzione di agricoltura idroponica. Il nuovo confronto tra i sindacati e l’azienda si è svolto mercoledì e la novità emersa, è quella relativa alla questione dell’integrazione della cassa integrazione richiesta dai sindacati a KME. La buona nuova è che è stato trovato un accordo con l’azienda per una integrazione di quanto i lavoratori riceveranno oltre alla cassa integrazione. In pratica è già sicuro, come ci conferma il segretario della FIOM provinciale Mauro Rossi, che le paghe di chi andrà in cassa arriveranno a 1.260 euro nette. Un accordo che alla fine ha fatto ritenere più che soddisfatti i sindacati impegnati nella trattativa e che sicuramente farà piacere anche ai lavoratori di KME Fornaci. Di tutte le altre questioni relative al personale, alla sua messa in cassa integrazione, tempi e modi, alla…

- di Redazione

KME, il confronto va avanti

Secondo confronto tra sindacati e azienda, nel lungo testa a testa che da qui a fine dicembre dovrà permettere di trovare punti di incontro per favorire il processo di riconversione dello stabilimento di Fornaci. A Firenze oggiera atteso il confronto relativo al personale, alla gestione dei tre anni di ammortizzatori sociali e all’eventuale integrazione ai redditi dei lavoratori per coprire, come richiesto dai sindacati, almeno parte di quanto verrà a mancare con la cassa integrazione che non dovrebbe superare le 800 euro mensili di reddito. Tra i punti in questione anche il capire come e quando verrà applicata la cassa integrazione dal 2016 al 2019. In realtà l’incontro non ha fornito novità importanti rispetto a quanto già si sapeva dai precedenti confronti, come ci conferma il segretario provinciale della FIOM, Mauro Rossi. “L’azienda ha chiesto più tempo per approfondire in particolare alcune questioni già avanzate dai sindacati – spiega Rossi –a cominciare dalla questione dell’integrazione agli ammortizzatori sociali. Abbiamo manifestato…

- di Giulia Paolini

“Non si è Dio”. L’Imam di Pisa incontra i giovani dell’ISI

Lunedì 30 marzo (alle 11) presso l’Aula Magna Corrado Carradini, nell’Ambito del progetto “Credere nella Pace”, si terrà un incontro sul tema “Non si è dio” alla presenza delle classi quarte e quinte dell’Isi di Barga. Ospite speciale di questa giornata Mohammad Khalil, Imam di Pisa e Presidente del Cento Culturale Islamico che dialogherà con Don Roberto Filippini, biblista e delegato della diocesi di Pisa per il dialogo Interreligioso.

- di Giulia Paolini

“Non si è Dio”. L’Imam di Pisa incontra i giovani dell’ISI

Lunedì 30 maggio (alle 11) presso l’Aula Magna Corrado Carradini, nell’Ambito del progetto “Credere nella Pace”, si terrà un incontro sul tema “Non si è dio” alla presenza delle classi quarte e quinte dell’Isi di Barga. Ospite speciale di questa giornata Mohammad Khalil, Imam di Pisa e Presidente del Cento Culturale Islamico che dialogherà con Don Roberto Filippini, biblista e delegato della diocesi di Pisa per il dialogo Interreligioso. Tutto nasce lo scorso anno dalla visita pastorale, presso la scuola, del Vescovo di Pisa Giovanni Paolo Benotto. Un incontro dove il rilevò in particolare le indubbie caratteristiche multietniche delle scuole dell’ISI di Barga. Proprio il vescovo Benotto propose ai docenti ed alla coordinatrice d’istituto di portare avanti incontri per sensibilizzare gli alunni su temi interreligiosi e sulle diverse civiltà religiose e culturali per approfondire il tema principale della pace e del dialogo. Questo è stato il punto di partenza per la creazione di progetto ad ampio raggio di incontri con…

- di Redazione

Rifondazione: prosegue il confronto politico

Il Partito della Rifondazione Comunista di Barga, in vista delle prossime elezioni amministrative ed in piena e democratica autonomia decisionale, prosegue il suo confronto politico con tutte le forze del centrosinistra barghigiano. “Nella convinzione – dice un comunicato stampa – dei propri presupposti programmatici ed in virtù del proficuo rapporto instaurato con le altre forze della Sinistra, Rifondazione Comunista continua a lavorare per un innovativo programma amministrativo incentrato sulla difesa dei beni comuni e sulla promozione sociale ed ambientale del Territorio. Prendendo atto dell’attuale profonda crisi ci batteremo fin da subito per promuovere azioni di sostegno a persone e a famiglie, per arginare così il crescente fenomeno delle nuove povertà el’ indebolirsi delle fasce meno abbienti del tessuto sociale. Rinnoviamo con forza il nostro impegno per il raggiungimento dei livelli regionali della raccolta differenziata, per una capillare diffusione della cultura del consumo consapevole, per una ferma integrazione tra le politiche urbanistiche e la preservazione delle aree verdi, per il rafforzamento…