Nel teatro consegnati i “San Cristoforo d’Oro”

-

BARGA – Nel giorno della vigilia di San Cristoforo, patrono di Barga, è tornata, nella formula che mancava da due anni a questa parte, la cerimonia di consegna dei “San Cristoforo d’Oro” e degli attestati che il comune di Barga in occasione del patrono consegna ai cittadini ed alle associazioni più meritevoli.

Mancava dal 2019 la cerimonia in teatro che quest’anno è tornata proponendo intanto una novità di questa e delle prossime edizioni: il conferimento di una cittadinanza onoraria. Come già annunciato è andata alla presidente della Fondazione Ricci Cristiana Ricci e di sicuro questa è una cittadinanza più che meritata per una donna ed una realtà che hanno fatto tanto non solo per la cultura e l’arte di Barga, ma che Barga se la portano nel cuore. A consegnare la cittadinanza è stato il senatore Andrea Marcucci.

E’ seguita la consegna da parte della sindaca Caterina Campani e del vice sindaco Vittorio Salotti del San Cristoforo d’Oro speciale, consegnato alla documentarista Annalisa Lo Sacco per il documentario che sta realizzando sulla Barga – Scot Connection; a seguire i “San Cristoforo d’oro” le medaglie assegnate alle realtà più meritevoli del comune di Barga. Sono andate al Gruppo campanari di Barga per i 500 anni della tradizione del Doppio dell’Immacolata, ma anche  per quanto fanno i nostri campanari per tramandare tradizione ed attaccamento alla comunità.

Gli altri “San Cristoforo” all’associazione Amici del Cuore della Valle del Serchio per i trenta anni di vita di questa realtà nata per sostenere e per difendere le iniziative a favore dei pazienti cardiopatici della Valle del Serchio. Associazione di cui oggi più che masi si sente la necessità in questa sanità sempre più in crisi e bistrattata dalla ragione dei risparmi.

Infine il “San Cristoforo” all’associazione Archivio Storico Orlando SMI per l’operazione di rendere finalmente fruibile oltre un secolo di archivio della Metallurgica e della famiglia Orlando. Che sono un secolo e passa di storia anche della comunità di Barga

Sono state consegnate anche diverse pergamene a sottolineare i risultati ottenuti da cittadini ed associazioni in vari campi; tra questi gli attestati consegnati alle varie associazioni di volontariato del territorio che durante la prima ondata COVID ed anche dopo hanno fornito un importante supporto per tutta la comunità.

Sono state consegnate anche cinque targhe di benemerenza che sono andate alle classi II A e III D delle scuole medie di Barga e Fornaci per il risultato ottenuto al Rally Matematico Transalpino; a Francesco omei per il progetto Argonauti; ai Mercantidarte per i 40 anni di attività; al soprano Ida Maria Turri per i trentacinque anni di onorata carriera.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.