Ucci cala il poker in Sardegna e ora vede più vicino il tricolore Terra

-

Il pilota garfagnino è secondo assoluto al 19esimo rally dei Nuraghi e del Vermentino, ma primo nella classifica del CIRT, e si avvicina al 13esimo titolo assoluto di una carriera davvero leggendaria. Vince il russo Nikolay Gryazin. Annullato il rally Liburna Terra adesso si cerca un’altra corsa per chiudere il campionato 2022.

 

Una vittoria fondamentale nel CIRT 2022 per Paolo Andreucci e Rudy Briani su Skoda, secondi a 1’08.7 dal formidabile russo Nikolay Gryazin. Quattro gare, quattro successi per il popolare Ucci campione in carica e che, stavolta come del resto anche al San Marino, si è concentrato sulla corsa tricolore piuttosto che rincorrere Gryazin rischiando magari una pericolosa uscita. Era troppo importante per Andreucci conquistare il quarto successo di fila che rafforza in modo quasi definitivo la sua leadership e gli offre la ghiotta chance di chiudere il discorso campionato già al prossimo Rally delle Marche, a metà ottobre. Di fatto il campionato rischia di chiudere i battenti già nelle Marche poichè la Scuderia Livorno Rally ha annunciato, seppur a malincuore, l’annullamento della 13esima edizione del Liburna Terra. Purtroppo un mix di inaspettate concause, ha impedito di completare la già avviata organizzazione dell’evento. La speranza è che sia solo un arrivederci. magari già al prossimo anno. Pr la cronaca un anno fa vinse il giovane figlio d’arte Alberto Battistolli davanti a Paolo Andreucci che quel giorno (era il 29 novembre 2021) conquistò il titolo di campione italiano su Terra.

Tag: , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.