Le misure del nuovo DPCM in vista delle festività natalizie

-

Il presidente del consiglio Conte ha annunciato le misure del nuovo DPCM in vista delle festività natalizie e per affrontare l’emergenza sanitaria in questo periodo.

Come confermato si continuerà ad applicare il sistema delle regioni colorate che sta funzionando e si sta rivelando efficace: “Adotteremo ed adottiamo misure ben differenziate su base territoriale e le misure che adottiamo sono proporzionate al livello del rischio. Misure che in un mese hanno piegato la curva del contagio e portato l’indice RT sotto 1.”

Come ha detto il presidente del consiglio è ragionevole prevedere che continuando così tutte le regioni tra due settimane saranno divenute aree gialle, un risultato davvero significativo, ha aggiunto.

“Questi risultati ci confortano ma non possiamo abbassare la guardia con l’arrivo delle festività natalizie. Se le affrontassimo con le misure delle aree gialle ci sarebbe una nuova impennata del contagio e questo non ce lo possiamo permettere. La strada per sconfiggere l’epidemia è lunga e dobbiamo scongiurare la terza ondata. Per questo ci saranno ulteriori restrizioni per tutti dal 21 dicembre al 6 gennaio.”

Spostamenti

Dal 21 dicembre vietati gli spostamenti da una regione all’altra anche per le seconde case;

Nei giorni 25 e 26 dicembre e 1 gennaio vietati gli spostamenti da comune all’altro;

Divieto di spostarsi dalle 22 alle 5 del mattino (Per capodanno dalle 22 alle 7)

Ci si potrà sempre spostare ovviamente per motivi di salute, lavoro e casi di necessità. Sarà sempre  consentito il rientro nel comune dove si ha residenza, o domicilio o dove è la propria abitazione principale.

Rientri dall’estero.

Chi va all’estero per vacanza in quel periodo dovrà sottoporsi alla quarantena al rientro. Anche i turisti stranieri che arrivano in Italia nello stesso periodo dovranno  sottoposti alla stessa misura.

Impianti da sci e crociere

Impianti da sci chiusi dal 4 dicembre fino al 6 gennaio e nel periodo dal 21 dicembre al 6 gennaio sospese le crociere

DAD

La scuola superiore inizierà la didattica in presenza dal 7 gennaio; sarà garantita la didattica in presenza per il 75%.

Bar ristoranti

Per ristoranti e bar nell’area gialla l’apertura a pranzo sarà garantita anche nei giorni delle festività. Restano invece le solite restrizioni per le aree rosse ed arancioni (possibilità quindi di asporto dalle 5 alle 22 e di consegne a domicilio)

Alberghi

Gli alberghi rimangono aperti in tutta Italia ma il 31 gennaio non potranno organizzare veglioni e cene

Negozi

Da venerdì 4 dicembre fino al 7 gennaio i negozi potranno rimanere aperti fino alle 21. Ovviamente iltutto commisurato con le possibilità previste dalle varie aree.

Pranzi e cenoni in famiglia

Non ci sono limitazioni perché questo non sarebbe possibile, ma c’è stata la forte raccomandazione ad evitare nelle proprie case cenoni o pranzi con persone non conviventi. Una cautela essenziale per proteggere se stessi e chi ci sta intorno e per evitare possibile riprese del contagio

Occorre , ha poi concluso il presidente del consiglio, impegno e attenzione. Dobbiamo continuare su questa strada, attendere che il piano vaccini sia operativo ed attendere le cure monoclonali che arriveranno con il nuovo anno. Questo comunque sarà un Natale diverso dagli altri, ma non meno Natale.

Conte ha parlato anche dell’avvio immediato del “piano Cashless” che permette a chi fa acquisti o paga servizi con carte di credito, , debito e app di pagamento, di avere un rimborso del 10% su tutti gli acquisti effettuati con un rimborso che può arrivare ad un massimo i 150 euro.

Già a partire dall’8 dicembre e fino al 31 dicembre, con Extra Cashback di Natale, sono sufficienti 10 acquisti con carte di credito, carte di debito, bancomat e Satispay per ottenere il 10% di rimborso, fino a un massimo di 150 euro, da accreditare nei primi mesi del 2021.

Per partecipare è necessario avere SPID o la Carta d’Identità elettronica (CIE) Per tutte le informazioni e le modalità di partecipazione visitare il sito www.cashlessitalia.it

La misura non è valida per gli acquisti online ed è quindi mirata soprattutto a favorire i nostri negozi.

Tag: ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.