Contro la violenza sulle donne

-

BARGA – In occasione della giornata internazionale di ‘One billion rising’, il flash-mob intertnazionale con tro la violenza sulle donne ideato dalla drammaturga e attivista femminista Eve Ensler non è mancato anche in questo 2021 il contributo dell’ISI di Barga, dei ragazzi delle scuole superiori presenti nella cittadina.
One Billion Rising è la più grande azione di massa per porre fine alla violenza contro le donne e tutti coloro che sono soggetti alla violenza di genere nella storia umana. La campagna, lanciata il giorno di San Valentino 2012, è iniziata come un invito all’azione basato sull’incredibile statistica secondo cui 1 donna su 3 sul pianeta sarà picchiata o violentata durante la sua vita. Il che vuol dire che con una popolazione mondiale di 7 miliardi, questo equivale a più di un miliardo di donne e ragazze
A Barga però quest’anno niente danza. Le limitazioni anti contagio hanno fatto optare la scuola per una scelta differente con la quale dire comunque no alla violenza sulle donne, invitare tutti a levarsi ed insorgere contro la violenza di genere attraverso la riflessione; attenta e partecipata. Il tutto sulle parole pronunciate nell’occasione da Gabriele, Rachele e Francesco, i tre giovani studenti che hanno letto ed interpretato riflessioni personali, ma anche il celebre monologo contro la violenza sulle donne scritto da Stefano Bartezzaghi, o l’ancora più celebre frase di Willian Shakespeare in omaggio alle donne:

 

Per tutte le violenze consumate su di Lei, per tutte le umiliazioni che ha subìto, per il suo corpo che avete sfruttato, per la sua intelligenza che avete calpestato, per l’ignoranza in cui l’avete lasciata, per la libertà che le avete negato, per la bocca che le avete tappato, per le ali che le avete tagliato, per tutto questo: in piedi Signori, davanti a una Donna!

L’iniziativa dei ragazzi dell’ISI è stata preceduta dalle parole di Francesca Buonagurelli per l’associazione e per il centro antiviolenza Non ti scordar di te, di Sonia Ercolini e di Beatrice Balducci per la commissione pari opportunità di Barga, della sindaca Caterina Campani. Il tutto davanti alla panchina rossa simbolo della lotta alla violenza di genere e del ricordo di Vanessa Simonini, alla presenza della sorella Simona.
A concludere poi la mattinata le parole della dirigente scolastica Iolanda Bocci che ha invitato tutti, studenti, adulti, uomini e donne, ad avere il coraggio e l’impegno quotidiano a cambiare le cose.

 

Tag: ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.