Il doppio dell’Immacolata a Barga

-

Il 7 di dicembre per i Barghigiani è una serata davvero speciale; l’immagine della madonna del Mulino proiettata sulla facciata del duomo annuncia una tradizione davvero molto antica che coinvolge sia la comunità religiosa e soprattutto lo storico gruppo dei Campanari e di riflesso tutta la comunità di Barga

Il 7 di dicembre per i Barghigiani è una serata davvero speciale; l’immagine della madonna del Mulino proiettata sulla facciata del duomo annuncia una tradizione davvero molto antica che coinvolge sia la comunità religiosa e soprattutto lo storico gruppo dei Campanari e di riflesso tutta la comunità di Barga che aspetta trepidante questo momento, che è il segnale dell’ingresso nelle festività natalizie per la comunità: per prima cosa si accendono le fiaccole tra un merli  della torre campanaria , poi la stella cometa e quando l’antico orologio segna le 21 si inizia il doppio dell’immacolata che quest’anno è stato suonati per la 499esima volta. Remo Rossi quest’anno ha invece festeggiato i suoi 61 anni consecutivi da campanaro. Non mancano nel gruppo anche le nuove leve come questo giovane di 12 anni, Stefano, che per  la seconda volta  è salito sul campanile con la grande passione di suonare le campane. Intanto, mentre dal campanile si diffonde lo speciale concerto, nella chiesa la preghiera di fronte all’immagine della Madonna del Molino, compatrona di Barga.

Tag: , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.