La presentazione alla Fondazione Ricci del docufilm “Giuseppe Magi – A century long story of emigration and dreams”

- 1

Nel giardino della Fondazione Ricci a Barga, la sera di martedì 21 luglio, è stato presentato e proiettato il docufilm “Giuseppe Magi – A century long story of emigration and dreams”, lavoro realizzato con il sostegno del Comune di Coreglia da Stefano Cosimini, Simone Gonnelli e Francesco Tomei della Neon Film Production di Fornaci. Una produzione, per volere della ex Dirigente Catia Gonnella, ad opera dell’Istituto Superiore di Barga.

Una serata voluta e promossa da Fondazione Ricci, Istituto Storico Lucchese Barga, Unitre Barga, Liceo Linguistico “G. Pascoli” e ISI di Barga, Neon Film Production, Fondazione Paolo Cresci e Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

Il filmato mostrato ha ricevuto un riconoscimento internazionale vincendo il Premio “Countless Cities – corti a tema Farm Cultural Park” della IV Edizione del Farm Film Festival di Favara (Agrigento), dove fra oltre 450 filmati era stato inserito nelle migliori 40 produzioni finaliste.

L’evento è stato aperto da Cristiana Ricci che ha salutato i molti presenti, nel rispetto delle disposizioni anti Covid, e introdotto gli ospiti Francesco Tomei regista del corto e Paolo Tagliasacchi già direttore del Museo della Figurina di Gesso e dell’Emigrazione di Coreglia Antelminelli.

Tagliasacchi è entrato nel tema emigrazione facendo un quadro generale dell’esodo dalla Valle accennando poi a varie vicissitudini, positive e negative, vissute da uomini temerari che si sono avventurati per il mondo.

Francesco Tomei ha invece accennato all’esperienza creativa legata alle traversie di Giuseppe Magi, tra l’altro morto in giovane età di ritorno a Limano paese di origine (Bagni di Lucca), che a piedi se ne era andato fino in Russia per poi emigrare in Finlandia dopo la rivoluzione bolscevica del 1917.

Il tutto è nato dalla visita al Museo di Coreglia di studenti del liceo e dell’istituto barghigiani con coetanei spagnoli, irlandesi e finlandesi, in seguito al progetto Erasmus Plus coordinato dalla prof.ssa Elisabetta Carlesi che è poi intervenuta dopo la proiezione insieme a Catia Gonnella all’epoca Direttrice dell’ISI.

Il lavoro di Tomei, oltre a raccontare la storia del Magi nel filmato interpretato da Sebastiano Catignani, cerca di fare una analogia fra oggi e ieri, toccando problemi come disoccupazione giovanile ed emigrazione, generando interazioni fra ragazzi e professori di diverse nazioni.

Tag: , ,

Commenti

1


  1. Complimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*